Amore a prima… pista tra nuove Michelin e piloti di F.E

Le coperture realizzate dalla Casa di Clermont Ferrand per aumentare l’aderenza e raggiungere prima le temperature d’esercizio hanno soddisfatto di primo acchito i veterani Buemi, Sarrazin e D’Ambrosio…

Amore a prima… pista tra nuove Michelin e piloti di F.E
Stéphane Sarrazin, Venturi
Stéphane Sarrazin, Venturi
Jérôme d'Ambrosio, Dragon Racing
Jerome D'Ambrosio, Dragon Racing
Sébastien Buemi, Renault e.Dams
Sébastien Buemi, Renault e.Dams
Una gomma Michelin usata
Ingegnere delle gomme

Buona la prima. Pressoché tutti i piloti hanno elogiato i nuovi pneumatici sviluppati e prodotti dalla Michelin in vista dell’edizione 2016-2017 del Campionato FIA di Formula E, nel corso della quale cambieranno molte, moltissime cose.

Il produttore di pneumatici francese, che potrebbe essere legittimamente considerato uno dei “padri fondatori” della categoria “full electric” e che ha realizzato gli pneumatici universali per le prime due stagioni di vira della specialità, ha realizzato e portato a Donington Park la nuova gomma “ognitempo” le cui specifiche hanno lo scopo manifesto di fornire più grip alle macchine.

A Sébastien Buemi, campione in carica della Formula E, è stato chiesto di esprimersi sugli nuovi pneumatici durante una sessione in diretta di Facebook Live sul canale ufficiale della categoria.

Il driver svizzero della e.dams Renault ha detto: "Penso che siano abbastanza complicate da usare, ma almeno ciò vale per tutti. Abbiamo bisogno di imparare a utilizzarle abbastanza rapidamente, però. Questo perché non ci sono tante possibilità di provarne le caratteristiche prima dell'inizio effettivo della stagione agonistica. Sembrano decisamente più efficaci nel raggiungimento della temperatura ideale d’esercizio, ma le macchine tendono a ‘muoversi’ un po' di più, il che è sicuramente buono per lo spettacolo".

Stéphane Sarrazin, l’asso della Venturi che pure ha saltato una parte dei turni di prove del martedì pomeriggio a causa di un problema tecnico con la nuova VM200-FE-02, ritiene che i pochi giri percorsi gli siano bastati per comprendere come i nuovi pneumatici di Bibendum forniscano certamente maggiore aderenza alle macchine.

Il veterano della Formula E, per il terzo anno di fila con l’équipe monegasca, ha spiegato: "La Michelin ha fatto un buon lavoro. Le gomme dell'anno scorso erano molto buone, ma quest'anno l’equilibrio complessivo delle vetture è molto diverso, ragion per cui abbiamo maggiormente bisogno di lavorare sul set-up. Vanno bene per i tracciati ricavati nelle città, dove avremo un po' più grip”. 

E ancora, secondo il top driver francese: “Donington non può essere minimamente paragonata alle altre piste in cui gareggiamo, visto che tutto è molto diverso, così l’unica cosa che ci resta da fare è quella di portarci il più possibile avanti con il lavoro generale di sviluppo. L’altro ieri ho avuto alcuni problemi, il che significa che non ho percorso molte tornate. In ogni caso, Hong Kong richiederà sicuramente un set-up diverso, con il risultato che almeno qui in Inghilterra non abbiamo lo stress di trovare un assetto soddisfacente per questa pista…".

