Berthon: “Abbiamo lavorato duro fra la Cina e qui”

Ottavo all'esordio con il Team Aguri a Pechino, Nathanaël è convinto di dover migliorare soltanto in qualifica

Berthon: “Abbiamo lavorato duro fra la Cina e qui”

L'ottavo posto è generalmente un piazzamento di tutto rispetto nel Campionato FIA di Formula E. Non soltanto perché reca con sé un ticket d'ingresso nella zona punti, ma soprattutto perché nella Repubblica Popolare Cinese il 24 ottobre scorso ha marchiato a fuoco l'esordio assoluto di un pilota, per di più al volante di una Spark-Renault SRT_01E datata 2014

È stato il caso del ricordo di Nathanaël Berthon nella conferenza stampa pre-gara di Putrajaya. Il transalpino del Team Aguri, quest'anno impegnato anche nella GP2 Series e negli Sport Prototipi, ne è perfettamente consapevole. "Sono molto contento per la squadra e per me, perché segnare dei punti alla prima uscita è decisamente una cosa buonissima. Allo stesso tempo sono un poco deluso per il risultato delle qualifiche: a Pechino ci aspettavamo di essere leggermente più avanti...". 

Il francese è allo stesso tempo conscio del duro lavoro compiuto dagli uomini agli ordini di Mark Preston non soltanto durante l'estate 2015, ma anche fra le prime due gare della stagione: è convinto che pagherà e spera in un risultato migliore in Malesia

Il ragazzo di Clermont-Ferrand ha continuato così: "La Cina è stata un'ottima corsa per noi, ma ci siamo impegnati duramente anche fra Pechino e qui. Non abbiamo avuto molto tempo a nostra disposizione, ma il team ci ha messo un sacco di fatica e, quindi, spero che la gara ormai imminente sarà ancora più ricca di soddisfazioni per noi". 

Berthon crede anche la particolare natura della Formula E possa decisamente aiutare un conduttore a migliorare le sue prestazioni e il suo generale “rapporto” con un'auto da corsa proprio attraverso la comprensione della gestione intelligente dell'energia durante gli ePrix. 

Nathanaël ha spiegato: "Questa è una delle cose che ritengo sia più interessante in questa serie. A mio avviso, è il pilota che può fare una piccola, grande differenza. Anzi, penso che possa farla in maniera ancora più evidente in gara, in virtù di tutta la gestione della potenza e del risparmio energetico che gli è demandata. Sono convinto che abbiamo le potenzialità per fare di nuovo un buon lavoro proprio grazie a questo. Siamo concentratissimi sulla corsa malese e sulle modalità di gestione dell'energia nella maniera più efficace per non perdere tempo…". 

condivisioni
commenti
In Malesia si comincia dal nuovo record di Duval
Articolo precedente

In Malesia si comincia dal nuovo record di Duval

Prossimo Articolo

Frijns: “Siamo penalizzati nella velocità sul dritto”

Frijns: “Siamo penalizzati nella velocità sul dritto”
Carica commenti
Formula E: la costanza non è l'elemento chiave per il titolo Prime

Formula E: la costanza non è l'elemento chiave per il titolo

Andare costantemente a punti potrebbe non essere la scelta vincente per puntare al titolo in Formula E, complice anche un format di qualifica penalizzante per i piloti di vertice e creato per scompigliare le carte.

Formula E
23 lug 2021
Formula E: a Monaco è grande show ad andamento lento Prime

Formula E: a Monaco è grande show ad andamento lento

L'E-Prix nel Principato ha messo a nudo le inferiorità tecnico-velocistiche delle monoposto elettriche, che però hanno regalato una corsa molto bella sfruttando al meglio le proprie caratteristiche su un tracciato che non è stato pensato apposta per loro.

Formula E
11 mag 2021
Formula E: il flop di Valencia come monito per il futuro Prime

Formula E: il flop di Valencia come monito per il futuro

Lontana dai centri cittadini la Formula E ha evidenziato tutte le sue lacune. L'esperimento di Valencia servirà da lezione per gli organizzatori della categoria che hanno ottenuto un richiamo mediatico enorme, ma per i motivi sbagliati...

Formula E
27 apr 2021
Formula E: la redenzione di Vergne e Vandoorne a Roma Prime

Formula E: la redenzione di Vergne e Vandoorne a Roma

Nel weekend dell'E-Prix di Roma il pilota della DS Techeetah ed il belga della Mercedes sono riusciti a conquistare due vittorie dopo due incidente che avrebbero potuto gettare tutto al vento. Scopriamo come è stato possibile.

Formula E
13 apr 2021
Paradosso Formula E: chi vuole sviluppare l'elettrico se ne va Prime

Paradosso Formula E: chi vuole sviluppare l'elettrico se ne va

L'addio di Audi per abbracciare una categoria che permetta di sviluppare l'auto e la tecnologia elettrica da zero è un campanello d'allarme preoccupante. E ora anche la Extreme E propone innovazioni che vanno oltre quelle in uso dalla Formula E.

Dakar
9 apr 2021
Cosa rivela l'impegno di Nissan sul futuro della Formula E Prime

Cosa rivela l'impegno di Nissan sul futuro della Formula E

La Casa giapponese ha confermato il proprio impegno nella categoria elettrica anche per i prossimi anni e questo è un chiaro segno che denota come la Formula E non sia solo una ottima piattaforma di marketing.

Formula E
1 apr 2021
Formula E: un inizio controverso tra incidenti e missili! Prime

Formula E: un inizio controverso tra incidenti e missili!

Con la nuova stagione di Formula E che ha preso il via in Arabia Saudita, il campionato è sembrato cercare di recuperare il tempo perduto con un eccesso di azione e polemiche dentro e fuori la pista. Mentre alcuni punti di discussione potrebbero avere gravi ripercussioni, è stata un'apertura di 2021 esplosiva per molte ragioni.

Formula E
4 mar 2021
Chinchero racconta Vergne - Stelle di altri mondi Prime

Chinchero racconta Vergne - Stelle di altri mondi

Stelle di altri mondi è la rubrica in cui Roberto Chinchero, prima firma di F1 di Motorsport.com, racconta la carriera nel motorsport di piloti che la F1 non hanno potuto fare altro che sognarla nonostante il grande talento o che nel Circus iridato sono state talentuose meteore. Buon ascolto!

Formula E
18 feb 2021