Formula 1
07 ago
Prossimo evento tra
22 Ore
:
57 Minuti
:
33 Secondi
MotoGP
06 ago
Evento in corso . . .
WRC
04 set
Prossimo evento tra
28 giorni
18 set
Prossimo evento tra
42 giorni
WSBK
31 lug
Canceled
09 ago
SSP300 Gara 2 in
3 giorni
Formula E
G
ePrix di Berlino II
06 ago
WEC
13 ago
Prossimo evento tra
6 giorni
GT World Challenge Europe Sprint
07 ago
Prossimo evento tra
22 Ore
:
57 Minuti
:
33 Secondi
11 set
Prossimo evento tra
35 giorni
GT World Challenge Europe Endurance
04 set
Prossimo evento tra
28 giorni

F3, Ungheria, Gara 1: Pourchaire emerge dal caos

condivisioni
commenti
F3, Ungheria, Gara 1: Pourchaire emerge dal caos
Di:
18 lug 2020, 09:58

Secondo successo stagionale per il francese della ART Grand Prix autore di una prestazione maiuscola. Vesti chiude sul secondo gradino del podio davanti a Sargeant.

Dopo aver rotto il ghiaccio in occasione della scorsa Gara 2 in Stiria Theo Pourchaire sembra essersi definitivamente sbloccato ed oggi, sul tracciato dell’Hungaroring, ha messo in mostra una prestazione davvero incredibile in una corsa decisamente condizionata dal caos dei giri iniziali.

L’asfalto del circuito ungherese ha accolto i piloti di Formula 3 con un leggero strato di umidità figlio delle precipitazioni di ieri ed al via questa insidia ha tratto in inganno Logan Sargeant.

Il pilota americano della Prema, scattato dalla seconda posizione, ha perso il controllo della sua vettura alla staccata di curva 1 andando a colpire l’incolpevole Smolyar costringendolo al ritiro.

Per evitare la ART del russo, Vesti ha improvvisamente sterzato andando a colpire Verschoor per poi impattare contro la Jenzer dell’incolpevole Williams.

La Prema di Vesti e la monoposto di Williams sono rimaste incastrate e la safety car è stata costretta ad intervenire per consentire ai commissari di rimuovere le vetture. Alla ripartenza tutto è andato liscio, ma al sesto giro la vettura di Liam Lawson ha improvvisamente perso olio dal retrotreno andando a fuoco subito dopo curva 1.

La direzione gara si è vista costretta ad esporre la bandiera rossa per dare modo ai commissari di percorso di spargere il filler e dopo un’attesa di oltre 20 minuti i piloti sono finalmente riusciti a tornare in pista per una partenza lanciata dietro la safety car.

Pourchaire è stato impeccabile nel restart tenendo a distanza di sicurezza Piastri ed ha iniziato a tenere un ritmo inarrivabile per l’australiano della Prema.

Il sedicenne francese ha costantemente girato sul piede dell’1’36’’ per poi alzare il ritmo di un secondo nelle tornate conclusive e tagliare il traguardo con un incredibile vantaggio di quasi 12 secondi su Piastri.

Così come visto in Stiria anche in questa occasione quando i primi due si eliminano Pourchaire è sempre pronto ad agguantare la vittoria, ma quanto messo in mostra oggi dal pilota della ART Grand Prix ha un valore specifico ben più pesante del successo colto lo scorso weekend.

Piastri è riuscito a limitare i danni con un secondo posto pesante in ottica campionato, ma nei giri conclusivi ha rischiato di venire sopravanzato da Sargeant a seguito di un largo all’ultima curva.

L’americano della Prema è stato fortunato a non riportare danni nel contatto iniziale con Smolyar e nel non essere sanzionato per l’incidente, ma non è mai stato in grado di impensierire seriamente il suo compagno di team nel corso dei 22 giri di gara.

