Di Grassi: “Le nuove Formula E non devono emulare la F.1”

In attesa del primo test privato fissato in ottobre, il campione in carica della serie “full electric” ha confermato che le vetture che vedremo nella stagione 5 avranno un look differente rispetto all'attuale...

Di Grassi: “Le nuove Formula E non devono emulare la F.1”

Sebbene la loro progettazione sarà affidata ancora una volta alla Spark Racing Technology, che nel corso dell’ultimo week end del campionato a Montréal ha mostrato ai team un’anticipazione di quello che sarà il futuro, il disegno delle monoposto in azione nel 2018-2019 sarà lontano dall’attuale "simil F1", soprattutto nella zona posteriore e dell’abitacolo, rivisitato per l’inserimento del sistema HALO.

A dichiararlo ad Autosport il pilota ABT Schaeffler Audi Sport, Lucas Di Grassi, fresco vincitore del Campionato FIA di Formula E. “Le macchine saranno molto diverse. Per agevolare i duelli le dimensioni resteranno abbastanza simili, ma strutturalmente saranno più resistenti proprio per rendere più fattibili le battaglie”, ha rivelato il brasiliano. 

“Esteticamente sono belle, inoltre non vi è grande presenza dell’aerodinamica. Alla fine a chi interessa se le auto sono di un secondo più veloci o lente se sono tutte uguali? La "aero” dovrebbe essere basica e non influenzare troppo le corse, mentre bisognerebbe garantire efficienza, potenza e sicurezza. Se verranno mantenuti questi standard, allora sarà un sicuro successo malgrado l’aspetto da monoposto tipo Roborace, moderne e non basate sulle Formula 1”, ha poi aggiunto.

Mentre il Presidente FIA Jean Todt ha promesso sorprese in termini di “sicurezza e tecnologia”, il vincitore della coppa 2016-2017 si è proclamato scettico a proposito della protezione del cockpit.

“Chiudere la monoscocca significa eliminare il concetto di ruote scoperte”, la riflessione del driver di San Paolo. 

“All’opposto proteggere le ruote rende le macchine più efficienti e futuristiche. A mio avviso il punto che non è stato centrato è che un veicolo elettrico permette di creare progetti impensabili per un mezzo dotato di motore a combustione interna. Ad esempio, avendo a disposizione un propulsore nelle ruote si possono integrare batteria e diffusore e ricevere aria fresca dal fondo”.

“Ciò che conta è non replicare le vecchie idee per una categoria che potrebbe dare vita a qualcosa di assolutamente inedito, considerata la tecnologia che la spinge. Capisco che per i modelli correnti si sia cercato un compromesso, ma non per quelli di domani”, ha quindi concluso.

 
condivisioni
commenti
Buemi: “Brutto il mio sfogo del Canada visto dalla TV”
Articolo precedente

Buemi: “Brutto il mio sfogo del Canada visto dalla TV”

Prossimo Articolo

Wolff: “La Mercedes 'deve correre' in Formula E!”

Wolff: “La Mercedes 'deve correre' in Formula E!”
Carica commenti
Formula E: la costanza non è l'elemento chiave per il titolo Prime

Formula E: la costanza non è l'elemento chiave per il titolo

Andare costantemente a punti potrebbe non essere la scelta vincente per puntare al titolo in Formula E, complice anche un format di qualifica penalizzante per i piloti di vertice e creato per scompigliare le carte.

Formula E
23 lug 2021
Formula E: a Monaco è grande show ad andamento lento Prime

Formula E: a Monaco è grande show ad andamento lento

L'E-Prix nel Principato ha messo a nudo le inferiorità tecnico-velocistiche delle monoposto elettriche, che però hanno regalato una corsa molto bella sfruttando al meglio le proprie caratteristiche su un tracciato che non è stato pensato apposta per loro.

Formula E
11 mag 2021
Formula E: il flop di Valencia come monito per il futuro Prime

Formula E: il flop di Valencia come monito per il futuro

Lontana dai centri cittadini la Formula E ha evidenziato tutte le sue lacune. L'esperimento di Valencia servirà da lezione per gli organizzatori della categoria che hanno ottenuto un richiamo mediatico enorme, ma per i motivi sbagliati...

Formula E
27 apr 2021
Formula E: la redenzione di Vergne e Vandoorne a Roma Prime

Formula E: la redenzione di Vergne e Vandoorne a Roma

Nel weekend dell'E-Prix di Roma il pilota della DS Techeetah ed il belga della Mercedes sono riusciti a conquistare due vittorie dopo due incidente che avrebbero potuto gettare tutto al vento. Scopriamo come è stato possibile.

Formula E
13 apr 2021
Paradosso Formula E: chi vuole sviluppare l'elettrico se ne va Prime

Paradosso Formula E: chi vuole sviluppare l'elettrico se ne va

L'addio di Audi per abbracciare una categoria che permetta di sviluppare l'auto e la tecnologia elettrica da zero è un campanello d'allarme preoccupante. E ora anche la Extreme E propone innovazioni che vanno oltre quelle in uso dalla Formula E.

Dakar
9 apr 2021
Cosa rivela l'impegno di Nissan sul futuro della Formula E Prime

Cosa rivela l'impegno di Nissan sul futuro della Formula E

La Casa giapponese ha confermato il proprio impegno nella categoria elettrica anche per i prossimi anni e questo è un chiaro segno che denota come la Formula E non sia solo una ottima piattaforma di marketing.

Formula E
1 apr 2021
Formula E: un inizio controverso tra incidenti e missili! Prime

Formula E: un inizio controverso tra incidenti e missili!

Con la nuova stagione di Formula E che ha preso il via in Arabia Saudita, il campionato è sembrato cercare di recuperare il tempo perduto con un eccesso di azione e polemiche dentro e fuori la pista. Mentre alcuni punti di discussione potrebbero avere gravi ripercussioni, è stata un'apertura di 2021 esplosiva per molte ragioni.

Formula E
4 mar 2021
Chinchero racconta Vergne - Stelle di altri mondi Prime

Chinchero racconta Vergne - Stelle di altri mondi

Stelle di altri mondi è la rubrica in cui Roberto Chinchero, prima firma di F1 di Motorsport.com, racconta la carriera nel motorsport di piloti che la F1 non hanno potuto fare altro che sognarla nonostante il grande talento o che nel Circus iridato sono state talentuose meteore. Buon ascolto!

Formula E
18 feb 2021