Anche la Renovo Motors è in lizza per le batterie!

Anche la Renovo Motors è in lizza per le batterie!

L'azienda californiana, creatrice della Coupé elettrica e partner della Mahindra Racing, sfida Rimac e Williams

Alla Renovo Motors, celeberrima azienda della Silicon Valley specializzata nella progettazione e realizzazione di sistemi di carica rivoluzionari, la tecnologia fine a se stessa non basta. In verità, ormai non le basta più nemmeno l'alzata d'ingegno di aver costruito una... supercar completamente elettrica, denominata Coupé, la cui foggia rammenta quella della Shelby Daytona di metà Anni 60, capace di una velocità di punta di 193 km/h e di accelerare da zero a cento km orari in tre secondi e quattro decimi.

Il prossimo obiettivo della compagnia statunitense è infatti il Campionato FIA di Formula E, nell'ambito del quale si propone di vincere una delle sfide più difficili, se non la più difficile in assoluto: miniaturizzare e rendere più efficienti le batterie utilizzate nella categoria “full electric” (in partnership con l'indiana Mahindra Racing, ndr) ovviamente a partire dalla terza stagione della categoria, in cui ha lanciato il guanto di sfida alla croata Rimac Automobili e alla britannica Williams Advance Engineering.

Lo ha confermato alla redazione di lingua inglese di motorsport.com il presidente del consiglio d'amministrazione Christopher Heiser, il quale ha affermato: “Abbiamo lavorato su una tecnologia avanzata per quanto riguarda i powertrain elettrici per più di cinque anni. Per la maggior parte del tempo, lo abbiamo fatto in maniera nascosta per creare la piattaforma che oggi in qualche modo già conoscete. Abbiamo lanciato la Renovo Coupé nel 2014, dopodiché l'abbiamo testata sulla strada e le piste per migliorarne le prestazioni e l'affidabilità".

Il primo contatto fra il grande capo della start-up californiana e Alejandro Agag, deus ex machina della Formula E, è avvenuto a corollario dell'ePrix di Long Beach nel giorno della visita di quest'ultimo al Computer History Museum. "Entrambi vogliamo vedere auto da corsa elettriche che siano più potenti e abbiano una maggiore affidabilità. Stiamo cercando di rispondere a queste sfide", ha promesso Christopher Heiser. "Da quando abbiamo incontrato Alejandro (Agag, ndr), stiamo investendo tempo in un lavoro certosino con gli organizzatori della Formula E, parlando con i team e con i fornitori per capire quello che serve per rendere questa serie migliore di quanto già non sia, più emozionante e divertente da guardare. Vogliamo il bene e il successo della specialità…".

"Il trasferimento di tecnologia tra vetture elettriche da strada e da corsa è veramente buono", ha continuato il Chief Executive Officer della Renovo Motorsport, il quale genuinamente crede che il motorsport sia l'ambiente ideale per sviluppare nuove soluzioni. "Prendete le auto di Formula E della stagione inaugurale: utilizzano lo stesso motore elettrico che possiamo trovare sulla McLaren P1. Questo permette un'attività di sviluppo e rende le persone interessate alle evoluzioni che ne conseguono...".

Impressionato dagli elevati standard qualitativi della Formula E, come una griglia di partenza regolarmente dominata da ex piloti di Formula 1, il grande capo dell'azienda nordamericana è ottimista circa la progressiva elettrificazione di altre categorie del motorsport che seguirà e del fatto che saranno sempre più numerose le sfide e sempre più i record da battere nel settore. "Siamo soltanto all'inizio di una nuova era. Cambierà il modo in cui le persone pensano la spettacolarità delle vetture da competizione nate per fare spettacolo, anche perché si tratta di uno sviluppo molto eccitante. Siamo felici di avere un ruolo in questo processo. Non potremmo esserne più felici...”.

"La cosa più 'pazza' e divertente della Formula E è che i regolamenti non mantengono le squadre 'arretrate' rispetto all'evoluzione della tecnica. Al contrario, spinge in avanti l'asticella della sfida grazie alle specifiche fornite da Jean Todt e della FIA. La roadmap tecnica proposta è una sfida molto interessante e certamente non sarà semplice per gli ingegneri dei team raggiungere le prestazioni verso le quali si tende. Questa è una prova di grande leadership da parte della FIA e della sua capacità di indurre ispirazioni nel prossimo e di motivarlo".

Un'opportunità per la Renovo Motors di venire coinvolta in Formula E è quella di diventare il fornitore unico di batterie per le stagioni tre e quattro. Questa è una possibilità molto seria, in quanto hanno già attivato una collaborazione per scendere in gara in partnership con la Mahindra Racing. “Abbiamo parlato con diverse società. Loro (l'industria indiana, ndr) sono stati il primo produttore di veicoli elettrici a vendere i mezzi direttamente al pubblico, peraltro ormai da più di quindici anni", ha aggiunto Christopher Heiser, indicando e sottolineando il proprio entusiasmo per la possibilità di entrare a far parte di un campionato in continua evoluzione come la Formula E di oggi.

Il manager statunitense ritiene che la Renovo Motors abbia la tecnologia e le risorse umane per spingere più in là i confini “scientifici” della categoria. In un modo o nell'altro, è probabile che il costruttore stesso e i suoi prodotti migliorino concretamente la disciplina. "Il nostro lavoro sulle batterie renderebbe e renderà le corse significativamente migliori rispetto alla tecnologia che è attualmente impiegata nella serie. Noi sappiamo come utilizzarla in un contesto motoristico di alto livello, dal momento che numerosi membri delle nostre maestranze hanno esperienze di lavoro in specialità di alto livello come la Formula 1 e il Campionato Mondiale Endurance ", ha concluso Christopher Heiser.

Scrivi un commento
Mostra commenti
A proposito di questo articolo
Campionati Formula E
Articolo di tipo Ultime notizie