F3, Monza: Pourchaire centra la prima pole nel caos

condivisioni
commenti
F3, Monza: Pourchaire centra la prima pole nel caos
Di:

Il rookie francese ha conquistato la prima pole in F3 con un giro pazzesco costruito con mezzo secondo di margine nel T2. La classifica, però, rischia di essere stravolta per il caos del traffico in pista.

Ci si aspettava una Qualifica caotica come 2019 è così è stato. Anche quest’anno a Monza il turno che ha determinato lo schieramento di partenza di Gara 1 è stato fortemente influenzato dal traffico di numerosi piloti lenti che ha danneggiato chi, invece, si trovava nel giro lanciato.

Ad emergere dal caos, ma con giallo, è stato un Theo Pourchaire autore di un giro semplicemente pazzesco. Il ragazzino francese, infatti, ha chiuso con il crono di 1’37’’301 ma ha fatto la differenza nel settore centrale rifilando mezzo secondo a tutto il gruppo per poi chiudere il proprio tentativo con 4 decimi di vantaggio su Lirim Zendeli.

Pourchaire, però, è stato messo sotto investigazione insieme a Novalak per un impedimento avvenuto tra i due piloti, ma con tutta probabilità ne uscirà senza sanzioni avendo peggiorato i suoi parziali nel T3 e potrà così festeggiare la sua prima pole nella categoria.

Zendeli ha dato tutto nel suo ultimo tentativo ma non ha potuto nulla contro Pourchaire dovendosi così accontentare di chiudere la prima fila scattando dalla seconda casella, mentre la seconda fila vedrà partire dalla terza posizione un Alexander Smolyar bravissimo nel riscattare nei minuti conclusivi una sessione partita in grandi difficoltà.

Smolyar ha ottenuto il tempo di 1’37’’788, identico al millesimo a quello di Lawson, ma scatterà davanti al pilota della Hitech (responsabile dell’unica bandiera rossa del turno ndr.) per aver ottenuto il riferimento prima del rivale.

21 millesimi di ritardo sono invece costati a David Beckmann la partenza dalla quarta casella. Il tedesco della Trident dovrà così aprire la terza fila davanti alla Prema di un Frederik Vesti primo a non scendere sotto il muro del minuto e trentasette secondi.

Ottima la sessione disputata da Matteo Nannini. Il pilota del team Jenzer è stato bravo nel gestire alla perfezione il timing corretto per scendere in pista senza traffico e sfruttare al meglio la scia fornita dai rivali così da chiudere con il settimo tempo in 1’38’’036.

Il pilota italiano domani dovrà tenere a bada un Jake Hughes apparso davvero in palla sul tracciato brianzolo, ma ostacolato diverse volte dal traffico, ed anche il suo compagno di team Calan Williams autore del nono tempo.

Il leader del campionato, Logan Sargeant, ha completato la top ten con il tempo di 1’38’’095 e nonostante un risultato al di sotto delle aspettative ha potuto tirare un sospiro di sollievo guardando il dodicesimo tempo firmato dal suo diretto rivale in classifica, e compagno di team, Oscar Piastri.

Lo schieramento di partenza di Gara 1, però, potrebbe essere stravolto proprio per il comportamento tenuto da numerosi piloti che hanno rallentato in più occasioni sino a creare un vero e proprio ingorgo che ha rovinato i tentativi dei rivali. La storia del 2019 potrebbe così ripetersi.

Cla Pilota Team Giri Tempo Gap Distacco Mph
1 France Théo Pourchaire France ART Grand Prix 12 1'37.301     214.332
2 Germany Lirim Zendeli Italy Trident 13 1'37.752 0.451 0.451 213.343
3 Russian Federation Alexander Smolyar France ART Grand Prix 13 1'37.788 0.487 0.036 213.265
4 New Zealand Liam Lawson United Kingdom Hitech Racing 13 1'37.788 0.487 0.000 213.265
5 Germany David Beckmann Italy Trident 10 1'37.809 0.508 0.021 213.219
6 Denmark Frederik Vesti Italy Prema Powerteam 13 1'38.015 0.714 0.206 212.771
7 Italy Matteo Nannini Switzerland Jenzer Motorsport 13 1'38.036 0.735 0.021 212.725
8 United Kingdom Jake Hughes Germany HWA AG 13 1'38.051 0.750 0.015 212.693
9 Australia Calan Williams Switzerland Jenzer Motorsport 13 1'38.064 0.763 0.013 212.665
10 United States Logan Sargeant Italy Prema Powerteam 13 1'38.095 0.794 0.031 212.597
11 Venezuela Sebastian Fernandez Wahbeh France ART Grand Prix 12 1'38.142 0.841 0.047 212.496
12 Australia Oscar Piastri Italy Prema Powerteam 13 1'38.198 0.897 0.056 212.374
13 Brazil Igor Fraga Czech Republic Charouz Racing System 13 1'38.215 0.914 0.017 212.338
14 Australia Alex Peroni Spain Campos Racing 13 1'38.237 0.936 0.022 212.290
15 United Kingdom Olli Caldwell Italy Trident 13 1'38.343 1.042 0.106 212.061
16 Czech Republic Roman Staněk Czech Republic Charouz Racing System 13 1'38.531 1.230 0.188 211.657
17 Netherlands Richard Verschoor Netherlands MP Motorsport 13 1'38.583 1.282 0.052 211.545
18 Brazil Enzo Fittipaldi Germany HWA AG 13 1'38.684 1.383 0.101 211.329
19 Australia Jack Doohan Germany HWA AG 13 1'38.690 1.389 0.006 211.316
20 Michael Belov Czech Republic Charouz Racing System 13 1'38.723 1.422 0.033 211.245
21 Netherlands Bent Viscaal Netherlands MP Motorsport 13 1'38.800 1.499 0.077 211.080
22 Norway Dennis Hauger United Kingdom Hitech Racing 13 1'38.842 1.541 0.042 210.991
23 Italy Federico Malvestiti Switzerland Jenzer Motorsport 13 1'38.865 1.564 0.023 210.942
24 United Kingdom Clement Novalak United Kingdom Carlin 11 1'38.897 1.596 0.032 210.873
25 Germany Sophia Floersch Spain Campos Racing 13 1'39.022 1.721 0.125 210.607
26 United States Cameron Das United Kingdom Carlin 11 1'39.077 1.776 0.055 210.490
27 Pierre-Louis Chovet United Kingdom Hitech Racing 14 1'39.173 1.872 0.096 210.287
28 Italy Alessio Deledda Spain Campos Racing 13 1'39.448 2.147 0.275 209.705
29 Austria Lukas Dunner Netherlands MP Motorsport 13 1'39.479 2.178 0.031 209.640
30 Germany David Schumacher United Kingdom Carlin 11 1'39.494 2.193 0.015 209.608
F3, Monza: David Schumacher brilla nelle Libere

Articolo precedente

F3, Monza: David Schumacher brilla nelle Libere

Prossimo Articolo

Pioggia di penalità in F3 a Monza: Lawson in pole, Nannini 2°

Pioggia di penalità in F3 a Monza: Lawson in pole, Nannini 2°
Carica commenti

Riguardo questo articolo

Serie FIA F3
Evento Monza
Piloti Théo Pourchaire
Team ART Grand Prix
Autore Marco Di Marco