Formula E
05 giu
-
06 giu
Prossimo evento tra
11 giorni
G
Berlin ePrix
20 giu
-
21 giu
Prossimo evento tra
26 giorni
G
New York City ePrix
10 lug
-
11 lug
Canceled
25 lug
-
25 lug
Canceled
G
E-Prix di Londra II
26 lug
-
26 lug
Canceled

E-Prix del Messico: Evans e la Jaguar senza rivali in gara

condivisioni
commenti
E-Prix del Messico: Evans e la Jaguar senza rivali in gara
Di:
16 feb 2020, 08:20

Il pilota neozelandese ha dominato dal primo all'ultimo giro imponendo un ritmo inarrivabile per tutti. Ottima la rimonta di da Costa, che chiude secondo, e di Sims risalito dalla ventesima alla quinta piazza.

Una cavalcata trionfale. Non può definirsi in altro modo quanto compiuto da Mitch Evans a Città del Messico in occasione del terzo round stagionale della Formula E.

Il pilota della Jaguar è stato infatti l’autentico dominatore sul tracciato dedicato ai fratelli Rodriguez, mantenendo la prima posizione dalla partenza sino alla bandiera a scacchi.

Evans ha posto le fondamenta del successo già allo spegnersi dei semafori quando è scattato meglio del poleman Lotterer per poi superare alla prima curva il tedesco con un pizzico di astuzia costringendolo ad andare sull’erba.

Da quel momento il pilota della Jaguar ha imposto il proprio ritmo approfittando anche della lotta che si è scatenata alle sue spalle sino a transitare sotto la bandiera a scacchi con un comodo vantaggio di 4’’ su Antonio Felix da Costa.

Il portoghese, ancora una volta, si è confermato un pilota di sostanza e concreto. Nonostante una qualifica infelice che l’ha visto ottenere il decimo tempo, da Costa ha iniziato una rimonta furiosa e soltanto una gestione scellerata da parte del muretto gli ha impedito di ridurre il distacco da Evans.

Nelle battute finali, infatti, il box ha imposto al portoghese di rallentare per far passare il suo compagno di team Vergne proprio quando da Costa aveva appena preso l’ultimo attack mode. Antonio ha alzato il piede sul rettilineo ma poco dopo ha sopravanzato nuovamente il campione in carica per poi mettersi all’attacco di Bird.

L’inglese della Virgin non è riuscito a reggere la pressione del pilota del DS Techeetah ed al penultimo giro, nel tentativo di resistere ad un sorpasso, è andato a muro concludendo la propria gara con un amaro ritiro.

L’incidente ha così spalancato le porte del secondo gradino del podio a da Costa, mentre il terzo posto è stato agguantato da un Buemi finalmente autore di una prova concreta dopo un inizio di stagione al di sotto delle aspettative.

Gara di riscatto anche per Jean-Eric Vergne. Il campione in carica, infatti, ha avuto un avvio di campionato da incubo ed aveva bisogno di una prestazione maiuscola per raddrizzare una stagione iniziata in modo pessimo.

Jev è riuscito a chiudere in quarta posizione una corsa nella quale, ancora una volta, non è stato in grado di reggere il ritmo di da Costa, ma può e deve sperare che questo piazzamento ai piedi del podio sia una svolta.

Dopo una qualifica che definire pessima è riduttivo, Alexander Sims è riuscito a concludere l’E-Prix messicano al quinto posto. Il pilota della BMW ha patito problemi di bilanciamento sin dalle libere ed era scattato da una anonima ventesima posizione in griglia.

Sims, però, non si è lasciato scoraggiare e grazie a sorpassi duri, e numerosi errori da parte dei suoi rivali, è riuscito a risalire in classifica piazzandosi davanti a Di Grassi e Rowland.

Il pilota dell’Audi e quello della Nissan sono stati protagonisti di un duello serrato nei minuti finali della corsa, ma il brasiliano ha fatto valere la propria esperienza giocandosi anche la carta del Fanboost nel momento ideale.

La top ten si è completata con Mortara, ottava, davanti a Calado e Wehrlein, mentre fuori dai primi dieci ha chiuso l’ex leader della classifica, Stoffel Vandoorne.

Il pilota Mercedes ha commesso un grave errore nei giri conclusivi andando ad impattare con la posteriore destra contro un muretto di protezione, danneggiando seriamente la sua monoposto per poi retrocedere sino ad essere costretto al ritiro.

