Allarme rientrato: batterie Williams a 170 kiloWatt!

Allarme rientrato: batterie Williams a 170 kiloWatt!

27 cavalli circa in più in gara, ma la F.E dovrà sciogliere i nodi del FanBoost e dell'energia massima a 28 kWh

L'allarme è rientrato e le squadre possono ora dormire fra due guanciali. Le voci secondo cui il Campionato FIA di Formula E avrebbe dovuto rinunciare ad aumentare la potenza utilizzabile in gara nella stagione 2015-2016 per l'incapacità del fornitore di batterie di garantire 170 kW in costanza di rendimento in tutti gli appuntamenti sono state apparentemente smentite.

La Williams Advanced Engineering, costruttore unico degli accumulatori di energia per la specialità “full electric”, ha confermato infatti, in una nota stampa diffusa venerdì 11 settembre, che la potenza verrà accresciuta di 20 kiloWatt (27 cavalli) rispetto al torneo 2014-2015, avendo gli ingegneri evidentemente risolto i problemi di surriscaldamento.

Le batterie erano state inizialmente progettate per soddisfare nella stagione uno le specifiche tecniche della FIA e per operare in corsa con una “cavalleria” massima di 133 kW, non di più. In seguito al buon esito dei test pre-stagionali, quest'ultima era stata aumentata sino a 150 kiloWatt con l'inizio del torneo inaugurale, ma pareva che non fosse possibile ricavarne ulteriori cavalli.

Gli accumulatori di energia hanno mostrato un'eccellente affidabilità durante il campionato, con un solo problema riscontrato durante le 11 gare in programma. Sia la Williams Advanced Engineering che la stessa Formula E sono desiderose di testare in corsa i limiti della nuova tecnologia e le unità riviste, sperimentate in misura di una per ogni team, sono state saggiate durante la sei giorni di test agostani a Donington. In seguito a una serie di collaudi statici e dimamici effettuati nei mesi scorsi per valutare la fattibilità di un ulteriore aumento di potenza, si può ora affermare che tutte le squadre saranno in grado di portare le monoposto al limite di 170 kW durante ogni ePrix dell'imminente torneo, a partire da quello di Pechino del 24 ottobre prossimo.

Non è ancora chiaro però che cosa accadrà al FanBoost, visto e considerato che, se l'overboost di potenza dovesse raggiungere un picco di 180 kW come durante la prima stagione di attività della categoria, esso non rappresenterebbe più un'eccezionale iniezione di energia rispetto al nuovo standard di 170 kiloWatt: nel torneo 2014-2015, il “salto” garantito infatti dai tifosi era di ben 40 cavalli, cioè 30.000 Watt. E non è tutto. Di per sé, la maggior potenza dovrebbe rendere più difficile la vita ai piloti in corsa, visto che la capacità di energia consentita resterà di 28 kWh e servirà giocare di astuzia e sensibilità. Tuttavia, i nuovi costruttori della categoria (dalla Renault alla DS, dalla Motomatica alla Mahindra) sono convinti che la maggiore efficienza dei propulsori 2015-2016 dovrebbe ampiamente compensare il problema.

Commentando l'aumento di potenza, l'amministratore delegato dell'azienda britannica Craig Wilson ha dichiarato: "Lo scopo della Formula E è quello di spingere la tecnologia dei veicoli elettrici ai suoi limiti e mostrarne l'evoluzione al pubblico. La nostra compagnia sta lavorando su una gamma di progetti per veicoli elettrici e ibridi e gli 'insegnamenti' che ci ha dato la Formula E hanno un valore inestimabile per lo sviluppo della nostra attività. Durante la stagione due, le batterie saranno operative con un 30 per cento in più di energia rispetto ai valori per le quali erano state progettate: un grande traguardo! Abbiamo migliorato alcune componenti e lavorato a stretto contatto con i team per fare in modo che il surplus di 'cavalleria' fosse possibile senza compromettere significativamente l'affidabilità. Con questo sviluppo, le vetture viaggeranno più velocemente di ora durante ogni gara, il che contribuirà a conservare alla Formula E lo status di serie automobilistica più eccitante del panorama generale".

Alejandro Agag, CEO della Formula E Holdings, ha concluso così: "Lo sviluppo delle future tecnologie per le batterie è fondamentale per lo spirito del campionato. La nostra categoria mostra l'evoluzione della tecnica dei veicoli elettrici e lo sviluppo annunciato dalla Williams va perfettamente in questa direzione...”.

Scrivi un commento
Mostra commenti
A proposito di questo articolo
Campionati Formula E
Articolo di tipo Ultime notizie