Di Grassi: "L'ultimo giro è stato pazzesco, non riesco a credere di aver vinto!"

condivisioni
commenti
Di Grassi:
Di:
17 feb 2019, 13:05

Il brasiliano dell'Audi è stato protagonista di un duello col coltello tra i denti con Pascal Wehrlein ed ha beffato il tedesco per pochi millesimi proprio transitando sul rettilineo d'arrivo.

Il vincitore della gara Lucas Di Grassi, Audi Sport ABT Schaeffler, festeggia mentre si reca verso il podio
Sébastien Buemi, Nissan e.Dams, Nissan IMO1, precede Pascal Wehrlein, Mahindra Racing, M5 Electro e Daniel Abt, Audi Sport ABT Schaeffler, Audi e-tron FE05
Podio: il vincitore della gara Lucas Di Grassi, Audi Sport ABT Schaeffler, il secondo classificato Antonio Felix da Costa, BMW I Andretti Motorsports e il terzo classificato, Edoardo Mortara Venturi Formula E
Pascal Wehrlein, Mahindra Racing, M5 Electro
Felipe Massa, Venturi Formula E, Venturi VFE05 precede Antonio Felix da Costa, BMW I Andretti Motorsports, BMW iFE.18 e Alexander Sims BMW I Andretti Motorsports, BMW iFE.18
Pascal Wehrlein, Mahindra Racing, M5 Electro
Pascal Wehrlein, Mahindra Racing, M5 Electro

L’ultimo giro dell’E-Prix di Città del Messico è stato intenso ed emozionante grazie al duello tra Lucas di Grassi e Pascal Wehrlein in lotta per il successo. Il brasiliano ha tentato un primo affondo ai danni del tedesco in curva 1 ed ha poi costretto all’errore il pilota della Mahindra in curva 3.

Wehrlein, infatti,ha dovuto tagliare la curva e questa manovra gli è costata 5 secondi di penalità. Nonostante ciò, il tedesco ha mantenuto in pista la posizione davanti a di Grassi, ma quando i due sono giunti sul rettilineo di arrivo la Mahindra ha improvvisamente rallentato per aver esaurito l’energia disponibile ed il pilota dell’Audi ha così potuto tagliare il traguardo in prima posizione.

Il brasiliano, al termine della gara, non ha nascosto tutto il proprio entusiasmo per un successo rocambolesco: “Devo dirlo, questa è stata forse la mia migliore gara in Formula E perché sono stato costretto a pazientare e risparmiare energia all’inizio. Ho dovuto trovare il momento giusto per sorpassare”.

Leggi anche:

“Sono riuscito a sopravanzare Rowland quando è andato nella zona dell’attack mode”.

Di Grassi ha poi parlato della difesa aggressiva di Wehrlein: “Sapevo che stava esaurendo l’energia ed ho iniziato a pressarlo cercando di superarlo negli ultimi cinque giri”.

“Quando siamo arrivati all’uscita della chicane in curva 3 potevo vedere tutte le curve nelle quali si difendeva e dove chiudeva lo spazio. Nell’ultimo giro ero alle sue spalle e sono andato all’esterno tentato di passare nel piccolo varco che mi aveva lasciato tra il muro ed il cordolo”.

“L’ho affiancato ma ha tagliato la chicane. Dopo questa manovra mi ha chiuso la porta. Antonio stava rimontando dietro di noi ed ho dovuto controllare anche la sua vettura negli specchietti mentre che tentavo il sorpasso decisivo. E’ stato un ultimo giro pazzesco”.

“Quando siamo giunti sul rettilineo d’arrivo mi ha chiuso nuovamente la porta, ma io ero al suo fianco e sono riuscito a superarlo sfiorando il muretto. Ancora non riesco a crederci!”.

Prossimo Articolo
Fotogallery: l'ePrix di Città del Messico regala un finale molto eccitante!

Articolo precedente

Fotogallery: l'ePrix di Città del Messico regala un finale molto eccitante!

Prossimo Articolo

Buemi incredulo: "Siamo rimasti senza energia per un errore di calcolo"

Buemi incredulo: "Siamo rimasti senza energia per un errore di calcolo"
Carica commenti
Be first to get
breaking news