F3, Spa: Doohan concede il bis e riapre il campionato

L'australiano della Trident si è imposto anche nell'ultima gara del weekend ed adesso segue Hauger in classifica con 26 punti di ritardo. Martins e Smolyar completano il podio.

F3, Spa: Doohan concede il bis e riapre il campionato

Jack Doohan ha completato un weekend quasi perfetto a Spa-Francorchamps. Dopo la pole ottenuta al venerdì, ed il successo in Gara 2 al sabato, il pilota del team Trident ha concesso il bis in Gara 3 ed ha riaperto il campionato approfittando di un weekend difficile per Dennis Hauger.

L’australiano, anche oggi, ha comandato dall’inizio alla fine su pista bagnata perdendo la prima posizione soltanto per pochi istanti quando Victor Martins lo ha sopravanzato andando oltre i limiti del tracciato.

Il pilota della MP Motorsport si è rivelato una vera e propria spina nel fianco per Doohan ed ha mostrato una velocità nettamente superiore all’australiano. Nonostante ciò il francese non ha mai trovato il varco necessario per ripetere la manovra ed una sbavatura commessa all’undicesimo giro lo ha privato delle residue speranze di attacco.

L’unica soddisfazione per Martins è arrivata con i punti aggiuntivi ottenuti grazie al giro più veloce strappato proprio a Doohan e realizzato in 2’23'928.

Il terzo gradino del podio è stato occupato da Alexander Smolyar. Il russo ha condotto una gara in solitaria senza particolari acuti, ma ha tagliato il traguardo con un ritardo di ben 10’’ dalla Trident di Doohan.

Intensa la lotta per la quarta piazza tra Caio Collet e Clement Novalak che ha visto prevalere il brasiliano della MP Motorsport. Collet ha resistito con i denti ad un francese in palla chiudendo ogni varco senza mai commettere alcuna sbavatura.

Anonima la gara di Frederik Vesti che anche in questo weekend non ha brillato. Il pilota del vivaio Mercedes, atteso alla stagione della conferma, è sempre apparso in difficoltà sul tracciato reso insidioso dalla pioggia e non è mai stato della partita per le posizioni di rilievo.

Da applausi la rimonta di Dennis Hauger. Il leader del campionato, scattato dalla quattordicesima casella, è sembrato aver risolto i problemi di assetto che l’hanno tormentato sin dal venerdì ed è stato autore di una progressione impressionante condita da sorpassi da urlo come quello ai danni di David Schumacher effettuato al giro 10.

Nelle tornate conclusive Hauger ha spinto forte sul gas per arrivare in scia a Sargeant ma si è dovuto accontentare della ottava posizione e di portare a casa punti pesanti che consolidano la sua prima piazza in campionato. La top ten si è completata con David Schumacher nono davanti ad Arthur Leclerc.

Al termine del round di Spa la classifica vede ancora Hauger in vetta con 158 punti, mentre Doohan ha ridotto notevolmente il ritardo portandosi a 26 lunghezze. Vesti occupa la terza piazza con 101 punti.

Cla Pilota Team Giri Tempo Gap Distacco Mph
1 Australia Jack Doohan Italy Trident 14 -      
2 France Victor Martins Netherlands MP Motorsport 14 2.000 2.000 2.000  
3 Russian Federation Alexander Smolyar France ART Grand Prix 14 12.200 12.200 10.200  
4 Caio Collet Netherlands MP Motorsport 14 13.300 13.300 1.100  
5 United Kingdom Clement Novalak Italy Trident 14 14.300 14.300 1.000  
6 Denmark Frederik Vesti France ART Grand Prix 14 15.900 15.900 1.600  
7 United States Logan Sargeant Czech Republic Charouz Racing System 14 17.700 17.700 1.800  
8 Norway Dennis Hauger Italy Prema Powerteam 14 18.300 18.300 0.600  
9 Germany David Schumacher Italy Trident 14 20.900 20.900 2.600  
10 Arthur Leclerc Italy Prema Powerteam 14 22.900 22.900 2.000  
11 United Kingdom Olli Caldwell Italy Prema Powerteam 14 30.200 30.200 7.300  
12 Jak Crawford United Kingdom Hitech Racing 14 35.400 35.400 5.200  
13 Ayumu Iwasa United Kingdom Hitech Racing 14 37.400 37.400 2.000  
14 Italy Lorenzo Colombo Spain Campos Racing 14 38.000 38.000 0.600  
15 Czech Republic Roman Staněk United Kingdom Hitech Racing 14 43.600 43.600 5.600  
16 United Kingdom Johnathan Hoggard Switzerland Jenzer Motorsport 14 45.600 45.600 2.000  
17 Oliver Rasmussen Germany HWA AG 14 50.000 50.000 4.400  
18 Australia Calan Williams Switzerland Jenzer Motorsport 14 52.900 52.900 2.900  
19 Tijmen van Netherlands MP Motorsport 14 54.100 54.100 1.200  
20 United Kingdom Jonny Edgar United Kingdom Carlin 14 54.400 54.400 0.300  
21 Ido Cohen United Kingdom Carlin 14 55.000 55.000 0.600  
22 United States Juan Manuel Correa France ART Grand Prix 14 55.600 55.600 0.600  
23 László Tóth Spain Campos Racing 14 1'01.300 1'01.300 5.700  
24 Zdenek Chovanec Czech Republic Charouz Racing System 14 1'03.300 1'03.300 2.000  
25 Filip Ugran Switzerland Jenzer Motorsport 14 1'18.600 1'18.600 15.300  
26 Italy Matteo Nannini Germany HWA AG 14 2'13.900 2'13.900 55.300  
  Amaury Cordeel Spain Campos Racing 11 3 laps      
  Hunter Yeany Czech Republic Charouz Racing System 11 3 laps      
  Rafael Villagómez Germany HWA AG 11        
condivisioni
commenti
F3, Spa, Gara 2: tra mille interruzioni vince Doohan

Articolo precedente

F3, Spa, Gara 2: tra mille interruzioni vince Doohan

Prossimo Articolo

F3, Zandvoort: Crawford brilla subito nelle Libere

F3, Zandvoort: Crawford brilla subito nelle Libere
Carica commenti