F.E, quanti costruttori interessati alla quinta stagione!

condivisioni
commenti
F.E, quanti costruttori interessati alla quinta stagione!
Di:
Tradotto da: Gabriele Testi, Direttore Responsabile Motorsport.com Switzerland
16 feb 2017, 08:30

Entro il termine regolamentare del primo febbraio, la FIA è stata la destinataria di numerose candidature di case automobilistiche e produttori di apparecchiature originali che vorrebbero realizzare i powertrain del torneo 2018-2019...

Sono diversi i nuovi costruttori che hanno presentato una formale richiesta di adesione alla lista delle aziende interessate a realizzare un powertrain per la stagione 2018-2019 della Formula E. Il termine di iscrizione entro il quale i produttori avrebbero dovuto presentare i dossier tecnici alla FIA è scaduto il primo febbraio.

La Federazione Internazionale dell’Automobile avvierà adesso un dettagliato processo di analisi e di valutazione dei piani di ciascun potenziale costruttore prima di annunciare quelli che avranno ottenuto la licenza per la fornitura alle squadre l’anno prossimo.

L’Audi si è già impegnata ad ampliare sensibilmente il proprio coinvolgimento con il team ABT Sportsline, mentre un’analoga collaborazione tecnica fra la BMW e la Andretti Autosport è stata già attuata al fine di poter operare a pieno titolo dal quinto anno.

I due importanti marchi tedeschi dovrebbero essere tra i nuovi costruttori certamente destinatari di una licenza di costruttore, con almeno un altro nuovo ingresso previsto, anche se non si sa esattamente quanti si siano iscritti. Con una sorta di pre-opzione, la Mercedes si era assicurata la possibilità di affrontare la categoria a cominciare dal torneo 2018-2019, ma non è dato sapere se abbia dato seguito a tale iniziativa né se abbia un effettivo interesse. 

Un portavoce della FIA ha detto a Motorsport.com che "abbiamo molto lavoro da fare". Il periodo di valutazione rischia di andare avanti sino al mese di marzo, quando verranno annunciati i costruttori che potranno procedere con la fase di omologazione. 

Il rappresentante della FIA ha così continuato: "L'intero processo di controllo dovrà essere attentamente soddisfatto, perché comporta un passaggio molto importante, soprattutto dalla quinta stagione in poi, quando avremo una tecnologia completamente nuova...".

Dal 2018-2019 la Formula E intende infatti rinunciare al cambio di monoposto a metà gara, con il nuovo fornitore delle batterie, la McLaren Applied Technologies, impegnatissima per tale obiettivo. 

Alejandro Agag, CEO della serie “full electric”, ha dichiarato a Motorsport.com: "Continuiamo a essere deliziati dal livello di interesse che la Formula E ha ricevuto dalle case automobilistiche a livello mondiale sin dall'inizio della prima stagione...”.

E ancora: "Questo è un grande riconoscimento per la capacità della categoria di aprire la via a nuove forme di motorsport, un fatto che è veramente rilevante per l'industria automobilistica, dal momento che sta ispirando la prossima generazione di veicoli sostenibili". 

 

 

 

 

Prossimo Articolo
Ecco la programmazione TV dell’ePrix di Buenos Aires

Articolo precedente

Ecco la programmazione TV dell’ePrix di Buenos Aires

Prossimo Articolo

López in Argentina: “Ho l’auto e la squadra per fare bene!”

López in Argentina: “Ho l’auto e la squadra per fare bene!”
Carica commenti

Riguardo questo articolo

Serie Formula E
Autore Sam Smith