Formula 1
14 nov
-
17 nov
Evento concluso
28 nov
-
01 dic
Evento concluso
MotoGP
01 nov
-
03 nov
Evento concluso
15 nov
-
17 nov
Evento concluso
WRC
24 ott
-
27 ott
Evento concluso
14 nov
-
17 nov
Evento concluso
WSBK
11 ott
-
13 ott
Evento concluso
24 ott
-
26 ott
Evento concluso
Formula E
23 nov
-
23 nov
Evento concluso
G
Santiago ePrix
17 gen
-
18 gen
Prossimo evento tra
40 giorni
WEC
08 nov
-
10 nov
Evento concluso

F3, Barcellona: Lundgaard domina ma è penalizzato, in Gara 1 vince Shwartzman

condivisioni
commenti
F3, Barcellona: Lundgaard domina ma è penalizzato, in Gara 1 vince Shwartzman
Di:
11 mag 2019, 09:48

Doccia fredda per il danese al termine della prima gara del weekend. Dopo aver dominato per tutti e 22 i giri, Lundgaard è penalizzato di 5'' ed il successo viene così ereditato da Robert Shwartzman.

Christian Lundgaard è stato l’autentico dominatore della prima gara del weekend della nuova Formula 3 andata in scena sul tracciato di Barcellona, ma nonostante abbia tagliato il traguardo in prima posizione non è salito sul gradino più alto del podio a causa di una penalità di tempo di 5 secondi rimediata a fine gara per non aver rispettato il timing corretto in regime di Virtual Safety Car.

Ad ereditare così il primo gradino del podio è stato un Robert Shwartzman incredulo che ha fatto in questo modo bottino pieno dopo aver vinto il duello con il danese della ART Grand Prix in qualifica.

Lundgaard ha masticato amaro dopo aver condotto una gara magistrale dal primo all’ultimo giro. Allo spegnersi dei semafori, Christian ha indovinato lo stacco frizione ed è subito riuscito ad affiancare il russo ma è stato costretto a ritardare la frenata della prima curva per evitare di vedersi beffare anche dalla Prema di Armstrong.

Una volta riuscito a transitare in prima posizione, Lundgaard ha iniziato a pestare forte sul gas creando un gap di sicurezza su Shwartzman tale da non consentire al russo di entrare in zona DRS.

Il danese ha viaggiato indisturbato sino al giro numero 15 quando è accaduto l’episodio che ha poi deciso le sorti della gara. Alessio Deledda è infatti finito in ghiaia in curva 12 ed è stata esposta la segnalazione di Virtual Safety Car per consentire ai commissari di rimuovere la monoposto dell’italiano.

Secondo i commissari, Lundgaard non avrebbe rallentato a sufficienza quando la gara è stata neutralizzata e così, dopo aver tagliato il traguardo convinto di aver centrato il successo, è arrivata la doccia fredda della penalità di 5 secondi.

Lundgaard è rimasto incredulo ed in pit lane la tensione si è fatta palpabile, ma a salire sul gradino più alto del podio è stato un Robert Shwartzman che ha così regalato alla Prema una vittoria certamente inattesa dopo una gara passata ad inseguire.

Il team italiano ha potuto festeggiare anche il terzo posto ottenuto da Marcus Armstrong, ma il neozelandese ha faticato in modo inatteso in questo primo appuntamento della stagione. Dopo l’ottimo avvio, infatti, Armstrong si è accodato al compagno di team senza poi riuscire a tenere il suo ritmo ed ha condotto una gara praticamente in solitaria.

David Beckmann e Max Fewtrell hanno chiuso in quarta e quinta posizione grazie ad un avvio incredile. Il tedesco e l’inglese, infatti, sono riusciti a rimontare in avvio dopo essere scattati rispettivamente dalla settima ed ottava casella ed hanno approfittato anche di uno start di Daruvala da dimenticare.

Il pilota del team Prema è stato senza dubbio la delusione di giornata. In avvio è retrocesso dalla quarta all’ottava piazza, mentre nelle fasi finali di gara ha faticato con le proprie Pirelli ed ha dovuto subire l’attacco di un Juri Vips in stato di grazia.

L’estone si è confermato una delle promesse più interessanti dell’automobilismo ed ha raddrizzato con il sesto posto un weekend divenuto complicato dopo una qualifica al di sotto delle aspettative.

Vips, infatti, è scattato dall’undicesima piazza ma non si è tirato indietro quando è stato il momento di lottare ruota a ruota con gli altri rivali. Il sorpasso ai danni di Daruvala compiuto all’ultimo giro conferma tutta la bontà del ragazzo e l’ottima scelta della Red Bull di inserirlo nel proprio vivaio.

Intensa anche la lotta per le ultime posizioni della top ten che ha visto Niko Kari prevalere sul connazionale Niko Kari e Yuki Tsunoda regalando così al team Trident la pole per Gara 2.

Weekend fino ad ora da dimenticare per Leonardo Pulcini. Il pilota della Hitech GP, dopo i problemi emersi in qualifica, è rimasto bloccato in griglia in occasione del giro di formazione a causa dell’impossibilità di inserire la prima marcia.

Leonardo è stato così costretto a partire dalla pit lane ed una volta tornato in pista ha mostrato tutto il suo talento con sorpassi al limite e spettacolari ma non  è riuscito a fare meglio di un diciannovesimo posto che non rispecchi il suo valore.

