I piloti “approvano” la nuova pista del Beijing ePrix

condivisioni
commenti
I piloti “approvano” la nuova pista del Beijing ePrix
Gabriele Testi
Di: Gabriele Testi , Direttore Responsabile Motorsport.com Switzerland
25 ott 2015, 18:27

L'eliminazione della grande chicane e il restringimento della seconda hanno creato più punti di sorpasso

Nick Heidfeld, Mahindra Racing
Loic Duval, Dragon Racing
Podium: third place Nick Heidfeld, Mahindra Racing
Jérôme d'Ambrosio, Dragon Racing
Sébastien Buemi, Renault e.Dams
Lucas di Grassi, ABT Schaeffler Audi Sport
Sébastien Buemi, Renault e.Dams
Lucas di Grassi, ABT Schaeffler Audi Sport
Sébastien Buemi, Renault e.Dams
Oliver Turvey, NEXTEV TCR Formula E Team

Le modifiche effettuate al tracciato che si snoda attorno al Parco Olimpico di Pechino, sede sabato 24 ottobre del Beijing ePrix, sono state salutate come un netto miglioramento rispetto alla versione precedente, utilizzata la prima volta nella stagione inaugurale del Campionato FIA di Formula E 2014-2015.

La grande chicane (in precedenza curve 3, 4 e 5) è stata rimossa, mentre la seconda variante ha ora un profilo più stretto rispetto a quello dello scorso anno. All'indomani della giornata di prove libere, qualifiche e gara, i piloti hanno affermato di ritenere che il layout aggiornato rappresenti un grande miglioramento rispetto al passato, garantendo in futuro maggiori possibilità di sorpasso.

Sam Bird, portacolori della DS Virgin Racing, ha detto: "Penso che si sia dato vita a un bel punto di sorpasso in corrispondenza della curva 3, mentre la successiva chicane è effettivamente più stretta, ma è quella che... è: è lo stessa per tutti. È una pista divertente sulla quale guidare e credo che questi organizzatori, abituati a lavorare instancabilmente, abbiano compiuto un ottimo intervento. Con la quantità di passaggi da effettuare in corsa (26 tornate, ndr), era chiaro che dovessimo risparmiare energia per la maggior parte del giro, comunque. Ed è stato molto difficile...".

Jérôme D'Ambrosio della Dragon Racing si è detto felice dei cambiamenti da un punto di vista del pilotaggio, perché minori sono state e saranno in avvenire le probabilità di trarre un vantaggio tagliando le varianti residue. Il belga ha affermato: "Penso che le modifiche apportate abbiano reso il tracciato di quest'anno sicuramente migliore di quello della stagione precedente: la curva a sinistra alla fine del rettilineo opposto a quello di partenza ha un angolo migliore e si può ora approcciare ad alta velocità. La chicane più stretta rende più bello quel punto nel confronto con l'anno passato, quando abbiamo avuto un sacco di problemi con la gente che tagliava la pista, chi più, chi meno, e guadagnava immeritatamente un sacco di tempo. Inoltre, penso che anche in futuro ci potranno essere sorpassi un po' ovunque in pista, così come già quest'anno si è dovuto guardare con grande attenzione al risparmio energetico e alle fasi di inerzia".

Prossimo Articolo
Motomatica, indagine interna per i fatti di Pechino

Articolo precedente

Motomatica, indagine interna per i fatti di Pechino

Prossimo Articolo

Video, l'incidente Da Costa-Villeneuve in Cina

Video, l'incidente Da Costa-Villeneuve in Cina
Carica commenti