Anche il principe William al simulatore della Mahindra!

condivisioni
commenti
Anche il principe William al simulatore della Mahindra!
Gabriele Testi
Di: Gabriele Testi , Direttore Responsabile Svizzera
10 apr 2016, 23:14

Il Duca e la Duchessa di Cambridge hanno provato e "guidato" una M2Electro virtuale della factory indiana nel corso della loro visita ufficiale a Mumbai, città cuore dell’ex Impero Britannico.

Duca di Cambridge, Anand Mahindra
Duca di Cambridge, Duchessa di Cambridge
Duca di Cambridge, Anand Mahindra
Duca di Cambridge, Duchessa di Cambridge, Anand Mahindra

Bella operazione pubblicitaria per la Mahindra Racing, azienda in grande crescita nel Campionato FIA di Formula E, che a Long Beach il 4 aprile scorso ha raccolto il miglior risultato complessivo della propria storia, grazie al quarto posto di Nick Heidfeld e alla quinta posizione di Bruno Senna, nonché 22 punti.

Il Duca e la Duchessa di Cambridge, che stavano celebrando a Mumbai il lancio dei "Tech Rocketship Awards", hanno incontrato diversi giovani imprenditori a “The Social”, un luogo che è allo stesso tempo una caffetteria e uno spazio di lavoro di possibile condivisione dei business nella città di Mumbai.

Il principe William, giovane erede al trono del Regno Unito di Gran Bretagna e Irlanda del Nord, si è infatti cimentato con il simulatore della M2Electro, un’apparecchiatura informatica specifica e all’avanguardia utilizzata dalla squadra diretta da Dilbagh Gill, dal pilota tedesco e dal coéquipier brasiliano per preparare i vari appuntamenti della categoria “full electric”, a partire dal prossimo round di Parigi. 

Anand Mahindra, presidente dell’omonimo gruppo industriale asiatico, che nell’occasione ufficiale ha fatto da anfitrione ai due reali d’Inghilterra, ha dichiarato divertito: "Il Duca di Cambridge è un pilota di aereo (segnatamente un elicotterista della RAF, ndr), e ha dunque una certa familiarità con i simulatori. Al volante della M2Electro ‘virtuale’, era totalmente concentrato per riuscire a fare un buon lavoro in pista, proprio come un driver professionista. Pare proprio avere le doti per una possibilità di carriera alternativa, se soltanto lo volesse!". 

Prossimo articolo Formula E
Vittoria e leadership per Lucas Di Grassi negli Stati Uniti!

Articolo precedente

Vittoria e leadership per Lucas Di Grassi negli Stati Uniti!

Prossimo Articolo

Gaillardot: “Nella terza stagione gli inverter saranno la chiave ”

Gaillardot: “Nella terza stagione gli inverter saranno la chiave ”
Carica commenti