Frijns: “La F.E aiuta a costruire 'piloti migliori'...”

Il “deb” olandese della Amlin Andretti è stato promosso in extremis in zona punti dalla penalità a Daniel Abt

Decimo in classifica anche a causa della penalità di dieci secondi inflitta al rivale Daniel Abt per un'uscita irregolare dai box, Robin Frijns ha subito gratificato il team Amlin Andretti con un punto in classifica. L'esordiente olandese, qualificatosi 13esimo dopo essere stato estratto nel Gruppo 4, ha guadagnato un ingresso nei top ten nonostante nel finale avesse consumato oltre il limite regolamentare di 28 kWh, smarrendo due posizioni in extremis.

"Ho imparato molto sul risparmio energetico in questo fine settimana. Il tipo di gara è un po' diverso rispetto a quello delle categorie cui sono stato anche troppo abituato finora, con un sacco di manovre di difesa e tentativi di sorpasso. Ciò significa dover adottare una mentalità completamente diversa: onestamente, penso che ciò mi aiuti a diventare un driver migliore. Andavamo molto forte in curva, ma perdevamo un po' sui rettilinei rispetto agli altri. Nel complesso, ho avuto la stessa velocità media dei miei rivali, quindi non ritengo che la gara di Pechino sia andata così male". 

Scrivi un commento
Mostra commenti
A proposito di questo articolo
Campionati Formula E
Evento ePrix di Pechino
Circuito Streets of Beijing
Piloti Robin Frijns
Articolo di tipo Commento