Piquet: “Ormai devo affidarmi alla buona sorte”

A Putrajaya il campione in carica ha recuperato otto posizioni dalle qualifiche sulla NextEV TCR, ma non è ottimista

Che cosa c'è di meglio di un'ottava posizione? Incredibile a dirsi, è questo l'obiettivo massimo che si dà il campione in carica della Formula E, Nelson Angelo Piquet. Il brasiliano, sedicesimo allo start in Malesia con la “pesantissima” 001 realizzata dalla scuderia-casa costruttrice NextEV TCR, ammette che nel prosieguo della stagione 2015-2016 dovrà affidarsi essenzialmente a un misto tra fortuna e strategia, e che tanto lavoro li aspetta...

"Abbiamo cercato di prendere la corsa serenamente e attuare una strategia un po' diversa rispetto altri con la prima vettura, venti giri in totale. Almeno siamo stati un po' fortunati, con un sacco di auto che hanno abbandonato la battaglia davanti a noi: ho il sospetto che quest'anno io debba 'giocare' un po' così, puntando sul sicuro e cercando di segnare più punti possibile: la stessa cosa che il mio compagno, Oliver Turvey, è riuscito a fare in Cina. Dobbiamo necessariamente fare un po' affidamento sulla buona sorte, applicata alla strategia, cercando di inserirci fra i top ten più frequentemente che potremo. Questa è la nostra realtà di oggi: ottavi, noni o decimi, non di più, e soltanto quando le cose vanno bene...”.

Scrivi un commento
Mostra commenti
A proposito di questo articolo
Campionati Formula E
Evento ePrix di Putrajaya
Circuito Streets of Putrajaya
Piloti Nelson Piquet Jr.
Team NEXTEV TCR Formula E Team
Articolo di tipo Ultime notizie