Iscriviti

Sign up for free

  • Get quick access to your favorite articles

  • Manage alerts on breaking news and favorite drivers

  • Make your voice heard with article commenting.

Motorsport prime

Discover premium content
Iscriviti

Edizione

Italia Italia
Gara
Formula E ePrix di Londra

A Londra c'è Prost davanti a Senna come ai tempi della… F.1!

Nicolas e Bruno hanno dominato indisturbati l'ePrix britannico del sabato, ma alle loro spalle Lucas Di Grassi e Sébastien Buemi, quarto e quinto, hanno visto salire da uno a tre punti il gap...

Nicolas Prost, Renault e.Dams

Una gara d’altri tempi, ma capace di emettere il primo verdetto parziale del fine settimana in terra britannica incaricato di assegnare il titolo 2015-2016 del Campionato FIA di Formula E.

Un Prost davanti a Senna a Londra per la vittoria assoluta, innanzitutto. Questa volta Nicolas dinanzi a Bruno, come non accadeva dal Gran Premio di Spagna del 1993, a Barcellona, o d’Australia del 1988, ad Adelaide di Formula 1, con i capostipiti Alain e il compianto Ayrton classificati nell’ordine. Quello del brasiliano, secondo alle spalle del francese della Renault e.dams, è anche il primo piazzamento sul podio di colui che qualcuno considera soltanto la "seconda guida" della Mahindra Racing. 

 

Eppoi, la corsa di rimonta l’uno spina nel fianco dell’altro di Lucas Di Grassi e Sébastien Buemi, che hanno subito guadagnato due posizioni al primo giro rispetto all’11esima e alla 13esima piazza di partenza, dopodiché si sono “annusati” e hanno fatto una gara a controllarsi reciprocamente, risalendo terreno nella graduatoria della corsa (basti dire che il sudamericano era già sesto al 12esimo passaggio!) e sbarazzandosi di diversi inconvenienti, umani e no, e producendo una sequela di sorpassi incredibile per il budello nel quale gareggiavano.

Prima, hanno incontrato Nick Heidfeld (Mahindra Racing), che ha resistito finché ha potuto all’assalto della coppia regina, dopodiché è stato Daniel Abt a collocarsi fra il compagno di squadra e il suo rivale, opponendosi alla rincorsa dello svizzero sino a meritare una bandiera bianco-nera di avvertimento e, infine, a venire messo kappaò da Robin Frijns con una botta al 20esimo giro fra le curve 2 e 3, una volta esaurita la fase dei pit-stop, in cui l'olandese della scuderia Amlin Andretti era retrocesso da quarto a quinto, quando era già stato scavalcato dal secondo in campionato. 

 

La fase di neutralizzazione, occorsa a dieci giri dalla bandiera a scacchi, non ha però sovvertito in alcun modo l'ordine dei fattori, ma il ritiro del 23enne conduttore tedesco ha fatto sì che il divario tra la Renault e.dams e l'ABT Schaeffler Audi Sport salisse in Inghilterra fino a 34 punti, 237 a 203.

Al termine della prima corsa di Battersea Park, il gap in classifica fra i due si è dilatato dal punto “solitario” successivo all’ePrix di Berlino ai tre attuali, figli del piazzamento finale (quarto il brasiliano del team ABT Schaeffler Audi Sport e quinto l’elvetico dell’équipe Renault e.dams). 

 

Fino al 29esimo passaggio dei trentatré previsti, a onor del vero, il gradiente di punteggio avrebbe potuto essere di cinque lunghezze per effetto del giro più veloce siglato dal paulista nonostante la rottura del passaruota anteriore destro in un contatto con Jean-Éric Vergne (è stato il francese della DS Virgin Racing a completare il podio), ma "Nelsinho" Piquet (NextEV TCR) ha pensato bene di portare il limite della pista londinese a 1'25"783, imitato da altri quattro concorrenti nel superamento.

