Di Grassi: “Vettel e Hamilton? In F.E farebbero fatica...”

condivisioni
commenti
Di Grassi: “Vettel e Hamilton? In F.E farebbero fatica...”
Gabriele Testi
Di: Gabriele Testi , Direttore Responsabile Svizzera
22 apr 2016, 08:00

In un’intervista tivù alla CNN alla vigilia dell’ePrix di Parigi, il leader di classifica ha affermato che anche talenti del calibro di Sebastian e Lewis se la vedrebbero brutta se esordissero nella serie “full electric”...

Il box di Lucas Di Grassi, Abt Schaeffler Audi Sport
Lucas Di Grassi, ABT Schaeffler Audi Sport
Sebastian Vettel, Ferrari SF16-H
Sebastian Vettel, Ferrari with media
Lewis Hamilton, Mercedes AMG F1 Team W07
Lewis Hamilton, Mercedes AMG F1 Team

Niente peli sulla lingua. In un’intervista decisamente interessante che ha toccato presente e passato del motorsport e gli ambiti di più categorie, Lucas Di Grassi ha affermato con grande tranquillità che alcuni campioni iridati del Circus come Sebastian Vettel e Lewis Hamilton se la vedrebbero brutta in Formula E.

Sentito dalla CNN alla vigilia dell’ePrix di Parigi di questo fine settimana, il portacolori del team ABT Schaeffler Audi Sport, nonché leader di classifica della serie “full electric”, non ha usato mezze misure: "Entrambi incontrerebbero serie difficoltà se venissero in Formula E, non ho alcun dubbio. Sono atleti fantastici, sono i piloti più talentuosi della nostra generazione e forse, direi, quasi dell’intera nostra vita agonistica, ma se si presentassero in Formula E dall’oggi al domani avrebbero sicuramente vita difficile...”.

Il brasiliano ha azzardato anche un’ipotesi specifica: “Dovrebbero imparare le piste da zero, perché tutti i tracciati sono nuovi di zecca, sono tutte piste cittadine, sulle quali non è fattibile né consentito provare. Questo perché non sarebbe possibile, ad esempio, chiudere le strade di Parigi e dire al sindaco: 'Okay, vorremmo effettuare alcune sessioni di test".

L’ex driver in Formula 1 di Renault e Virgin Racing si è poi spinto oltre, formulando una proposta originale nonché oltremodo suggestiva: "Credo che dovrebbero invitarli a partecipare a una gara, anche una soltanto, per consentirci di vedere come si comporterebbero. Sono sicuro che patirebbero una dura concorrenza e che passerebbero anche qualche momento difficile". 

 

Prossimo articolo Formula E
Gaillardot: “Nella terza stagione gli inverter saranno la chiave ”

Articolo precedente

Gaillardot: “Nella terza stagione gli inverter saranno la chiave ”

Prossimo Articolo

Nuove coperture Michelin nella terza stagione di F.E

Nuove coperture Michelin nella terza stagione di F.E
Carica commenti