F3, Austria: patatrac Nannini-Novalak, Hauger ringrazia

Il pilota della Prema è riuscito a conquistare il successo in Gara 1, dopo essere scattato dalla dodicesima piazza, grazie ad un passo mostruoso e ad un contatto nel finale tra Nannini e Novalak.

F3, Austria: patatrac Nannini-Novalak, Hauger ringrazia

Partire dalla dodicesima posizione, per via della griglia invertita, e conquistare il successo in Gara 1. Una missione impossibile per molti, ma non per Dennis Hauger.

Il pilota della Prema sta lasciando il segno in questa stagione con prestazioni sempre più convincenti ed oggi ha compiuto una rimonta pazzesca, aiutata anche da un pizzico di fortuna nelle battute finali.

La prima gara del weekend austriaco non è stata per nulla noiosa, anzi. A dare spettacolo sono stati Nannini, Sargeant e Novalak. L’italiano, scattato dalla seconda piazza, si è subito preso la prima posizione subito dopo il via ma l’americano del Charouz Racing System non si è mai arreso.

Tra i due è iniziato uno scambio di posizioni costante, certamente agevolato dal DRS che ha sempre aiutato chi si trovava in seconda posizione. Sargeant, però, ha chiesto troppo alle proprie Pirelli ed ha accusato un crollo di prestazioni al giro 18 che l’ha fatto retrocedere in terza piazza.

A prendere il suo posto come sfidante principale di Nannini è stato così Novalak, ed il pilota del team Trident poteva davvero avere l’occasione di conquistare il successo.

Il dramma, tuttavia, è accaduto al giro 21 quando Nannini ha affiancato Novalak all’esterno ed i due sono entrati in contatto. Il pilota italiano è finito nella ghiaia, retrocedendo alla fine in nona piazza, mentre il portacolori del team Trident si è ritrovato con la posteriore sinistra forata e dopo aver sfogato la sua rabbia via radio è stato costretto ad un mesto ritiro ai box.

Ad approfittare di questo inaspettato regalo è stato Hauger. Il norvegese è stato autore di una partenza capolavoro dalla dodicesima piazza che l’ha subito proiettato in ottava posizione, per poi aumentare giro dopo giro il ritmo e risalire sino alle spalle dei primi due.

Il contatto tra Nannini e Novalak ha consentito ad Hauger di celebrare un successo che, con molta probabilità, sarebbe arrivato anche con i due piloti in pista visto il passo da extraterrestre che ha mostrato oggi (condito dal giro più veloce in 1’21’’757).

Hauger con questa vittoria ha messo il boost in classifica, ma nel finale ha dovuto controllare negli specchietti un Caldwell molto aggressivo ma limitato negli attacchi da una doppia bandiera gialla nel secondo settore.

Il pilota inglese è stato bravo a stare lontano dai guai ed effettuare gli attacchi prendendosi il giusto margine ed ha così regalato al team Prema un’altra grande doppietta.

Completa il podio un incredulo Sargeant che deve dedicare il trofeo del terzo classificato a Nannini e Novalak, mentre alle spalle dell’americano ha chiuso un Victor Martins ancora una volta miglior portacolori del team MP Motorsport.

Il campione 2020 della Formula Renault Eurocup ha macchiato la sua gara con una leggera escursione a metà corsa, ma è stato bravo a ritrovare subito il ritmo e duellare in modo intenso con Crawford nel finale.

Proprio l’americano della Hitech GP è stato una delle rivelazioni di Gara 1. L’avevamo detto già ieri, al termine di una qualifica finalmente positiva. Jak ha un passo molto competitivo ed è da tenere d’occhio in questo weekend perché potrebbe ottenere il primo podio e far così svoltare la propria stagione.

L’americano, però, potrebbe perdere la quinta piazza perché finito sotto investigazione al termine della gara.

Se Crawford venisse penalizzato ne gioverebbero Caio Collet e Jack Doohan. L’australiano della Trident non è riuscito a brillare come in Francia, ma potrà riscattarsi prontamente in Gara 2 questo pomeriggio grazie alla partenza dalla terza fila con al suo fianco Nannini.

Chi scatterà dalla pole sarà Jonny Edgar, oggi dodicesimo. Il pilota del vivaio Red Bull vuole tornare a lottare con i primi dopo un primo appuntamento di Barcellona nel quale aveva fatto vedere un buon piede destro.