Parimenti, Jérome D'Ambrosio crede che il celebre gommista di Clermont Ferrand abbia raggiunto l’obiettivo palese di produrre un pneumatico che si riscaldi molto più velocemente. “Queste coperture sono molto diverse dalle precedenti. Ne stiamo ancora imparando il funzionamento, dal momento che lo stile di guida che ci impone è un po' diverso. Abbiamo un buon potenziale longitudinalmente, ma un comportamento laterale diverso implica che essi vadano in temperatura molto rapidamente, il che è una novità molto buona. Le gomme di ieri e di oggi sono molto simili in termini di prestazioni, ma hanno caratteristiche differenti...".

condivisioni
commenti
Le monoposto di F.E resteranno Spark Racing Technology

Articolo precedente

Le monoposto di F.E resteranno Spark Racing Technology

Prossimo Articolo

A Donington prima della pioggia nessuno batte Abt

A Donington prima della pioggia nessuno batte Abt
Carica commenti
Formula E: la redenzione di Vergne e Vandoorne a Roma Prime

Formula E: la redenzione di Vergne e Vandoorne a Roma

Nel weekend dell'E-Prix di Roma il pilota della DS Techeetah ed il belga della Mercedes sono riusciti a conquistare due vittorie dopo due incidente che avrebbero potuto gettare tutto al vento. Scopriamo come è stato possibile.

Formula E
13 apr 2021
Paradosso Formula E: chi vuole sviluppare l'elettrico se ne va Prime

Paradosso Formula E: chi vuole sviluppare l'elettrico se ne va

L'addio di Audi per abbracciare una categoria che permetta di sviluppare l'auto e la tecnologia elettrica da zero è un campanello d'allarme preoccupante. E ora anche la Extreme E propone innovazioni che vanno oltre quelle in uso dalla Formula E.

Dakar
9 apr 2021
Cosa rivela l'impegno di Nissan sul futuro della Formula E Prime

Cosa rivela l'impegno di Nissan sul futuro della Formula E

La Casa giapponese ha confermato il proprio impegno nella categoria elettrica anche per i prossimi anni e questo è un chiaro segno che denota come la Formula E non sia solo una ottima piattaforma di marketing.

Formula E
1 apr 2021
Formula E: un inizio controverso tra incidenti e missili! Prime

Formula E: un inizio controverso tra incidenti e missili!

Con la nuova stagione di Formula E che ha preso il via in Arabia Saudita, il campionato è sembrato cercare di recuperare il tempo perduto con un eccesso di azione e polemiche dentro e fuori la pista. Mentre alcuni punti di discussione potrebbero avere gravi ripercussioni, è stata un'apertura di 2021 esplosiva per molte ragioni.

Formula E
4 mar 2021
Chinchero racconta Vergne - Stelle di altri mondi Prime

Chinchero racconta Vergne - Stelle di altri mondi

Stelle di altri mondi è la rubrica in cui Roberto Chinchero, prima firma di F1 di Motorsport.com, racconta la carriera nel motorsport di piloti che la F1 non hanno potuto fare altro che sognarla nonostante il grande talento o che nel Circus iridato sono state talentuose meteore. Buon ascolto!

Formula E
18 feb 2021
Formula E in crisi: perché ora le Case fuggono? Prime

Formula E in crisi: perché ora le Case fuggono?

Dopo diverse stagioni da catalizzatrice di Case sfruttando l'onda della propulsione elettrica che ha travolto l'automotive, la Formula E si trova a dover far fronte ai recenti addii di Audi e BMW. Ecco quali sono i motivi di questa crisi e quali sono gli scenari futuri per la serie full electric del motorsport.

Formula E
12 feb 2021
Anche Shanghai si è candidata per un nuovo ePrix Prime

Anche Shanghai si è candidata per un nuovo ePrix

Esponenti della società Juss Event Management, promotrice del Gran Premio di Cina di Formula 1, hanno incontrato Alejandro Agag in loco e puntano ad entrare nel calendario 2017-2018...

Formula E
15 ott 2016
Abt: “In gara non avevo il passo giusto...” Prime

Abt: “In gara non avevo il passo giusto...”

Il tedesco della ABT Schaeffler FE01 non ha una spiegazione per la scarsa velocità riscontrata a Puerto Madero

Formula E
10 feb 2016