Daniel Juncadella si offre per la Mercedes di Formula E

Il pilota di Barcellona, campione europeo di Formula 3 nel 2012 e alfiere della Casa di Stoccarda nel DTM, ha cambiato idea sulla serie “full electric” e ipoteca "a parole" un sedile in vista del torneo 2018-2019...

Daniel Juncadella si offre per la Mercedes di Formula E
Conferenza stampa: Daniel Juncadella, Mercedes-AMG Team HWA, Mercedes-AMG C63 DTM
Daniel Juncadella, Mercedes-AMG Team HWA, Mercedes-AMG C63 DTM
Daniel Juncadella, Mercedes-AMG Team HWA, Mercedes-AMG C63 DTM
Daniel Juncadella, Mercedes-AMG Team HWA, Mercedes-AMG C63 DTM
Daniel Juncadella, Pertamina Campos Racing
Daniel Juncadella, Pertamina Campos Racing
Daniel Juncadella, Pertamina Campos Racing
Daniel Juncadella, Pertamina Campos Racing
Daniel Juncadella, Pertamina Campos Racing
Daniel Juncadella, Hitech GP Dallara Mercedes
Daniel Juncadella, Hitech GP Dallara Mercedes
Daniel Juncadella, Hitech GP Dallara Mercedes
Daniel Juncadella, Hitech GP Dallara Mercedes
Starting grid, #56 Black Falcon, Mercedes-AMG GT3: Abdulaziz Al Faisal, Daniel Juncadella, Oliver Mo
#56 Black Falcon, Mercedes-AMG GT3: Abdulaziz Al Faisal, Daniel Juncadella, Oliver Morley, Miguel To
#56 Black Falcon, Mercedes-AMG GT3: Abdulaziz Al Faisal, Daniel Juncadella, Oliver Morley, Miguel To

Con la Mercedes-Benz che comincia ad occhieggiare un futuro impegno nel Campionato FIA di Formula E ed inizia a muoversi di conseguenza, vi sono piloti che alzano la mano e in qualche modo si candidano a un avvenire nella serie “full electric”.

Fra di loro c’è Daniel Juncadella, impegnato con la Casa della Stella a tre punte nel DTM e incuriosito dalla specialità lanciata nel 2014 da Alejandro Agag più di quanto non abbia fatto pubblicamente nelle scorse settimane Marco Wittmann, portacolori della BMW.

Lo spagnolo, oggi 25enne, ha trascorso ben quattro stagioni nel Deutsche Tourenwagen Masters dalla sua ultima campagna in monoposto, in cui vinse il Campionato Europeo di Formula 3 nella stagione 2012, e si è detto un po’ deluso dall’esito del torneo di quest'anno, in cui non è andato più in là di 24 punti in classifica.

Anche se Juncadella spera esplicitamente di rimanere nel DTM nella prossima stagione – del resto, la Mercedes è l'unico costruttore a non avere ancora annunciato il proprio schieramento piloti per il 2017 nel Turismo tedesco - è anche aperto all’idea di un sedile in Formula E, dove ritroverebbe alcuni amici di vecchia data come Antonio Félix Da Costa e Felix Rosenqvist, impegnati con i team MS Amlin Andretti e Mahindra Racing. 

"Oggi davvero trovo che il campionato di Formula E sia un fenomeno sportivo molto buono e ogni mio collega che ci corre dice che è anche molto divertente", ha dichiarato Daniel al settimanale britannico Autosport, di proprietà di motorsport.com.

"Se devo essere onesto, ero parecchio scettico all'inizio, perché non condividevo il pensiero di un automobilismo sostenibile, della ricerca esagerata di un’efficienza dei consumi e del cambio vettura durante le gare”.

"Ma alla fine mi sono reso conto che si tratta di una forma di motorsport che sta mettendo su un bello spettacolo, e vedere la Formula E portare così tanti spettatori sui tracciati è qualcosa di molto impressionante”.

"Le corse nei centri storici delle città e i circuiti nuovi per tutti sono un elemento che pare fatto apposta per dimostrare il talento dei driver, il che lo trovo molto interessante".

Con la Mercedes-Benz che ha la possibilità oggettiva e concreta di unirsi alla Formula E a partire dall’edizione 2018-2019 del Campionato FIA “full electric”, il colosso tedesco potrebbe essere il datore di lavoro più logico di Juncadella. 

"Io sono un ambasciatore della Mercedes al momento, ed essere coinvolto da loro in nuove iniziative è qualcosa che mi piace parecchio", ha aggiunto Daniel. "Inoltre, le monoposto di Formula E hanno un aspetto fresco e accattivante, soprattutto se viste dall'esterno".

