De Silvestro: “Almeno la seconda auto era migliore...”

14esima al traguardo in Argentina, la lady driver italo-svizzera del team Amlin Andretti ha stupito in un sorpasso

Nessuna variazione di posizioni nel corso dell'ePrix di Buenos Aires per Simona De Silvestro, unica lady al via della categoria “full electric”. La italo-svizzera del team Amlin Andretti, al volante di una Spark-Renault SRT_01E edizione 2014, è partita 14esima e... 14esima è arrivata al traguardo. Non sarà però dimenticato il sorpasso alla prima curva del primo giro, allorché ha scavalcato in un solo colpo ben quattro vetture avversarie...

"Abbiamo avuto davvero un grande inizio a Baires, sono partita in 14esima posizione e ho recuperato due posti in classifica già nel primo passaggio", ha detto Simona De Silvestro. “Poi, durante tutta la corsa ho lottato con le temperature. Siamo stati costretti a risparmiare un bel po' di energia e ho avuto alcuni problemi col display del cruscotto allo start. Quindi, la prima parte di gara è stata un po' complicata. Nella seconda metà ho vissuto qualche contrattempo ai box. La nuova vettura era comunque decisamente migliore della precedente, benché nel complesso io abbia un po' faticato col set-up e con l'energia che abbiamo dovuto risparmiare. Ma le corse sono fatte così, si sa. Impareremo dai nostri errori e studieremo i dati telemetrici, per migliorare nella gara seguente”.

Scrivi un commento
Mostra commenti
A proposito di questo articolo
Campionati Formula E
Evento ePrix di Buenos Aires
Sub-evento Sabato, post-gara
Circuito Puerto Madero Street Circuit
Piloti Simona De Silvestro
Team Andretti Autosport
Articolo di tipo Intervista