Di Grassi replica a Marko: "Il futuro è elettrico, forse lui è troppo vecchio..."

condivisioni
commenti
Di Grassi replica a Marko:
Di:
25 gen 2019, 17:27

Il brasiliano non ha gradito le critiche dell'uomo Red Bull, dicendo che la Formula E adotta sistemi utili per le auto di serie della nuova generazione e che lui è rimasto legato al passato.

Dopo i "missili" lanciati sulla Formula E da Helmut Marko, non è tardata ad arrivare la risposta di uno dei piloti di maggior spicco per la categoria elettrica, ossia Lucas Di Grassi.

Il brasiliano ha replicato alle accuse dell'uomo Red Bull che aveva puntato il dito sulle macchine elettriche, a suo dire "lente e create solo per distrarre dallo scandalo dei diesel".

Di Grassi, uno dei primissimi ad unirsi al mondo della Formula E ed oggi pilota Audi, ha spiegato cosa in realtà c'è dietro il progetto del suo marchio e degli altri impegnati nella serie.

"Audi guadagna più in Formula E che in Formula 1 e il fatto che ogni prossima sua auto in futuro sarà elettrica lo conferma - dice il sudamericano a Motorsport.com - Dobbiamo capire quali sono i fattori che ci limitano e quali siano i migliori materiali per sviluppare il software di controllo del motore. Abbiamo tutti questi sviluppi sulle nostre monoposto e verranno utilizzati nel futuro.

"Sappiamo già come lavora il motore a combustione, la cosa interessante è scoprire come possiamo rendere veloce una vettura elettrica, più efficiente e più economica. Questo è ciò che facciamo, non solo Audi, ma tutti. E' una categoria molto più commerciale rispetto alla Formula 1".

Leggi anche:

Detto questo, ecco la frecciata di Di Grassi in replica a Marko.

"Il Dr. Marko dice che è un 'purista delle corse'. Per me non è vero, dipende sempre da ciò che questa cosa vuol dire per la gente. Cosa vuole intendere lui? Allora, se questo è il suo pensiero, dovrebbe difendere le auto con motore normale, non quelle con sistema ibrido come le F1 di oggi".

"Le nostre macchine hanno in cambio completamente manuale senza paddleshift, cosa che invece le F1 montano. Parliamone. E' una opinione personale, dovrebbe dire "io non corro in Formula E, sono troppo vecchio, voglio il motore a combustione e competere in F1". E' vero che questa resta la primissima categoria del motorsport e nessuno lo può negare, ma il futuro è elettrico".

Informazioni aggiuntive di Gabriel Lima

Prossimo Articolo
Il promoter del GP di Russia vuole organizzare una gara di Formula E a San Pietroburgo nel 2020

Articolo precedente

Il promoter del GP di Russia vuole organizzare una gara di Formula E a San Pietroburgo nel 2020

Prossimo Articolo

BMW: Sims e da Costa saranno lasciati liberi di correre nonostante lo scontro di Marrakesh

BMW: Sims e da Costa saranno lasciati liberi di correre nonostante lo scontro di Marrakesh
Carica commenti

Su questo articolo

Serie Formula E
Piloti Lucas Di Grassi
Team Audi Sport ABT Schaeffler
Autore Francesco Corghi