Compleanno con il… botto per Orlando Bloom in F.E!

Il celebre attore britannico, amante delle corse, è stato protagonista di un’esperienza letteralmente “dirompente” in occasione del week end della serie “full electric” di Marrakech, seconda tappa della stagione 2017-2018.

Compleanno con il… botto per Orlando Bloom in F.E!
L'attore Orlando Bloom in griglia con Alejandro Agag, CEO Formula E
L'attore Orlando Bloom in griglia
Alejandro Agag, Formula E CEO, con l'attore Orlando Bloom in griglia
L'attore Orlando Bloom in griglia
L'attore Orlando Bloom in griglia
L'attore Orlando Bloom guida una vettura di Formula E
L'attore Orlando Bloom
L'attore Orlando Bloom con Alejandro Agag, CEO Formula E, nella Qualcomm BMW Safety Car
L'attore Orlando Bloom
L'attore Orlando Bloom con Alejandro Agag, CEO Formula E, nella Qualcomm BMW Safety Car
L'attore Orlando Bloom con Alejandro Agag, CEO Formula E, nella Qualcomm BMW Safety Car
L'attore Orlando Bloom
L'attore Orlando Bloom
L'attore Orlando Bloom
L'attore Orlando Bloom
L'attore Orlando Bloom
L'attore Orlando Bloom
L'attore Orlando Bloom
Carica lettore audio

Saggiata l’ebbrezza di un giro sulla Safety Car a Marrakech da cui è sceso sorridente ed eccitato dal sedile del passeggero, Orlando Bloom è passato sul più angusto abitacolo di una vettura di Formula E per sfrecciare in piena solitudine lungo il circuito marocchino. 

 

Assistito in ogni mossa dai meccanici e istruito a dovere, il 41enne si è immesso in pit-lane e, una volta calata la visiera, si è buttato in pista. Purtroppo per lui, però, il godimento è durato pochissimo, visto che già dopo un paio di curve aveva perso il controllo dell’auto finendo contro le barriere.

“Si tratta soltanto di un musetto!”, si è giustificato divertito rientrando al box. 

 

“Ci siamo dimenticati di dirti la regola numero 1: niente incidenti!”, il rimprovero tra il serio e il faceto di uno dei tecnici, a cui la star del “Il Pirata dei Caraibi” ha ribattuto mostrando con orgoglio, quasi fosse un trofeo, un pezzo di ala volata via nell’impatto: “Questo me lo porto a casa!”. 

 

Imprevisto a parte, in serata, Mister Bloom ha potuto comunque celebrare il suo compleanno in grande stile, soffiando sulle candeline di una torta a forma di monoposto del tutto uguale a quella guidata.

 

condivisioni
commenti

Ecco perché la grande “debolezza” della F.E. è un male necessario

La colonna di Buemi: “La corsa al titolo è un tutti contro tutti!”