Buemi: “Sono dispiaciuto per la Renault e l'e.dams”

Sébastien riconosce il valore tecnico della Z.E. 15 a sua disposizione e della “fortunata” Safety-Car

Da 18esimo sullo schieramento di partenza a secondo sul traguardo nonché quasi… vincitore (o vincitore “morale”) alle spalle di Sam Bird e della DS Virgin Racing. La rapida ascesa in classifica di Sébastien Buemi nell'ePrix di Buenos Aires (15esimo al primo passaggio e nono già alla decima tornata) è stata pressoché eccezionale.

Su un tracciato cittadino non alieno ai sorpassi, la Renault e.dams Z.E. 15 ha infatti dimostrato di essere la monoposto più veloce dell'attuale Formula E, non incontrando ostacoli di sorta. Il leader della classifica generale ha ammesso il proprio errore in qualifica che l'ha spedito nelle retrovie, ma che cosa avrebbe potuto succedere se fosse scattato più avanti?

"A dire il vero, sono un po' dispiaciuto per la mia squadra perché penso di avere avuto per le mani una grande macchina sabato, ma non sono stato capace di ottenere il massimo da essa. La mia corsa a Baires è stata però davvero eccezionale: quello che è stato difficile è che, a parte Antonio Félix Da Costa che si è fermato da solo, ho dovuto superare tutti gli altri concorrenti. È stato molto bello finire secondi qui. Sono stato anche fortunato con la Safety-Car, e potrei anche dire 'molto fortunato'. Senza il suo intervento al momento propizio, sarebbe stato tutto un po' più difficile...".

Scrivi un commento
Mostra commenti
A proposito di questo articolo
Campionati Formula E
Evento ePrix di Buenos Aires
Sub-evento Sabato, post-gara
Circuito Puerto Madero Street Circuit
Piloti Sébastien Buemi
Team DAMS
Articolo di tipo Intervista