Se Daniel Juncadella si unisse alla specialità a emissioni zero, egli riporterebbe la bandiera spagnola in Formula E dai tempi dell’impegno di Jaime Alguersuari con la Virgin Racing, Oriol Servià con la Dragon Racing e, una tantum, di Antonio García con la China Racing nella stagione 2014-2015.

Negli ultimi due anni, il pilota di Barcellona ha affrontato il Gran Premio di Macao di Formula 3, categoria che lo lanciò quattro anni or sono nel Vecchio Continente, e ha trascorso una giornata di test GP2 ad Abu Dhabi il mese scorso con la Campos Racing.

condivisioni
commenti
Las Vegas, i dieci piloti “virtuali” abbinati ai team di F.E
Articolo precedente

Las Vegas, i dieci piloti “virtuali” abbinati ai team di F.E

Prossimo Articolo

Duecentomila dollari al vincitore della VISA Vegas eRace 2017!

Duecentomila dollari al vincitore della VISA Vegas eRace 2017!
Carica commenti
Formula E: la costanza non è l'elemento chiave per il titolo Prime

Formula E: la costanza non è l'elemento chiave per il titolo

Andare costantemente a punti potrebbe non essere la scelta vincente per puntare al titolo in Formula E, complice anche un format di qualifica penalizzante per i piloti di vertice e creato per scompigliare le carte.

Formula E
23 lug 2021
Formula E: a Monaco è grande show ad andamento lento Prime

Formula E: a Monaco è grande show ad andamento lento

L'E-Prix nel Principato ha messo a nudo le inferiorità tecnico-velocistiche delle monoposto elettriche, che però hanno regalato una corsa molto bella sfruttando al meglio le proprie caratteristiche su un tracciato che non è stato pensato apposta per loro.

Formula E
11 mag 2021
Formula E: il flop di Valencia come monito per il futuro Prime

Formula E: il flop di Valencia come monito per il futuro

Lontana dai centri cittadini la Formula E ha evidenziato tutte le sue lacune. L'esperimento di Valencia servirà da lezione per gli organizzatori della categoria che hanno ottenuto un richiamo mediatico enorme, ma per i motivi sbagliati...

Formula E
27 apr 2021
Formula E: la redenzione di Vergne e Vandoorne a Roma Prime

Formula E: la redenzione di Vergne e Vandoorne a Roma

Nel weekend dell'E-Prix di Roma il pilota della DS Techeetah ed il belga della Mercedes sono riusciti a conquistare due vittorie dopo due incidente che avrebbero potuto gettare tutto al vento. Scopriamo come è stato possibile.

Formula E
13 apr 2021
Paradosso Formula E: chi vuole sviluppare l'elettrico se ne va Prime

Paradosso Formula E: chi vuole sviluppare l'elettrico se ne va

L'addio di Audi per abbracciare una categoria che permetta di sviluppare l'auto e la tecnologia elettrica da zero è un campanello d'allarme preoccupante. E ora anche la Extreme E propone innovazioni che vanno oltre quelle in uso dalla Formula E.

Dakar
9 apr 2021
Cosa rivela l'impegno di Nissan sul futuro della Formula E Prime

Cosa rivela l'impegno di Nissan sul futuro della Formula E

La Casa giapponese ha confermato il proprio impegno nella categoria elettrica anche per i prossimi anni e questo è un chiaro segno che denota come la Formula E non sia solo una ottima piattaforma di marketing.

Formula E
1 apr 2021
Formula E: un inizio controverso tra incidenti e missili! Prime

Formula E: un inizio controverso tra incidenti e missili!

Con la nuova stagione di Formula E che ha preso il via in Arabia Saudita, il campionato è sembrato cercare di recuperare il tempo perduto con un eccesso di azione e polemiche dentro e fuori la pista. Mentre alcuni punti di discussione potrebbero avere gravi ripercussioni, è stata un'apertura di 2021 esplosiva per molte ragioni.

Formula E
4 mar 2021
Chinchero racconta Vergne - Stelle di altri mondi Prime

Chinchero racconta Vergne - Stelle di altri mondi

Stelle di altri mondi è la rubrica in cui Roberto Chinchero, prima firma di F1 di Motorsport.com, racconta la carriera nel motorsport di piloti che la F1 non hanno potuto fare altro che sognarla nonostante il grande talento o che nel Circus iridato sono state talentuose meteore. Buon ascolto!

Formula E
18 feb 2021