Ascoltiamo “l'urlo” dei nuovi powertrain elettrici di F.E

I promotori del Campionato FIA "verde" hanno prodotto un filmato montando immagini e suoni prodotti, alla fine della corsia box di Donington Park, dagli inediti motori per la stagione 2016-2017...

La stagione 2016-2017 del Campionato FIA di Formula E registrerà allo stesso tempo l'esordio di nuovi costruttori e l’evoluzione dei propulsori di scuderie esistenti e già visti nel torneo andato in archivio agli inizi del mese di luglio con il doppio ePrix di Londra.

Per la seconda volta consecutiva, le squadre della serie lanciata da Alejandro Agag hanno realizzato in proprio i motori, gli inverter, le trasmissioni e i sistemi di raffreddamento, approfittando peraltro di regolamenti leggermente “liberalizzati” in alcuni punti, a partire da quelli relativi alla regolazione del regen.

Gli organizzatori della categoria, approfittando della tre giorni di test di Donington Park svoltasi dal 23 al 25 agosto e alla vigilia di quella successiva prevista dal 5 al 7 settembre, hanno infatti realizzato un video grazie al quale si possono ascoltare i rumori prodotti dai vari powertrain che vedremo in azione e, per l’appunto, “udiremo” nel terzo anno di vita della Formula E

 

Com'è già noto, in vista dell’ePrix di Hong Kong del 9 ottobre le novità si sprecano, anche se gli unici ingressi compiuti realmente ex novo sono quelli della Jaguar Racing, che rilevò il Team Trulli già nell’inverno scorso e si affiderà ad Adam Carroll e probabilmente Matt Evans, e della scuderia Techeetah, la quale si è assicurata l’ex franchigia del Team Aguri e userà unità motrici Renault sulle monoposto affidate a Jean-Éric Vergne e Ma Qing Hua.

Le altre variazioni sul tema della specialità “full electric”, rispettando l’ordine del filmato, sono la collaborazione “de facto” e ufficiosa fra la BMW Motorsport e la Andretti Technologies, l’alleanza fra la start-up americana Faraday Future e la Dragon Racing, oggi non più motorizzata Venturi, la Renault Z.E. 16 erede della Z.E. 15 in dotazione alla regina e.dams e il powertrain singolo e ricostruito daccapo della DSV-02 by DS Virgin Racing.

E ancora: il motore Magneti Marelli in dotazione all’indiana Mahindra Racing, l’evoluzione TCR 002 della NextEV NIO, che conserverà “coraggiosamente” l’architettura a due e-motor gemellati, la ABT Schaeffler FE02, che godrà del contributo finanziario e tecnico dell’Audi AG e dell’Audi Sport, e, infine, la Venturi VM200-FE-02 a due velocità anziché quattro.

Gli appassionati potranno anche effettuare un confronto "ad orecchio" con le sonorità dei primi powertrain realizzati dalle squadre per la Formula E, dal momento che già un anno fa gli organizzatori guidati da Alejandro Agag si concessero un analogo esperimento mediatico...

 

 

 

 

Scrivi un commento
Mostra commenti
A proposito di questo articolo
Campionati Formula E
Evento Donington Park, test di agosto
Sub-evento Tecnica
Circuito Donington Park
Articolo di tipo Curiosità
Tag motori, novità, rumore