Formula E
05 giu
-
06 giu
Evento concluso
G
Berlin ePrix
20 giu
-
21 giu
Prossimo evento tra
12 giorni
G
New York City ePrix
10 lug
-
11 lug
Canceled
25 lug
-
25 lug
Canceled
G
E-Prix di Londra II
26 lug
-
26 lug
Canceled

Agag: "Proviamo ad organizzare altri 5-6 E-Prix nel 2020"

condivisioni
commenti
Agag: "Proviamo ad organizzare altri 5-6 E-Prix nel 2020"
Di:
Co-autore: James Allen
16 apr 2020, 13:57

La Formula E punta a svolgere almento altre 5 o 6 gare quest'anno, anche a porte chiuse, come afferma il suo fondatore Alejandro Agag.

Per ora il numero di eventi è stato ridotto a 4, ma il regolamento sportivo prevede che ne abbiano luogo almeno 6 perché il campionato elettrico sia valido. Coi due mesi di sospensione adottati causa pandemia di Coronavirus, rimarrebbero Berlino (21 giugno), New York (11 luglio) e la doppia al London ExCeL Centre (25-26 luglio).

Nell'intervista esclusiva rilasciata a Motorsport.com per il ciclo #thinkingforward, Agag spiega che si sta provando ad organizzarne altri.

“Per noi sarebbe fantastico poter terminare la stagione con più gare, è il nostro obiettivo, ma non so se saremo in grado di farcela - dice Agag - In questo momento potrei dire di sì, correndo a luglio, agosto e settembre, che sono i mesi disponibili per organizzarle. Penso che in Europa cinque o sei eventi siano fattibili, oppure uno altrove, come Jakarta o Seoul, ci proviamo e siamo convinti che al momento si possa fare. Abbiamo mantenuto ottimi rapporti con tutte le città, ovviamente, siamo in costante contatto con loro perché di base si era detto che avremmo rimandato di un anno il tutto".

Leggi anche:

Alla domanda quale delle due nuove gare, fra Jakarta e Seoul, potrebbero svolgersi con più probabilità, Agag ha risposto: "Andare a Jakarta e Seoul è sicuramente più complesso, ma ci proveremo, specialmente in Corea perché là il numero dei casi è diminuito drasticamente".

"La domanda semmai è su chi potrà viaggiare e tornare senza problemi di quarantene da affrontare o cose del genere. Dipende molto dalla situazione e dai permessi".

Agag ha anche spiegato che la Formula E non si può basare sulla vendita dei biglietti, valutando pure il correre a porte chiuse.

“Il grande vantaggio per noi è che non siamo dipendenti dalle vendite dei biglietti, per cui potremmo anche correre senza pubblico. Siamo felissibili al riguardo, si può anche andare dove non c'è gente e magari lo faremo, da questo punto di vista siamo a posto, penso".

Prossimo Articolo
E-Prix di Londra: si valuta cambio di data e location

Articolo precedente

E-Prix di Londra: si valuta cambio di data e location

Prossimo Articolo

Formula E: E-prix di Berlino rinviato. Si correrà solo in pista?

Formula E: E-prix di Berlino rinviato. Si correrà solo in pista?
Carica commenti

Riguardo questo articolo

Serie Formula E
Autore Matt Kew