Di Grassi: “Una gara divertente, ma anche ricca di episodi”

Dopo una partenza non particolarmente brillante, il campione in carica dell’Audi Sport ha dato vita a un’avvincente rimonta, stigmatizzando in seguito l’inchiesta voluta dalla giuria sul suo cambio vettura.

Combattivo come al solito, Lucas Di Grassi non si è risparmiato neppure sul suolo di Roma e, malgrado prove libere e qualifiche non proprio esaltanti in terra italiana, è stato in grado di recuperare posizioni in Formula E e di chiudere ad un passo dal vincitore.

“È stato innanzitutto un evento straordinario in cui tutti hanno cercato di difendersi al meglio”, ha esordito il brasiliano del team Audi Sport ABT Schaeffler, giunto alle spalle di Sam Bird

“Per quanto mi concerne, il mio start non è stato il massimo. Mi hanno chiuso all’interno e sono scivolato in ottava-nona piazza. A quel punto, ho cercato di essere conservativo, di amministrare bene l’energia e di fare un buon pit-stop".

E ancora: "In seguito ho provato a sorpassare Sébastien Buemi, in quel momento in difficoltà, mentre con Mitch Evans è stata dura tenerlo a bada, in quanto aveva più carica di me. Comunque, l’importante è avercela fatta ed essermi divertito in un finale denso i avvenimenti”.

Per concludere, a proposito dell’indagine avviata dai Commissari Sportivi circa il suo pit-stop, il driver dell’Audi e-tron FE04 ha considerato: “Non ho idea di che cosa sia successo. Il mio cambio vettura è stato regolare e in linea con quelli precedenti, inoltre quando sono uscito dal box non c’era nessuno". 

 

"A mio avviso questo nuovo sistema senza tempo è sbagliato. Adesso tutti vogliono effettuare la procedura il più rapidamente possibile. Io sinceramente vorrei che la differenza la si facesse in pista”.

 

Scrivi un commento
Mostra commenti
A proposito di questo articolo
Campionati Formula E
Evento ePrix di Roma
Sub-evento Sabato, post-gara
Circuito Circuito Cittadino dell'EUR
Piloti Lucas Di Grassi
Team Audi Sport Team ABT
Articolo di tipo Intervista