È quasi fatta per i diritti televisivi della F.E alla RAI!

L'emittente di Stato dovrebbe subentrare al secondo canale di Fox Sports nelle trasmissioni in Italia

La notizia è circolata per la prima volta nel fine settimana del Gran Premio d'Italia di Formula 1 a Monza. La RAI è in dirittura d'arrivo nella trattativa che la vede negoziare con l'organizzazione di Alejandro Agag, la FEH di Hong Kong, i diritti televisivi per la stagione 2015-2016 del Campionato FIA di Formula E.

Ciò spiega lo stallo evidente, manifestatosi fin dall'inizio dell'estate, nelle azioni di rinnovo del contratto scaduto tra la Fox Sports 2 e la serie “full electric” per la riproduzione delle immagini delle future gare di Pechino, Putrajaya, Punta del Este, Buenos Aires, Long Beach, Città del Messico o Miami, Parigi, forse Lugano, Berlino, Mosca e Londra nel nostro Paese. Tra il 2014 e il 2015 la redazione milanese dell'emittente tivù statunitense ha coperto l'intera stagione di F.E con il commento e i servizi del giornalista Roberto Marchesi.

Allo stato attuale, non è dato sapere quale sia il costo dei diritti TV degli ePrix, ma “posso confermare che la negoziazione è praticamente chiusa, manca soltanto la firma o giù di lì”, fa sapere un alto dirigente di Rai Sport.La scelta della nostra azienda è quella di dare importanza a due categorie entrambe meritevoli di attenzione benché per ragioni diverse: la Formula 1, la specialità di vertice dell'automobilismo sportivo, e la Formula E, che rappresenta una grande novità ed è anche una serie in linea con valori molto moderni come la ecosostenibilità...”.

Non è dunque un caso che servizi giornalistici sul Campionato FIA a emissioni zero abbiano iniziato a comparire sui canali RAI già verso la metà del mese di agosto: http://www.raisport.rai.it/dl/raiSport/media/Arriva-la-formula-E-25053580-42af-4505-b0e1-22153fa8b1f0.html

Scrivi un commento
Mostra commenti
A proposito di questo articolo
Campionati Formula E
Articolo di tipo Ultime notizie