In casa Mercedes è stata una trasferta da dimenticare anche a causa di una gara scellerata di de Vries. L’olandese ha cercato di resistere in modo estremo ad un tentativo di sorpasso da parte di da Costa sul rettilineo principale e dopo averlo stretto al muro in modo molto violento ha staccato tardissimo finendo col colpire, a ruote fumanti, prima Frijns e poi le barriere di protezione.

Al termine del round messicano la classifica della Formula E ha un nuovo padrone. Evans, infatti, è salito al primo posto in graduatoria con 47 punti seguito ad una sola lunghezza di distacco da un Sims sempre costante, mentre da Costa occupa il terzo posto a quota 39 punti.

Cla Pilota Team Giri Tempo Gap Distacco km/h Punti
1 New Zealand Mitch Evans United Kingdom Jaguar Racing 36 46'42.093     120.5 26
2 Portugal António Félix Da Costa China Techeetah 36 46'46.364 4.271 4.271 120.3 18
3 Switzerland Sébastien Buemi France DAMS 36 46'48.274 6.181 1.910 120.3 15
4 France Jean-Éric Vergne China Techeetah 36 46'56.424 14.331 8.150 119.9 12
5 United Kingdom Alexander Sims United States Andretti Autosport 36 47'01.337 19.244 4.913 119.7 11
6 Brazil Lucas Di Grassi Germany Audi Sport Team ABT 36 47'10.439 28.346 9.102 119.3 8
7 United Kingdom Oliver Rowland France DAMS 36 47'11.843 29.750 1.404 119.3 6
8 Switzerland Edoardo Mortara Monaco Venturi 36 47'12.297 30.204 0.454 119.2 4
9 United Kingdom James Calado United Kingdom Jaguar Racing 36 47'12.889 30.796 0.592 119.2 2
10 Germany Pascal Wehrlein India Mahindra Racing 36 47'13.225 31.132 0.336 119.2 1
11 Belgium Jérôme D'Ambrosio India Mahindra Racing 36 47'14.911 32.818 1.686 119.1  
12 Netherlands Robin Frijns United Kingdom Virgin Racing 36 47'15.758 33.665 0.847 119.1  
13 Germany Maximilian Gunther United States Andretti Autosport 36 47'17.605 35.512 1.847 119.0  
14 New Zealand Brendon Hartley United States Dragon Racing 36 47'18.492 36.399 0.887 119.0  
15 United Kingdom Oliver Turvey United Kingdom NIO Formula E Team 36 47'32.981 50.888 14.489 118.4  
16 Switzerland Neel Jani Germany Porsche Team 36 47'46.984 1'04.891 14.003 117.8  
17 Belgium Stoffel Vandoorne Germany Mercedes 35 46'49.093 1 Lap 1 Lap    
  United Kingdom Sam Bird United Kingdom Virgin Racing 31 40'50.201 5 Laps 4 Laps    
  Germany Daniel Abt Germany Audi Sport Team ABT 30 40'22.897 6 Laps 1 Lap    
  China Ma Qing Hua United Kingdom NIO Formula E Team 25 34'56.582 11 Laps 5 Laps    
  Netherlands Nyck De Vries Germany Mercedes 18 25'18.722 18 Laps 7 Laps    
  Germany André Lotterer Germany Porsche Team 11 17'18.735 25 Laps 7 Laps   3
  Brazil Felipe Massa Monaco Venturi 6 10'57.511 30 Laps 5 Laps    
  Switzerland Nico Müller United States Dragon Racing 2 2'34.101 34 Laps 4 Laps    
Scorrimento
Lista

Brendon Hartley, Dragon Racing, Penske EV-4

Brendon Hartley, Dragon Racing, Penske EV-4
1/22

Foto di: Sam Bloxham / Motorsport Images

Antonio Felix da Costa, DS Techeetah, DS E-Tense FE20

Antonio Felix da Costa, DS Techeetah, DS E-Tense FE20
2/22

Foto di: Sam Bloxham / Motorsport Images

Edoardo Mortara, Venturi, EQ Silver Arrow 01

Edoardo Mortara, Venturi, EQ Silver Arrow 01
3/22

Foto di: Joe Portlock / Motorsport Images

Felipe Massa, Venturi, EQ Silver Arrow 01 nella pit lane

Felipe Massa, Venturi, EQ Silver Arrow 01 nella pit lane
4/22

Foto di: Sam Bloxham / Motorsport Images

Jean-Eric Vergne, DS Techeetah, DS E-Tense FE20, Antonio Felix da Costa, DS Techeetah, DS E-Tense FE20

