Formula E
14 feb
-
15 feb
Evento concluso
27 feb
-
29 feb
Evento concluso
05 giu
-
06 giu
Prossimo evento tra
56 giorni
G
Berlin ePrix
20 giu
-
21 giu
Prossimo evento tra
71 giorni
G
New York City ePrix
10 lug
-
11 lug
Prossimo evento tra
91 giorni
25 lug
-
25 lug
Prossimo evento tra
106 giorni
G
E-Prix di Londra II
26 lug
-
26 lug
Prossimo evento tra
107 giorni

Di Grassi: “In futuro dovremo scegliere: o WEC o Formula E”

condivisioni
commenti
Di Grassi: “In futuro dovremo scegliere: o WEC o Formula E”
Di:
Tradotto da: Gabriele Testi, Direttore Responsabile Motorsport.com Switzerland
23 dic 2016, 14:34

Il pilota brasiliano, che nel 2017 si concentrerà sulla categoria “full electric” con il team ABT Schaeffler Audi Sport, ambisce in più soltanto a "vere" classiche dell’edurance come Le Mans e Daytona.

Lucas di Grassi, ABT Schaeffler Audi Sport
Lucas di Grassi, ABT Schaeffler Audi Sport; Daniel Abt, ABT Schaeffler Audi Sport
Lucas di Grassi, ABT Schaeffler Audi Sport; Daniel Abt, ABT Schaeffler Audi Sport
Prof. Dr. Peter Gutzmer, Schaeffler with Lucas di Grassi, ABT Schaeffler Audi Sport
#8 Audi Sport Team Joest Audi R18: Lucas di Grassi, Loic Duval, Oliver Jarvis
#8 Audi Sport Team Joest Audi R18: Lucas di Grassi, Loic Duval, Oliver Jarvis
Lucas di Grassi, Audi Sport Team Joest
Podio LMP1: vincitori della gara #8 Audi Sport Team Joest Audi R18: Lucas di Grassi, Loic Duval, Oli
Lucas di Grassi, ABT Schaeffler Audi Sport, si esibisce lungo Marunouchi NakaDori Street
Lucas di Grassi, ABT Schaeffler Audi Sport, si esibisce lungo Marunouchi NakaDori Street
Lucas di Grassi, ABT Schaeffler Audi Sport, si esibisce lungo Marunouchi NakaDori Street
Lucas di Grassi, ABT Schaeffler Audi Sport, si esibisce lungo Marunouchi NakaDori Street
Vincitori della gara #8 Audi Sport Team Joest Audi R18: Lucas di Grassi, Loic Duval, Oliver Jarvis
#8 Audi Sport Team Joest Audi R18: Lucas di Grassi, Loic Duval, Oliver Jarvis
#8 Audi Sport Team Joest Audi R18: Lucas di Grassi, Loic Duval, Oliver Jarvis
#8 Audi Sport Team Joest Audi R18: Lucas di Grassi, Loic Duval, Oliver Jarvis

Lucas Di Grassi ritiene che in futuro sempre più piloti dovranno scegliere tra un impegno a tempo pieno in Formula E e uno nel WEC, dal momento che diventerà sempre più difficile competere efficacemente in entrambe le serie.

Il brasiliano ha trascorso le ultime due stagioni disputando ambedue i campionati in parallelo nella sua qualità di pilota ufficiale Audi, ma egli sposterà il proprio obiettivo principale verso la serie “full electric” in seguito al ritiro del Marchio tedesco dal Campionato Mondiale Endurance.

Di Grassi non sarà pertanto più costretto a scegliere tra la 6 Ore del Nurburgring e il week end del primo doppio ePrix di New York del luglio prossimo, ma molti dei suoi rivali, compreso Sébastien Buemi, leader di classifica della Formula E, si troveranno a dover optare per l’una o per l’altra soluzione, salvo eventuali modifiche di data dell’ultimo minuto nel WEC. 

Parlando di questa fastidiosa concomitanza, Lucas ritiene che i giorni in cui i piloti potevano impegnarsi a tempo pieno in due campionati sono ormai contati, a causa del crescente livello di impegno che la specialità a emissioni zero ormai richiede.

Sentito da Motorsport.com, il sudamericano ha dichiarato: "Tutti vorrebbero avere uno schieramento piloti completo per la Formula E, e alcune squadre avranno un grosso problema: soprattutto perché là (nella “Grande Mela”, ndr) non è prevista una sola gara, ma due...”.

"Se alcuni miei colleghi decidessero di saltare l’evento delle monoposto elettriche per il WEC, sarebbe soltanto una loro scelta. Parliamoci chiaro: una vettura di Classe LMP1 può ‘funzionare’ anche con due soli piloti in una corsa di sei ore. Lo abbiamo già fatto quest'anno al Nurburgring, quando Benoit (Treluyer, ndr) si è fatto male”. 

"Penso che tutto dipenda da come vanno i campionati. Se non hai nessuna possibilità di un conquistare il titolo in una serie, si opta chiaramente per correre nell’altra. E la decisione dovrebbe essere abbastanza facile”.

E ancora: "Inoltre, bisogna vedere se i singoli contratti dei piloti implicano che i concorrenti debbano privilegiare una categoria rispetto all’altra. Per coloro i quali guidano per due diversi costruttori, la situazione è molto più difficile”.

"In futuro, penso che dovranno scegliere un campionato o l'altro. Punto. La Formula E è diventata una categoria sempre più impegnativa, che richiede un sacco di sforzi e di risorse. E che deve far emergere la particolare abilità ai concorrenti".

Alcune gare top accanto all'elettrico

Anche se il suo obiettivo principale sarà il Campionato FIA di Formula E, Lucas Di Grassi ha aggiunto che nel 2017 vorrebbe disputare alcuni eventi chiave della categoria Sport Prototipi nel corso della stagione, tra cui la 24 Ore di Le Mans.

"Ho una proposta per affrontare la 24 Ore di Daytona, e mi piacerebbe non poco correre anche la maratona del Nurburgring nonché la Coppa del Mondo GT di Macao", ha detto il paulista.

"Non voglio fare alcun altro campionato completo in parallelo, tuttavia mi piacerebbe proprio poter disputare alcune altre corse speciali durante l'anno. Quindi questo è quello che probabilmente finirò per fare in futuro”.

“Se potessi tornare a Le Mans con la ragionevole possibilità di vincere, sicuramente è un’opportunità che mi concederei. Ci sono stati già alcuni colloqui nel paddock: se alcune squadre dovessero schierare una terza vettura, potrebbero invitarmi senza problemi e io ne sarei molto felice...".

Prossimo Articolo
Berlino rende sicuri i mercatini di Natale con i muretti della Formula E

Articolo precedente

Berlino rende sicuri i mercatini di Natale con i muretti della Formula E

Prossimo Articolo

Kamui Kobayashi pensa ora di abbinare WEC e Formula E

Kamui Kobayashi pensa ora di abbinare WEC e Formula E
Carica commenti

Riguardo questo articolo

Serie Formula E
Piloti Lucas Di Grassi
Team Audi Sport Team ABT
Autore Jamie Klein