D'Ambrosio: “Partendo dalla pole, io ci ho sperato...”

Jérôme è avvilito per l'esito finale di Punta del Este, in cui aveva confidato in una doppietta Dragon Racing

Terzo sul traguardo della “Saint Tropez dell'America Latina”, Jérôme D'Ambrosio non nasconde la delusione per una vittoria (mancata) che avrebbe potuto riconciliarlo con la Formula E dopo il successo “a tavolino” nell'ePrix di Berlino del maggio 2015. Il belga della Dragon Racing, autore della pole position, è stato un po' tradito dai box al momento del cambio vettura, ma soprattutto da una velocità e da un consumo della batteria che pagano dazio verso gli avversari e che vanificano sovente le sue performance...

“Portare entrambe le vetture della Dragon Racing nei top five è stato un buon risultato, bisogna ammetterlo. Se si parte dalla pole position non si può fare a meno di pensare e di voler vincere la gara, ma realisticamente le macchine di altri sono oggi più veloci. Ho cercato di fare al meglio la mia corsa, come sempre. Io e Loïc (Duval, ndr) abbiamo avuto un destino analogo, e abbiamo gareggiato l'uno vicino all'altro a Punta del Este come già era avvenuto a Pechino. A un certo punto della competizione non mi sono trovato con molta energia a mia disposizione, eppure ero coinvolto in una lotta molto serrata: non è stato uno scherzo. Ero sotto pressione sì, ma sono riuscito a tenere duro...”.

Scrivi un commento
Mostra commenti
A proposito di questo articolo
Campionati Formula E
Evento ePrix di Punta del Este
Sub-evento Sabato, gara
Circuito Streets of Punta del Este
Piloti Jérôme D'Ambrosio
Team Dragon Racing
Articolo di tipo Ultime notizie