Cla Pilota Team Giri Tempo Gap Distacco Mph Punti
1 Norway Dennis Hauger Italy Prema Powerteam 24 -        
2 United Kingdom Olli Caldwell Italy Prema Powerteam 24 0.400 0.400 0.400    
3 United States Logan Sargeant Czech Republic Charouz Racing System 24 3.000 3.000 2.600    
4 France Victor Martins Netherlands MP Motorsport 24 4.000 4.000 1.000    
5 Jak Crawford United Kingdom Hitech Racing 24 4.700 4.700 0.700    
6 Caio Collet Netherlands MP Motorsport 24 5.200 5.200 0.500    
7 Australia Jack Doohan Italy Trident 24 6.500 6.500 1.300    
8 Italy Matteo Nannini Germany HWA AG 24 7.200 7.200 0.700    
9 Ayumu Iwasa United Kingdom Hitech Racing 24 7.500 7.500 0.300    
10 Russian Federation Alexander Smolyar France ART Grand Prix 24 8.000 8.000 0.500    
11 Brazil Enzo Fittipaldi Czech Republic Charouz Racing System 24 8.600 8.600 0.600    
12 United Kingdom Jonny Edgar United Kingdom Carlin 24 9.100 9.100 0.500    
13 Denmark Frederik Vesti France ART Grand Prix 24 9.200 9.200 0.100    
14 United States Kaylen Frederick United Kingdom Carlin 24 10.300 10.300 1.100    
15 United States Juan Manuel Correa France ART Grand Prix 24 10.600 10.600 0.300    
16 Czech Republic Roman Staněk United Kingdom Hitech Racing 24 11.000 11.000 0.400    
17 Germany David Schumacher Italy Trident 24 11.600 11.600 0.600    
18 Tijmen van Netherlands MP Motorsport 24 12.100 12.100 0.500    
19 Australia Calan Williams Switzerland Jenzer Motorsport 24 14.900 14.900 2.800    
20 United Kingdom Johnathan Hoggard Switzerland Jenzer Motorsport 24 20.100 20.100 5.200    
21 Amaury Cordeel Spain Campos Racing 24 20.600 20.600 0.500    
22 László Tóth Spain Campos Racing 24 21.400 21.400 0.800    
23 Reshad de Czech Republic Charouz Racing System 24 21.800 21.800 0.400    
24 Rafael Villagómez Germany HWA AG 24 22.300 22.300 0.500    
25 Filip Ugran Switzerland Jenzer Motorsport 24 28.500 28.500 6.200    
26 Italy Lorenzo Colombo Spain Campos Racing 24 1'06.700 1'06.700 38.200    
27 Oliver Rasmussen Germany HWA AG 24 1'12.800 1'12.800 6.100    
  United Kingdom Clement Novalak Italy Trident 20 4 laps        
  Arthur Leclerc Italy Prema Powerteam 12 12 laps        
  Ido Cohen United Kingdom Carlin 0 24 laps        

Enzo Fittipaldi, Charouz Racing System

Enzo Fittipaldi, Charouz Racing System
1/12

Foto di: Zak Mauger / Motorsport Images

Filip Ugran, Jenzer Motorsport

Filip Ugran, Jenzer Motorsport
2/12

Foto di: Zak Mauger / Motorsport Images

Filip Ugran, Jenzer Motorsport

Filip Ugran, Jenzer Motorsport
3/12

Foto di: Zak Mauger / Motorsport Images

Logan Sargeant, Charouz Racing System

Logan Sargeant, Charouz Racing System
4/12

Foto di: Zak Mauger / Motorsport Images

Kaylen Frederick, Carlin Buzz Racing

Kaylen Frederick, Carlin Buzz Racing
5/12

Foto di: Zak Mauger / Motorsport Images

Kaylen Frederick, Carlin Buzz Racing

Kaylen Frederick, Carlin Buzz Racing
6/12

Foto di: Zak Mauger / Motorsport Images

Matteo Nannini, Hwa Racelab

Matteo Nannini, Hwa Racelab
7/12

Foto di: Zak Mauger / Motorsport Images

Olli Caldwell, Prema Racing, leads Dennis Hauger, Prema Racing

Olli Caldwell, Prema Racing, leads Dennis Hauger, Prema Racing
8/12

Foto di: Zak Mauger / Motorsport Images

Reshad De Gerus, Charouz Racing System

Reshad De Gerus, Charouz Racing System
9/12

Foto di: Zak Mauger / Motorsport Images

Reshad De Gerus, Charouz Racing System

Reshad De Gerus, Charouz Racing System
10/12

Foto di: Zak Mauger / Motorsport Images

Pierre-Louis Chovet, Campos Racing

Pierre-Louis Chovet, Campos Racing
11/12

Foto di: Zak Mauger / Motorsport Images

Oliver Rasmussen, Hwa Racelab

Oliver Rasmussen, Hwa Racelab
12/12

Foto di: Zak Mauger / Motorsport Images

condivisioni
commenti
F3, Austria: Collet è penalizzato, in pole va Hauger

Articolo precedente

F3, Austria: Collet è penalizzato, in pole va Hauger

Prossimo Articolo

F3, Spielberg: Schumacher vince una Gara 2 combattutissima

F3, Spielberg: Schumacher vince una Gara 2 combattutissima
Carica commenti