Jean-Eric Vergne, DS Techeetah, DS E-Tense FE20, Antonio Felix da Costa, DS Techeetah, DS E-Tense FE20
5/22

Foto di: Joe Portlock / Motorsport Images

Felipe Massa, Venturi, EQ Silver Arrow 01

Felipe Massa, Venturi, EQ Silver Arrow 01
6/22

Foto di: Joe Portlock / Motorsport Images

James Calado, Jaguar Racing, Jaguar I-Type 4

James Calado, Jaguar Racing, Jaguar I-Type 4
7/22

Foto di: Joe Portlock / Motorsport Images

Ma Qing Hua, NIO 333, NIO FE-005

Ma Qing Hua, NIO 333, NIO FE-005
8/22

Foto di: Joe Portlock / Motorsport Images

Mitch Evans, Jaguar Racing, Jaguar I-Type 4

Mitch Evans, Jaguar Racing, Jaguar I-Type 4
9/22

Foto di: Joe Portlock / Motorsport Images

Nyck De Vries, Mercedes Benz EQ, EQ Silver Arrow 01

Nyck De Vries, Mercedes Benz EQ, EQ Silver Arrow 01
10/22

Foto di: Joe Portlock / Motorsport Images

Nyck De Vries, Mercedes Benz EQ, EQ Silver Arrow 01

Nyck De Vries, Mercedes Benz EQ, EQ Silver Arrow 01
11/22

Foto di: Alastair Staley / Motorsport Images

Nyck De Vries, Mercedes Benz EQ, EQ Silver Arrow 01

Nyck De Vries, Mercedes Benz EQ, EQ Silver Arrow 01
12/22

Foto di: Alastair Staley / Motorsport Images

Pascal Wehrlein, Mahindra Racing, M6Electro

Pascal Wehrlein, Mahindra Racing, M6Electro
13/22

Foto di: Dom Romney / Motorsport Images

Oliver Rowland, Nissan e.Dams, Nissan IMO2

Oliver Rowland, Nissan e.Dams, Nissan IMO2
14/22

Foto di: Joe Portlock / Motorsport Images

Stoffel Vandoorne, Mercedes Benz EQ, EQ Silver Arrow 01

Stoffel Vandoorne, Mercedes Benz EQ, EQ Silver Arrow 01
15/22

Foto di: Alastair Staley / Motorsport Images

Sam Bird, Virgin Racing, Audi e-tron FE06

Sam Bird, Virgin Racing, Audi e-tron FE06
16/22

Foto di: Alastair Staley / Motorsport Images

Sam Bird, Virgin Racing, Audi e-tron FE06

Sam Bird, Virgin Racing, Audi e-tron FE06
17/22

Foto di: Joe Portlock / Motorsport Images

Stoffel Vandoorne, Mercedes Benz EQ, EQ Silver Arrow 01

Stoffel Vandoorne, Mercedes Benz EQ, EQ Silver Arrow 01
18/22

Foto di: Joe Portlock / Motorsport Images

Sébastien Buemi, Nissan e.Dams, Nissan IMO2

Sébastien Buemi, Nissan e.Dams, Nissan IMO2
19/22

Foto di: Alastair Staley / Motorsport Images

Sébastien Buemi, Nissan e.Dams, Nissan IMO2

Sébastien Buemi, Nissan e.Dams, Nissan IMO2
20/22

Foto di: Joe Portlock / Motorsport Images

Neel Jani, Porsche, Porsche 99x Electric

Neel Jani, Porsche, Porsche 99x Electric
21/22

Foto di: Sam Bloxham / Motorsport Images

Alexander Sims, BMW I Andretti Motorsports, BMW iFE.20

Alexander Sims, BMW I Andretti Motorsports, BMW iFE.20
22/22

Foto di: Joe Portlock / Motorsport Images

Prossimo Articolo
E-Prix del Messico: Lotterer regala la prima pole alla Porsche

Articolo precedente

E-Prix del Messico: Lotterer regala la prima pole alla Porsche

Prossimo Articolo

E-Prix del Messico: mistero fanboost nei botti di Abt e De Vries

E-Prix del Messico: mistero fanboost nei botti di Abt e De Vries
Carica commenti

Riguardo questo articolo

Serie Formula E
Evento Mexico City ePrix
Sotto-evento Gara
Piloti Mitch Evans
Team Jaguar Racing Acquista adesso
Autore Marco Di Marco