Intensa la lotta per il quarto posto che ha visto emergere all’ultimo giro Bent Viscaal. Il pilota della MP Motorsport è stato bravissimo nella gestione gomme chiedendo il massimo alle proprie Pirelli nelle tornate conclusive per beffare un Richard Verschoor incredulo nel vedere il suo compagno di scuderia passare con una manovra da applausi.

Sebastian Fernandez è riuscito ad artigliare la sesta posizione dopo aver corso sulla difensiva. Lo spagnolo, infatti, ha accusato una carenza di passo importante ma è stato abile nel difendersi dalla pressione di Alex Peroni, Dennis Hauger e Clement Novalak tutti in bagarre nei minuti conclusivi.

David Beckmann è riuscito a raddrizzare un sabato complicato per il team Trident conquistando il decimo posto ed ottenendo così il diritto di scattare dalla pole per Gara 2.

Il caos della prima corsa del weekend ha premiato Federico Malvestiti, oggi tredicesimo, mentre Alessio Deledda ha chiuso in ventesima posizione. Sfortunato Matteo Nannini colpito da due penalità di tempo e retrocesso in ventiduesima posizione.

Cla Pilota Team Giri Tempo Gap Distacco Mph Punti
1 France Théo Pourchaire France ART Grand Prix 22 -        
2 Australia Oscar Piastri Italy Prema Powerteam 22 11.900 11.900 11.900    
3 United States Logan Sargeant Italy Prema Powerteam 22 14.700 14.700 2.800    
4 Netherlands Bent Viscaal Netherlands MP Motorsport 22 17.300 17.300 2.600    
5 Netherlands Richard Verschoor Netherlands MP Motorsport 22 18.000 18.000 0.700    
6 Venezuela Sebastian Fernandez Wahbeh France ART Grand Prix 22 19.600 19.600 1.600    
7 Australia Alex Peroni Spain Campos Racing 22 21.400 21.400 1.800    
8 Norway Dennis Hauger United Kingdom Hitech Racing 22 21.600 21.600 0.200    
9 United Kingdom Clement Novalak United Kingdom Carlin 22 22.200 22.200 0.600    
10 Germany David Beckmann Italy Trident 22 22.900 22.900 0.700    
11 United Kingdom Max Fewtrell United Kingdom Hitech Racing 22 23.400 23.400 0.500    
12 Austria Lukas Dunner Netherlands MP Motorsport 22 27.200 27.200 3.800    
13 Italy Federico Malvestiti Switzerland Jenzer Motorsport 22 27.900 27.900 0.700    
14 United Kingdom Enaam Ahmed United Kingdom Carlin 22 28.500 28.500 0.600    
15 Brazil Igor Fraga Czech Republic Charouz Racing System 22 30.800 30.800 2.300    
16 Germany David Schumacher Czech Republic Charouz Racing System 22 31.200 31.200 0.400    
17 United States Cameron Das United Kingdom Carlin 22 34.700 34.700 3.500    
18 Germany Sophia Floersch Spain Campos Racing 22 36.300 36.300 1.600    
19 Brazil Enzo Fittipaldi Germany HWA AG 22 36.600 36.600 0.300    
20 Italy Alessio Deledda Spain Campos Racing 22 38.400 38.400 1.800    
21 United Kingdom Olli Caldwell Italy Trident 22 44.000 44.000 5.600    
22 Italy Matteo Nannini Switzerland Jenzer Motorsport 22 47.400 47.400 3.400    
23 Czech Republic Roman Staněk Czech Republic Charouz Racing System 22 49.700 49.700 2.300    
24 United Kingdom Jake Hughes Germany HWA AG 22 1'02.200 1'02.200 12.500    
  Germany Lirim Zendeli Italy Trident 6 16 laps        
  New Zealand Liam Lawson United Kingdom Hitech Racing 4 18 laps        
  Australia Jack Doohan Germany HWA AG 3 19 laps        
  Russian Federation Alexander Smolyar France ART Grand Prix 1 21 laps        
  Denmark Frederik Vesti Italy Prema Powerteam 0 22 laps        
  Australia Calan Williams Switzerland Jenzer Motorsport 0 22 laps        
Scorrimento
Lista

