Cavuto: “A Punta del Este andrà tutto bene!”

Cavuto: “A Punta del Este andrà tutto bene!”

Il team principal della scuderia Trulli è fiducioso in un pronto riscatto nella terza gara il 19 dicembre

“Abbiamo dovuto annunciare con grandissimo dispiacere di non poter partecipare alla gara di Putrajaya. Tutti nel team hanno lavorato fino ad ora in maniera incredibilmente dura ed eravamo lieti di poter mostrare la nostra macchina in pista”, afferma Lucio Cavuto all'indomani del disgraziato mancato superamento delle verifiche tecniche del Putrajaya ePrix da parte del Team Trulli.

Si tratta dell'ennesima, grave tegola precipitata sulla testa della squadra di patron Jarno dopo la rottura del contratto ad opera di uno dei piloti, il messicano Salvador Durán, e la mancata partecipazione alla gara di Pechino in seguito a un errore nello sdoganamento dei motori e degli inverter della Motomatica JT-01.

“Vorrei rivolgere un grande ringraziamento a tutta la squadra che ha creduto nel progetto fin dall'inizio e si è spesa senza sosta su di esso. Molta attività di sviluppo è stata fatto sulle auto e siamo sicuri che tutto andrà bene a Punta del Este”, dice il manager abruzzese, che notoriamente aveva ingaggiato di nuovo per la stagione 2015-2016 il conterraneo Vitantonio Liuzzi.

“Mi corre anche l'obbligo di ringraziare la FIA e la Formula E Holdings per aver esteso il tempo di verifiche tecniche. Purtroppo per noi, semplicemente non c'è stato tempo sufficiente per completare le macchine”. In effetti, per ripercorrere la cruciale giornata di venerdì 6 novembre, serve innanzitutto precisare che, siccome questa era la prima volta in cui le vetture svizzere venivano presentate complete di motorizzazioni all'Autorità Sportiva, almeno successivamente all'omologazione del progetto, era necessaria una procedura di sicurezza supplementare.

Questo speciale controllo ha il nome di “Initial Scrutineering” e serve a valutare gli aspetti di sicurezza di ogni nuova omologazione, tra cui la funzionalità dei suoi impianti elettrici e il motore.

Il Team Trulli e la Motomatica JT-01 hanno superato regolarmente le fasi convenzionali del processo di verifica tecnica, ma non sono stati in grado di rispettare il termine iniziale delle 2:00 del pomeriggio (ora locale) per gli elementi supplementari di sicurezza. La squadra dell'ex driver pescarese di Formula 1 ha ricevuto una multa di 2.000 euro per la violazione dell'articolo 24.4 del regolamento sportivo, ma ha almeno ottenuto una deroga temporale di tre ore. Alle 5 del pomeriggio le monoposto sono state completate e ripresentate ai Delegati Tecnici, ma a quel punto non sono state approvate dalla FIA...

“Non vogliano dimenticare di ringraziare i nostri incredibili tifosi, che hanno offerto un grande sostegno alla squadra anche in termini numerici e ci dispiace non essere in grado di essere in corsa per loro. Auguriamo a tutti una buona fortuna per la gara, con l'auspicio di poter vedere un bello spettacolo", ha concluso Lucio Cavuto.  

L'auspicio di tutti è che gli organizzatori, a fronte della mancata partecipazione agli ePrix di Pechino e Putrajaya, non colgano la palla al balzo per prendere provvedimenti o estromettere il Team Trulli dalla categoria “full electric”...

Scrivi un commento
Mostra commenti
A proposito di questo articolo
Campionati Formula E
Evento ePrix di Putrajaya
Circuito Streets of Putrajaya
Piloti Jarno Trulli , Vitantonio Liuzzi , Salvador Durán
Articolo di tipo Ultime notizie