È la Mercedes l’undicesima squadra della Formula E

Alejandro Agag ha confermato che la Casa di Stoccarda, che nella stagione 2016-2017 ha piazzato i piloti ufficiali Felix Rosenqvist e Maro Engel in veste esplorativa, entrerà nel 2018-2019.

Come già rivelato da Motorsport.com nel mese di agosto, la serie “full electric” cercherà di espandere il numero delle squadre partecipanti da 10 a 12, e così è adesso la Mercedes a valutare in maniera estremamente seria l'opportunità di unirsi alla Formula E a partire dal quinto anno.

Il campionato deve, tuttavia, ottenere l'appoggio delle 10 scuderie esistenti se vuole far crescere la griglia di partenza nella stagione 2018-2019, l’ultima del primo ciclo di vita della specialità.

"Siamo stati a guardare la crescita della Formula E con grande interesse", ha spiegato Toto Wolff, responsabile della Mercedes-Benz Motorsport.

"Al momento attuale, stiamo guardando tutte le opzioni disponibili in futuro in seno all’automobilismo, e saremmo molto soddisfatti di un accordo che ci assicurasse la possibilità di entrare nella categoria dal quinto anno”.

E ancora: "L’elettrificazione giocherà un ruolo importante nel futuro dell'industria automobilistica. Le corse sono sempre state una piattaforma di ricerca e sviluppo in campo tecnologico e in ambito automotive, e questo renderà la Formula E ancora più rilevante in futuro".

Vertici aziendali e ingegneri del gruppo Mercedes hanno presenziato a diverse gare della specialità a emissioni zero nel corso delle stagioni 2014-2015 e 2015-2016, e il piano iniziale di collaborazione con un team già insediato, più o meno nello stesso modo in cui le “cugine tedesche” Audi e BMW hanno fatto, si ritiene che abbia attraversato diversi studi di fattibilità e valutazioni operative.

Un terreno comune tra F.1 e F.E

La Mercedes e la Formula E condividono anche un’importante collaborazione: si tratta della Qualcomm. Il gigante della tecnologia wireless è partner ufficiale di entrambi e si ipotizza che abbia ricevuto un ruolo significativo nel garantire che la Mercedes possa avere la prospettiva di coinvolgimento nella serie elettrica.

Parlando dell’ipotesi di prenotazione di una franchigia a nome della società Mercedes-Benz Grand Prix Limited (MGP), Alejandro Agag, CEO della Formula E, ha dichiarato: "Siamo lieti di confermare che abbiamo riservato uno dei due nuovi slot per la stagione cinque proprio alla MGP”.

"La Formula E vuole diventare la piattaforma in cui le Case automobilistiche possano testare e sviluppare le tecnologie che un domani introdurranno sulle loro vetture stradali”.

"Avere la possibilità di includere un marchio come la Mercedes nel nostro campionato nel breve periodo rappresenterebbe una spinta importantissima per conseguire tale obiettivo", ha continuato il manager spagnolo.

"La Formula E sta diventando un emozionante mix di produttori affermati come Renault, Citroen-DS, Audi, Mahindra o Jaguar, di nuovi marchi come Faraday Future e NextEV o di macroscopici fabbricanti di componenti per auto come Schaeffler e ZF.

In sintesi: “La Mercedes incarnerebbe una grande aggiunta a tale crescente line-up".

Due piloti sotto contratto ufficiale Mercedes-Benz sono entrati in Formula E in questa stagione: si tratta di Felix Rosenqvist e Maro Engel, rispettivamente accasatisi alla Mahindra e alla Venturi.

Come ben noto, proprio l’équipe monegasca ha parlato con diversi costruttori durante l'estate ed è stata molto vicina a una potenziale collaborazione.

Nissan, Volvo/Polestar, Porsche e Mugen sono le altre Case automobilistiche di grido note per avere manifestato un interesse concreto ad entrare in Formula E con un ruolo significativo negli anni a venire.

Scrivi un commento
Mostra commenti
A proposito di questo articolo
Campionati Formula E
Piloti Maro Engel , Felix Rosenqvist
Articolo di tipo Ultime notizie
Tag alejandro agag, mercedes-benz, toto wolff