Formula E
17 gen
-
18 gen
Evento concluso
14 feb
-
15 feb
Evento concluso
G
Marrakesh ePrix
27 feb
-
29 feb
Prossimo evento tra
6 giorni
03 apr
-
04 apr
Prossimo evento tra
42 giorni
G
Paris ePrix
17 apr
-
18 apr
Prossimo evento tra
56 giorni
G
Seoul ePrix
02 mag
-
03 mag
Prossimo evento tra
71 giorni
G
Jakarta ePrix
05 giu
-
06 giu
Prossimo evento tra
105 giorni
G
Berlin ePrix
20 giu
-
21 giu
Prossimo evento tra
120 giorni
G
New York City ePrix
10 lug
-
11 lug
Prossimo evento tra
140 giorni
G
London ePrix
25 lug
-
25 lug
Prossimo evento tra
155 giorni
G
E-Prix di Londra II
26 lug
-
26 lug
Prossimo evento tra
156 giorni

È subito José María López a dare il ritmo in Argentina!

condivisioni
commenti
È subito José María López a dare il ritmo in Argentina!
Di:
Tradotto da: Gabriele Testi, Direttore Responsabile Motorsport.com Switzerland
18 feb 2017, 12:39

Il pilota della DS Virgin Racing, attesissimo nell’ePrix di Buenos Aires, ha usato tutti i 200 kiloWatt di potenza nelle FP1 per abbassare il record 2016 di mezzo secondo e precedere i rivali Vergne ed Evans.

Jose Maria Lopez, DS Virgin Racing, Spark-Citroen, Virgin DSV-02
Virgin Team Photo, Sam Bird, DS Virgin Racing, Spark-Citroen, Virgin DSV-02, Alex Lynn, DS Virgin Ra
Jean-Eric Vergne, Techeetah, Spark-Renault, Renault Z.E 16
Sam Bird, DS Virgin Racing, Spark-Citroen, Virgin DSV-02
Sam Bird, DS Virgin Racing, Spark-Citroen, Virgin DSV-02
Jean-Eric Vergne, Techeetah, Spark-Renault, Renault Z.E 16
Jean-Eric Vergne, Techeetah, Spark-Renault, Renault Z.E 16
Jean-Eric Vergne, Techeetah, Spark-Renault, Renault Z.E 16
Mitch Evans, Jaguar Racing, James Barclay, Jaguar Racing Team Manager
Mitch Evans, Jaguar Racing
Mitch Evans, Jaguar Racing

José María López della DS Virgin Racing, attesissimo idolo di casa, ha messo dietro Jean-Eric Vergne e gli altri diciotto avversari nella prima uscita ufficiale dell'edizione 2017 dell’ePrix di Buenos Aires durante la mattinata di sabato 18 febbraio.

Il pilota argentino ha impostato un giro veloce di 1’09”431” sulla ormai storica pista da 2,48 km di lunghezza di Puerto Madero, abbassando di ben mezzo secondo il primato dello scorso anno.

L'ex campione del WTCC, che corre sulla pista di casa in Formula E per la prima volta nella propria carriera, ha usato il picco massimo di potenza di 200 kW per saggiare il terreno e involarsi. 

Il rivale francese, al volante della Techeetah motorizzata Renault, è invece risultato il più rapido dei corridori “full electric” che non hanno usato più di 170 kiloWatt nel primo turno di prove libere.

Mitch Evans ha utilizzato anch’egli la massima potenza di 200 kW a proprio vantaggio e si è piazzato terzo, dando una spinta anche morale a una Jaguar Racing che, in riva al Rio de la Plata, andrà in caccia dei primi punti della stagione 2016-2017.

Il leader del campionato e vincitore delle prime due gare Sébastien Buemi non è andato più in là del quarto posto sulla Renault Z.E. 16, davanti al vincitore dello scorso anno a Buenos Aires, cioè Sam Bird, al volante della seconda vettura della DS Virgin Racing. 

I temuti rovesci di pioggia non si sono visti in Argentina durante i primi 45 minuti di attività sulla pista sudamericana, iniziati con il campione di Formula E della stagione inaugurale, Nelson Piquet Jr, che ha imposto il ritmo ai rivali al volante della resuscitata monoposto della NextEV NIO.

Il brasiliano ha però concluso la sessione in 11esima posizione, appena dietro il compagno di squadra Oliver Turvey.

