Colpo di scena a Montréal: in Gara 1 vince Di Grassi ed è leader!

condivisioni
commenti
Colpo di scena a Montréal: in Gara 1 vince Di Grassi ed è leader!
Chiara Rainis
Di: Chiara Rainis , Motorsport.com Switzerland
29 lug 2017, 22:47

Scattato dalla pole, il pilota della scuderia ABT Schaeffler Audi Sport ha dominato l’intera gara e, complice la penalità di 10 posizioni in griglia all’ex leader Sébastien Buemi, si è portato in testa alla classifica.

Lucas di Grassi, ABT Schaeffler Audi Sport, precede Jean-Eric Vergne, Techeetah
Lucas di Grassi, ABT Schaeffler Audi Sport
Lucas di Grassi, ABT Schaeffler Audi Sport, parla con Dario Franchitti in griglia
Jean-Eric Vergne, Techeetah
Jean-Eric Vergne, Techeetah
Jean-Eric Vergne, Techeetah
Stéphane Sarrazin, Techeetah
Stéphane Sarrazin, Techeetah
Stéphane Sarrazin, Techeetah, festeggia sul podio

È stata una corsa densa di avvenimenti quella che ci ha regalato sabato sera la Formula E. Partito al palo, il brasiliano Lucas Di Grassi ha fatto quello che doveva e si è portato a casa la vittoria aiutato dal FanBoost. 

 

Dal canto suo, Sébastien Buemi, in errore nella seconda sessione di libere e costretto a partire 12esimo per le 10 posizioni di penalità seguite alla sostituzione della batteria, ha dato vita ad un’emozionante rimonta. 

 

Autore di uno start pessimo, l’elvetico della Renault e.dams, si è ritrovato 16esimo al termine del primo giro. Ripresosi dal concitamento delle fasi iniziali, ha quindi cominciato la propria serie di sorpassi e dopo tredici tornate era già in zona top 10. 

 

Un’ulteriore chance per lui è arrivata dalle bandiera gialle del Full Course Yello, sventolate per l’incidente al giro 15 tra la Penske 701-EV di Loic Duval, punito poi con un "drive through" per aver causato la collisione, e la Mahindra di Nick Heidfeld, ko con una ruota piegata. 

 

Approfittando del momento di congelamento della gara e del rientro al box per il cambio vettura, malgrado un’incomprensione con Daniel Abt, suo “disturbatore” per l’intera manche, l’ex portacolori della Toro Rosso in Formula 1 ha potuto scalare qualche altra posizione e sul finale si è addirittura trovato a duellare senza esclusione di colpi per il podio con un Stéphane Sarrazin, in grande forma con una Techeetah anch'essa motorizzata Renault, e per nulla intenzionato a lasciare strada libera al driver e.dams, che infatti si è dovuto accontentare del quarto posto. 

 

Secondo di giornata si è attestato invece Jean-Eric Vergne, pure lui su una monoposto della cinese Techeetah, che quasi ha sfiorato il successo, andando prendere il fuggitivo Lucas Di Grassi (ABT Schaeffler FE02) nelle tornate conclusive.

Quinto è giunto Daniel Abt, come detto ombra di Sébastien Buemi per tutti e 35 i giri e con lui protagonista di un episodio in pit-lane, con un tamponamento ai danni dello svizzero che ha ricordato lo scontro Hamilton-Vettel in Formula 1 durante il GP dell’Azerbaijan. 

 

Sesto Sam Bird su DS Virgin, davanti a Nicolas Prost su Renault. Tra l’altro il francese era stato penalizzato al termine della Super Pole, poiché i commissari avevano trovato la sua vettura sottopeso.

Ottavo Mitch Evans su Panasonic Jaguar seguito da Robin Frijns su Andretti e dallo svedese della Mahindra, Felix Rosenqvist, sempre aggressivo e più volte autore di baci alle barriere, l’ultimo dei quali gli ha danneggiato lo sterzo nel finale e lo ha fatto scivolare indietro, negandogli la possibilità di lottare per la top 3. 

 

Per quanto riguarda gli altri, da segnalare un testacoda di Antonio Félix Da Costa su Andretti, 15esimo, dopo un contatto con la Panasonic Jaguar di Adam Carroll al 30esimo passaggio, e il botto appena sei tornate prima di José Maria Lopez su DS Virgin all’ultima curva. Un episodio, quest'utimo, che ha fatto entrare la vettura di sicurezza. 

 

Gara: 

Cla #PilotaTeamGiriTempoGapDistaccokm/hRitiratoPunti
1   11 brazil Lucas Di Grassi  germany Audi Sport Team ABT 35 56'55.592     101.3   28
2   25 france Jean-Éric Vergne  china Techeetah 35 56'55.942 0.350 0.350 101.3   18
3   33 france Stéphane Sarrazin  china Techeetah 35 57'03.461 7.869 7.519 101.0   15
4   9 switzerland Sébastien Buemi  france DAMS 35 57'03.848 8.256 0.387 101.0   12
5   66 germany Daniel Abt  germany Audi Sport Team ABT 35 57'04.184 8.592 0.336 101.0   10
6   2 united_kingdom Sam Bird  united_kingdom Virgin Racing 35 57'04.505 8.913 0.321 101.0   8
7   8 france Nicolas Prost  france DAMS 35 57'05.650 10.058 1.145 101.0   6
8   20 new_zealand Mitch Evans  united_kingdom Jaguar Racing 35 57'06.049 10.457 0.399 101.0   4
9   27 netherlands Robin Frijns  united_states Andretti Autosport 35 57'11.428 15.836 5.379 100.8   2
10   19 sweden Felix Rosenqvist  india Mahindra Racing 35 57'12.356 16.764 0.928 100.8   1
11   4 france Tom Dillmann  monaco Venturi 35 57'14.912 19.320 2.556 100.7    
12   7 belgium Jérôme D'Ambrosio  united_states Dragon Racing 35 57'15.821 20.229 0.909 100.7    
13   5 germany Maro Engel  monaco Venturi 35 57'17.906 22.314 2.085 100.6    
14   3 brazil Nelson Piquet Jr.  china NEXTEV TCR Formula E Team 35 57'18.737 23.145 0.831 100.6    
15   28 portugal António Félix Da Costa  united_states Andretti Autosport 35 57'30.378 34.786 11.641 100.2    
16   88 united_kingdom Oliver Turvey  china NEXTEV TCR Formula E Team 35 57'42.588 46.996 12.210 99.9    
17   47 united_kingdom Adam Carroll  united_kingdom Jaguar Racing 35 57'45.204 49.612 2.616 99.8    
  dnf 6 france Loïc Duval  united_states Dragon Racing 26 53'21.867 9 giri 9 giri   Ritirato  
  dnf 37 argentina José María López  united_kingdom Virgin Racing 23 36'41.012 12 giri 3 giri   Ritirato  
  dnf 23 germany Nick Heidfeld  india Mahindra Racing 13 19'10.210 22 giri 10 giri   Ritirato

 

Prossimo articolo Formula E