Bird: “Il mio è stato un podio per limitare i danni”

Partito dalla decima posizione, in Uruguay il driver britannico della DS Virgin è stato protagonista di una rimonta che lo ha portato nella top 3 e ora è ad appena tre punti dal secondo della generale Felix Rosenqvist.

Seppur non particolarmente brillante, autore di due sessioni di prove libere e di una qualifica senza errori di rilievo, Sam Bird ha dato il meglio di sé in gara e a Punta del Este ha conquistato un terzo posto molto importante in ottica iridata. 

“Sin dall’inizio della corsa ho avuto un buon passo”, ha confessato al termine. “Sinceramente avrei soltanto voluto vedere i due davanti battersi ancora più vivacemente nelle battute conclusive in modo da approfittarne, ma purtroppo sono finiti i giri a disposizione!”.

“Ho cercato di fare il massimo per arrivare sui loro scarichi, poi però ho rovinato la gomma anteriore sinistra della mia DS Virgin e dunque ho capito che dovevo soltanto mantenere la posizione. Ovviamente sono contento di essere entrato fra i primi tre della classifica parziale e di aver limitato i danni da un Jean-Éric Vergne ormai in fuga davanti”, ha concluso il 31enne. 

 

Sam Bird è stato anche protagonista con il compagno di squadra Alex Lynn di un brivido in pit lane, quando al momento del cambio vettura i due hanno rischiato di scontrarsi.

 

 

 

Scrivi un commento
Mostra commenti
A proposito di questo articolo
Campionati Formula E
Evento ePrix di Punta del Este
Sub-evento Sabato, post-gara
Circuito Streets of Punta del Este
Piloti Sam Bird
Team DS Virgin Racing
Articolo di tipo Intervista