Cla   # Pilota Team Giri Tempo Gap Distacco Mph Pits Ritirato Punti Bonus
1   28 Russian Federation Robert Shwartzman Italy Prema Powerteam 22             25 4
2   3 Denmark Christian Lundgaard France ART Grand Prix 22 2.5           18 2
3   26 New Zealand Marcus Armstrong Italy Prema Powerteam 22 3.4           15  
4   1 Germany David Beckmann France ART Grand Prix 22 4.4           12  
5   2 United Kingdom Max Fewtrell France ART Grand Prix 22 10.3           10  
6   21 Estonia Jüri Vips United Kingdom Hitech Racing 22 14.5           8  
7   27 India Jehan Daruvala Italy Prema Powerteam 22 14.9           6  
8   19 Finland Niko Kari Italy Trident 22 16.1           4  
9   5 Finland Simo Laaksonen Netherlands MP Motorsport 22 17.8           2  
10   14 Japan Yuki Tsunoda Switzerland Jenzer Motorsport 22 22.9           1  
11   30 Brazil Felipe Drugovich United Kingdom Carlin 22 25.5              
12   10 Netherlands Bent Viscaal Germany HWA AG 22 29.3              
13   7 Germany Lirim Zendeli Czech Republic Charouz Racing System 22 30.2              
14   23 Australia Alex Peroni Spain Campos Racing 22 30.9              
15   31 United States Logan Sargeant United Kingdom Carlin 22 31.3              
16   25 Sebastian Fernandez Spain Campos Racing 22 31.9              
17   11 United Kingdom Jake Hughes Germany HWA AG 22 32.2              
18   15 Russian Federation Artem Petrov Switzerland Jenzer Motorsport 22 32.7              
19   20 Italy Leonardo Pulcini United Kingdom Hitech Racing 22 33.7              
20   9 South Africa Raoul Hyman Czech Republic Charouz Racing System 22 38.1              
21   22 China Ye Yifei United Kingdom Hitech Racing 22 40.0              
22   17 Canada Devlin DeFrancesco Italy Trident 22 40.4              
23   29 Japan Teppei Natori United Kingdom Carlin 22 42.7              
24   16 Germany Andreas Estner Switzerland Jenzer Motorsport 22 43.3              
25   18 Brazil Pedro Piquet Italy Trident 22 45.0              
26   6 Netherlands Richard Verschoor Netherlands MP Motorsport 22 48.6              
27   8 Switzerland Fabio Luca Scherer Czech Republic Charouz Racing System 22 50.3              
28   12 Germany Keyvan Andres Germany HWA AG 22 67.4              
  dnf 4 Australia Liam Lawson Netherlands MP Motorsport 14 8 laps       1 Retirement    
  dnf 24 Italy Alessio Deledda Spain Campos Racing 13 9 laps         Retirement    
Scorrimento
Lista

Yuki Tsunoda, Jenzer Motorsport

Yuki Tsunoda, Jenzer Motorsport
1/18

Foto di: FIA F3

Yuki Tsunoda, Jenzer Motorsport

Yuki Tsunoda, Jenzer Motorsport
2/18

Foto di: FIA F3

Teppei Natori, Carlin

Teppei Natori, Carlin
3/18

Foto di: FIA F3

Teppei Natori, Carlin

Teppei Natori, Carlin
4/18

Foto di: FIA F3

Marcus Armstrong, Prema Racing

Marcus Armstrong, Prema Racing
5/18

Foto di: FIA F3

Liam Lawson, MP Motorsport

Liam Lawson, MP Motorsport
6/18

Foto di: FIA F3

Lirim Zendeli, Sauber Junior Team by Charouz

Lirim Zendeli, Sauber Junior Team by Charouz
7/18

Foto di: FIA F3

Juri Vips, Hitech Grand Prix

Juri Vips, Hitech Grand Prix
8/18

Foto di: FIA F3

Jake Hughes, HWA Racelab

Jake Hughes, HWA Racelab
9/18

Foto di: FIA F3

Fabio Scherer, Sauber Junior Team by Charouz

Fabio Scherer, Sauber Junior Team by Charouz
10/18

Foto di: FIA F3

Fabio Scherer, Sauber Junior Team by Charouz

Fabio Scherer, Sauber Junior Team by Charouz
11/18

Foto di: FIA F3

Andreas Estner, Jenzer Motorsport

Andreas Estner, Jenzer Motorsport
12/18

Foto di: FIA F3

Alessio Deledda, Campos Racing

Alessio Deledda, Campos Racing
13/18

Foto di: FIA F3

Alessio Deledda, Campos Racing

Alessio Deledda, Campos Racing
14/18

Foto di: FIA F3

David Beckmann, ART Grand Prix

David Beckmann, ART Grand Prix
15/18

Foto di: FIA F3

David Beckmann, ART Grand Prix

David Beckmann, ART Grand Prix
16/18

Foto di: FIA F3

Lirim Zendeli, Sauber Junior Team by Charouz

Lirim Zendeli, Sauber Junior Team by Charouz
17/18

Foto di: FIA F3

Marcus Armstrong, Prema Racing

Marcus Armstrong, Prema Racing
18/18

Foto di: FIA F3

Prossimo Articolo
F3, Barcellona: Shwartzman conquista di forza la prima pole stagionale

Articolo precedente

F3, Barcellona: Shwartzman conquista di forza la prima pole stagionale

Prossimo Articolo

F3, Barcellona: Jehan Daruvala regala il successo alla Prema anche in Gara 2

F3, Barcellona: Jehan Daruvala regala il successo alla Prema anche in Gara 2
Carica commenti