Jake Hughes, HWA Racelab

Jake Hughes, HWA Racelab
1/22

Foto di: Charles Coates / Motorsport Images

Jake Hughes, HWA Racelab

Jake Hughes, HWA Racelab
2/22

Foto di: Mark Sutton / Motorsport Images

Liam Lawson, Hitech Grand Prix

Liam Lawson, Hitech Grand Prix
3/22

Foto di: Mark Sutton / Motorsport Images

Liam Lawson, Hitech Grand Prix e Dennis Hauger, Hitech Grand Prix

Liam Lawson, Hitech Grand Prix e Dennis Hauger, Hitech Grand Prix
4/22

Foto di: Mark Sutton / Motorsport Images

Liam Lawson, Hitech Grand Prix e Dennis Hauger, Hitech Grand Prix

Liam Lawson, Hitech Grand Prix e Dennis Hauger, Hitech Grand Prix
5/22

Foto di: Mark Sutton / Motorsport Images

Logan Sargeant, Prema Racing

Logan Sargeant, Prema Racing
6/22

Foto di: Charles Coates / Motorsport Images

Logan Sargeant, Prema Racing

Logan Sargeant, Prema Racing
7/22

Foto di: Mark Sutton / Motorsport Images

Oliver Caldwell, Trident

Oliver Caldwell, Trident
8/22

Foto di: Andy Hone / Motorsport Images

Max Fewtrell, Hitech Grand Prix

Max Fewtrell, Hitech Grand Prix
9/22

Foto di: Mark Sutton / Motorsport Images

Lirim Zendeli, Trident

Lirim Zendeli, Trident
10/22

Foto di: Mark Sutton / Motorsport Images

Lirim Zendeli, Trident

Lirim Zendeli, Trident
11/22

Foto di: Mark Sutton / Motorsport Images

Max Fewtrell, Hitech Grand Prix

Max Fewtrell, Hitech Grand Prix
12/22

Foto di: Mark Sutton / Motorsport Images

Max Fewtrell, Hitech Grand Prix

Max Fewtrell, Hitech Grand Prix
13/22

Foto di: Charles Coates / Motorsport Images

Richard Verschoor, MP Motorsport

Richard Verschoor, MP Motorsport
14/22

Foto di: Charles Coates / Motorsport Images

Sebastian Fernandez, ART Grand Prix

Sebastian Fernandez, ART Grand Prix
15/22

Foto di: Andy Hone / Motorsport Images

Sophia Floersch, Campos Racing

Sophia Floersch, Campos Racing
16/22

Foto di: Mark Sutton / Motorsport Images

Sophia Floersch, Campos Racing

Sophia Floersch, Campos Racing
17/22

Foto di: Charles Coates / Motorsport Images

Roman Stanek, Charouz Racing System

Roman Stanek, Charouz Racing System
18/22

Foto di: Mark Sutton / Motorsport Images

Sebastian Fernandez, ART Grand Prix

Sebastian Fernandez, ART Grand Prix
19/22

Foto di: Andy Hone / Motorsport Images

Sophia Floersch, Campos Racing

Sophia Floersch, Campos Racing
20/22

Foto di: Mark Sutton / Motorsport Images

Theo Pourchaire, ART Grand Prix

Theo Pourchaire, ART Grand Prix
21/22

Foto di: Andy Hone / Motorsport Images

Alexander Smolyar, ART Grand Prix

Alexander Smolyar, ART Grand Prix
22/22

Foto di: Formula Motorsport Ltd

F3, Ungheria, Qualifiche: Smolyar regala lezioni di guida

Articolo precedente

F3, Ungheria, Qualifiche: Smolyar regala lezioni di guida

Prossimo Articolo

F3: Sargeant penalizzato, il terzo posto è di Viscaal

F3: Sargeant penalizzato, il terzo posto è di Viscaal
Carica commenti

Riguardo questo articolo

Serie FIA F3
Evento Hungaroring
Piloti Théo Pourchaire
Team ART Grand Prix
Autore Marco Di Marco