Da Costa: “Un altro secondo posto sfumato così..."

Il portoghese del Team Aguri è stato bloccato nel giro di rientro ai box da un'avaria del software come a Putrajaya

Si era presentato in Argentina con i galloni di vincitore del primo ePrix mai disputato da quelle parti nel 2015 e con uno stato di forma invidiabile, ma Antonio Félix Da Costa non ha potuto concretizzare né la piazza d'onore a lungo mantenuta in corsa né il suo miglior risultato in qualifica in Formula E, il terzo posto.

Al termine di una battaglia senza esclusione di colpi con i piloti delle squadre ufficiali Renault e DS, un'impresa titanica per una formazione privata, il veterano portoghese del Team Aguri ha dovuto abbandonare sul tracciato al 18esimo giro la Spark-Renault SRT_01E versione 2014 per l'ennesimo capriccio del software...

"Stavo facendo davvero una bella gara, in seconda posizione, e battagliavo per la leadership. Quando mancava meno di mezzo giro al pit-stop da noi previsto, la macchina si è rotta a causa di un'avaria informatica. Purtroppo, questa è la seconda volta in cui avremmo potuto accalappiare un podio e siamo venuti via dalla pista senza ottenerlo, ma la squadra sta migliorando in maniera incredibile. Vedremo qual era il problema per tornare più forti".

Antonio ci ha creduto davvero sino alla resa: “Stavo infatti lottando con Sam Bird, che ha poi vinto la corsa. Il suo pit-stop è stato particolarmente lento, quindi chissà che cosa avrebbe potuto succedere. Io ve lo dico: ho davvero pensato che tutto potesse andare liscio fino alla vittoria. Mi sentivo bene in macchina e ho ritenuto che il successo potesse essere a portata di mano”.

Riguardo il malfunzionamento del sistema, Félix Da Costa è abbastanza avvilito: “Non ho avuto alcun pre-allarme circa il problema che si è verificato sulla mia auto nel giro di rientro ai box", ha confermato. "Abbiamo avuto lo stesso guaio in Malesia, quando eravamo in seconda posizione, quindi è stata un'esperienza nuovamente dolorosa. Ho provato dieci volte a resettare l'intero sistema, agendo anche sull'interruttore principale di accensione e spegnimento, ma semplicemente la macchina non si è più riavviata. A un certo punto, un messaggio di allarme si è visualizzato sullo schermo: diceva che la prima volta utile in cui si fosse agito sui freni, non ci sarebbe stata potenza utile. Quindi è stato un qualche tipo di problema di algoritmo o di centralina...”.

 

Scrivi un commento
Mostra commenti
A proposito di questo articolo
Campionati Formula E
Evento ePrix di Buenos Aires
Sub-evento Sabato, post-gara
Circuito Puerto Madero Street Circuit
Piloti António Félix Da Costa
Team Team Aguri
Articolo di tipo Intervista