L’ultimo brivido è stato dato dall’incidente di Oliver Turvey (NextEV TCR), finito nel muro, ma soprattutto dalla tamponata di Sébastien Buemi (Renault e.dams) a Sam Bird (DS Virgin Racing), che aveva avuto “l’ardire” di scalvacare lo svizzero a due giri dal termine salvo poi perdere energia in rettilineo venendo centrato dal rivale per il primato. 

 

La sesta posizione al traguardo è stata appannaggio di Antonio Félix Da Costa, che ha regalato una piccola, grande soddisfazione al Team Aguri in procinto di trasformarsi nell'équipe cinese Techeetah, mentre Sam Bird (DS Virgin Racing), Nick Heidfeld (Mahindra Racing), Jérome D'Ambrosio (Dragon Racing) e Mike Conway (Venturi) hanno completato la top ten e la zona punti.

Gara:

1 8  Nicolas Prost http://www.toilef1.com/site/image/formule-e/2016/Renault_s.png Renault e.dams  
2 21  Bruno Senna http://www.toilef1.com/site/image/formule-e/2016/Mahindra_s.png Mahindra Racing 5.244
3 25  Jean-Éric Vergne http://www.toilef1.com/site/image/formule-e/2016/DS_s.png DS Virgin Racing 8.195
4 11  Lucas di Grassi http://www.toilef1.com/site/image/formule-e/2016/ABT_s.png Audi Sport Team Abt 8.914
5 9  Sébastien Buemi http://www.toilef1.com/site/image/formule-e/2016/Renault_s.png Renault e.dams 10.052
6 55  António Félix da Costa http://www.toilef1.com/site/image/formule-e/2016/Aguri_s.png Team Aguri 10.908
7 2  Sam Bird http://www.toilef1.com/site/image/formule-e/2016/DS_s.png DS Virgin Racing 10.986
8 23  Nick Heidfeld http://www.toilef1.com/site/image/formule-e/2016/Mahindra_s.png Mahindra Racing 11.264
9 7  Jérôme d'Ambrosio http://www.toilef1.com/site/image/formule-e/2016/Dragon_s.png Dragon Racing 12.106
10 12  Mike Conway http://www.toilef1.com/site/image/formule-e/2016/Venturi_s.png Venturi 12.456
11 28  Simona de Silvestro http://www.toilef1.com/site/image/formule-e/2016/AndrettiLON_s.png Andretti Autosport 13.079
12 4  Stéphane Sarrazin http://www.toilef1.com/site/image/formule-e/2016/Venturi_s.png Venturi 15.918
13 77  Ma Qing Hua http://www.toilef1.com/site/image/formule-e/2016/Aguri_s.png Team Aguri 38.400
14 1  Nelson Piquet Jr. http://www.toilef1.com/site/image/formule-e/2016/NextEv_s.png NEXTEV TCR 52.028
R 88  Oliver Turvey http://www.toilef1.com/site/image/formule-e/2016/NextEv_s.png NEXTEV TCR 3 Laps
R 6  Loïc Duval http://www.toilef1.com/site/image/formule-e/2016/Dragon_s.png Dragon Racing 10 Laps
R 27  Robin Frijns http://www.toilef1.com/site/image/formule-e/2016/AndrettiLON_s.png Andretti Autosport 14 Laps
R 66  Daniel Abt http://www.toilef1.com/site/image/formule-e/2016/ABT_s.png Audi Sport Team Abt 14 Laps

 

 

Be part of Motorsport community

Join the conversation
Articolo precedente Buemi: “Con Di Grassi non ho voluto prendere rischi...”
Prossimo Articolo Senna: “E finalmente è arrivato un secondo posto…”

Top Comments

Sign up for free

  • Get quick access to your favorite articles

  • Manage alerts on breaking news and favorite drivers

  • Make your voice heard with article commenting.

Motorsport prime

Discover premium content
Iscriviti

Edizione

Italia Italia