Evans: "Ho visto Lynn volare sopra di me, è stato tremendo!"

Il pilota della Jaguar ha spiegato la dinamica del tremendo incidente che ha visto la Mahindra di Lynn decollare in aria nelle battute finali del secondo E-Prix di Diriyah.

Evans: "Ho visto Lynn volare sopra di me, è stato tremendo!"

Dopo il tremendo incidente avvenuto nelle battute finali del secondo E-Prix di Diriyah, Alex Lynn è stato trasportato in ospedale per eseguire una TAC che, fortunatamente, ha dato esito negativo. Il pilota, che era accompagnato dal team principal Dilbagh Gill, è stato dimesso nella serata di ieri.

L’inglese si trovava in lotta con Evans per il quattordicesimo posto, ma al giro 26 entrambi si sono scontrati nella zona di frenata in ingresso di curva 18.

Nel contatto la Mahindra di Lynn è decollata in aria per poi ricader sull’asfalto a testa in giù ed arrestare la sua corsa contro le barriere TecPro posizionate alla fine della via di fuga.

Evans ha spiegato a Motorsport.com l’incidente dalla sua prospettiva: “Non è stata una bella immagine. Mi stavo difendendo duramente da Alex in curva 18 e lui si è avvicinato molto al muro e non si è tirato indietro”.

“C’era lo spazio? Non ne sono sicuro, devo vedere il replay dell’azione, ma spero di averglielo lasciato e di non aver fatto nulla di sbagliato”.

“Alex ha agganciato la mia ruota posteriore ed è decollato in aria. E’ stata davvero una immagine molto brutta”.

Nell’impatto Evans è stato costretto al ritiro e la direzione gara ha deciso dapprima di far intervenire la safety car e subito dopo esporre la bandiera rossa interrompendo in anticipo la gara e facendo rientrare le vetture in pit lane.

Il pilota della Jaguar ha poi parlato delle condizioni di Evans: “Ho avuto modo di scambiare due chiacchiere con lui. Sembra che stia bene ma è stato portato in ospedale per precauzione”.

“Non è stato certamente un bel momento. Ad un certo punto l’ho visto volare sopra di me. Non è stata una bella immagine, ma la cosa principale è che stia bene”.

“L’ho visto andare a sbattere contro il muro e sono saltato fuori dalla macchina per assicurarmi che stesse bene. Da pilota non vuoi mai vedere incidenti simili, soprattutto se capitano ad un tuo amico”.

“Spero che ci sia un replay che spieghi la dinamica, ma credo che si sia trattato di un incidente di gara mentre eravamo in lotta”.

La giornata di ieri ha visto anche Edoardo Mortara finire in ospedale dopo il violento incidente occorso al termine della sessione di libere quando l’impianto frenante della sua Mercedes ed il software sono andati K.O. facendolo finire a muro.

“Mi sento bene. Mentirei se vi dicessi che sto al 100% dato che ho un po' di dolore dopo l’incidente, ma sono sollevato di non aver riportato danni seri. E’ una sensazione che vorrei dimenticare”.

“Mi sono sentito come un passeggero. Non c’era niente che potessi fare senza freni. Pensavo che fosse la fine per me”.

 

condivisioni
commenti
Sam Bird vince il secondo Diriyah E-Prix con la bandiera rossa

Articolo precedente

Sam Bird vince il secondo Diriyah E-Prix con la bandiera rossa

Prossimo Articolo

Formula E, Diriyah: Vergne penalizzato al termine di Gara 2

Formula E, Diriyah: Vergne penalizzato al termine di Gara 2
Carica commenti

Riguardo questo articolo

Serie Formula E
Evento Diriyah E-Prix
Sotto-evento Gara
Piloti Mitch Evans , Alex Lynn
Team Mahindra Racing , Jaguar Racing
Autore Matt Kew