Felix Rosenqvist, già poleman a Marrakech il 12 novembre scorso, ha infilato un impressionante sesto miglior tempo con la Mahindra M3Electro pur avendo visto il tracciato di Puerto Madero soltanto fugacemente nello shakedown del venerdì. 

 

Il primo turno di prove libere è stato anche interrotto con bandiera rossa dopo appena 20 minuti, allorché Antonio Félix Da Costa è rimasto coinvolto in un incidente piuttosto serio a bordo della consueta macchina del team MS Amlin Andretti.

Il vincitore dell’ePrix inaugurale di Buenos Aires nella stagione 2014-2015 pareva essere “sopravvissuto” a una perdita di controllo del mezzo allorché ha sbattuto nel muretto della curva 6, infliggendo danni all’avantreno e al posteriore della propria ATEC-02. La sospensione ha comportato una perdita di tempo per gli addetti ai lavori nell’ordine della dozzina di minuti.

Ad esclusione dell’errore del portoghese, un veterano della categoria “full electric”, la sessione è stata relativamente libera da incidenti.

In realtà, è stato ancora una volta il lusitano schierato da Michael Andretti a determinare la comparsa delle bandiere gialle una volta tornato nella mischia, quando ha parcheggiato l’altra vettura in dotazione a lato della pista in seguito a un problema tecnico, cagionando il secondo e ultimo intervento della bandiera rossa che ha comportato la fine delle ostilità.

Prove Libere 1: 

Cla#PilotaTeamGiriTempoGapDistaccokm/h
1 37 argentina José María López  united_kingdom Virgin Racing 16 1'09.431     128.536
2 25 france Jean-Éric Vergne  china Techeetah 21 1'09.959 0.528 0.528 127.566
3 20 new_zealand Mitch Evans  united_kingdom Jaguar Racing 21 1'10.111 0.680 0.152 127.289
4 9 switzerland Sébastien Buemi  france DAMS 17 1'10.305 0.874 0.194 126.938
5 2 united_kingdom Sam Bird  united_kingdom Virgin Racing 14 1'10.371 0.940 0.066 126.819
6 19 sweden Felix Rosenqvist  india Mahindra Racing 21 1'10.512 1.081 0.141 126.565
7 8 france Nicolas Prost  france DAMS 16 1'10.529 1.098 0.017 126.535
8 23 germany Nick Heidfeld  india Mahindra Racing 20 1'10.756 1.325 0.227 126.129
9 11 brazil Lucas Di Grassi  germany Audi Sport Team ABT 19 1'10.792 1.361 0.036 126.065
10 88 united_kingdom Oliver Turvey  china NEXTEV TCR Formula E Team 19 1'10.883 1.452 0.091 125.903
11 3 brazil Nelson Piquet Jr.  china NEXTEV TCR Formula E Team 23 1'10.980 1.549 0.097 125.731
12 6 france Loïc Duval  united_states Dragon Racing 15 1'11.076 1.645 0.096 125.561
13 27 netherlands Robin Frijns  united_states Andretti Autosport 15 1'11.229 1.798 0.153 125.291
14 28 portugal António Félix Da Costa united_states Andretti Autosport 11 1'11.329 1.898 0.100 125.116
15 4 france Stéphane Sarrazin  monaco Venturi 18 1'11.435 2.004 0.106 124.930
16 7 belgium Jérôme D'Ambrosio  united_states Dragon Racing 18 1'11.585 2.154 0.150 124.668
17 47 united_kingdom Adam Carroll  united_kingdom Jaguar Racing 19 1'11.588 2.157 0.003 124.663
18 66 germany Daniel Abt  germany Audi Sport Team ABT 14 1'11.617 2.186 0.029 124.612
19 33 china Ma Qing Hua  china Techeetah 21 1'12.316 2.885 0.699 123.408
20 5 germany Maro Engel  monaco Venturi 18 1'12.362 2.931 0.046 123.329
 

 

 

Prossimo Articolo
Prost: “Siamo preparati al meglio per le alte temperature”

Articolo precedente

Prost: “Siamo preparati al meglio per le alte temperature”

Prossimo Articolo

A Puerto Madero le seconde prove libere dicono Sam Bird

A Puerto Madero le seconde prove libere dicono Sam Bird
Carica commenti