Di Grassi: “Il Brasile merita una gara elettrica...”

Lucas, uno dei tre piloti del Paese sudamericano al via della serie FIA, stimola Rio de Janeiro e San Paolo

Con tre piloti brasiliani al vertice della categoria, Lucas Di Grassi spera che il Campionato FIA di Formula E possa un giorno gareggiare nel suo Paese di origine. Lo ha affermato nei giorni dei due test collettivi di Donington Park, in una fase di particolare effervescenza per la specialità “full electric”.

"Questa situazione è un vero peccato, dal mio punto di vista, perché abbiamo in pista il sottoscritto, Piquet junior e Senna, ma al momento nessun ePrix in Brasile", ha detto il forte driver sudamericano, peraltro confermato dalla scuderia ABT Sportsline per la stagione 2015-2016 con grande anticipo su tutti i colleghi.

"Sarebbe fantastico avere una corsa anche qui da noi. A dire il vero, Rio de Janeiro fu la prima corsa a venire annunciata per la specialità fin dal 2013. Questa città è stata molto considerata per il calendario 2014-2015. Se n'è parlato tantissimo, dopodiché, per qualche ragione, non si è più fatta..., ha ricordato Di Grassi.

"Con la situazione economica che c'è in questo momento, ritengo che in realtà sarebbe molto difficile avere una gara in Brasile nei prossimi anni. Ma i nostri sforzi non si fermeranno certo per questo. Dobbiamo trovare una soluzione e so che ci sono persone che lavorano al progetto, sia a Rio che a San Paolo. Penso che la Formula E necessiti di una gara in Brasile, e che il Brasile meriti una corsa di Formula E…", ha concluso Lucas.

Scrivi un commento
Mostra commenti
A proposito di questo articolo
Campionati Formula E
Piloti Lucas Di Grassi
Articolo di tipo Ultime notizie