Test F2 Barcellona, Giorno 1: Lundgaard detta il passo

Christian Lundgaard è stato il più veloce nella giornata d'apertura dei test collettivi di Formula 2 sul tracciato di Barcellona.

Test F2 Barcellona, Giorno 1: Lundgaard detta il passo

Il pilota della ART Grand Prix è stato il più rapido del lotto sia nella sessione mattutina che in quella pomeridiana nella prima delle tre giornate di prove previste sul tracciato catalano.

Il portacolori dell'Alpine Academy ha fatto segnare il suo 1'29"594 nel turno della mattina e poi questo si è rivelato essere il miglior tempo della giornata.

Il rivale che è riuscito ad avvicinarsi di più è stato Felipe Drugovich, che con la monoposto della UNI Virtuosi ha chiuso a 178 millesimi dalla vetta, mentre il rookie Juri Vips (Hitech GP) è stato il solo oltre a loro a scendere sotto al muro dell'1'30", staccando così il terzo tempo della mattinata.

A seguire c'è stato il vincitore della gara in Bahrain Liam Lawson, seguito da Lirim Zendeli della MP Motorsport e dal leader del campionato Guanyu Zhou con la seconda vettura della UNI Virtuosi.

Nel finale del turno mattutino c'è stata anche una breve interruzione con la bandiera rossa, sventolata quando Gianluca Petecof del Campos Racing è rimasto fermo nel primo settore e Roy Nissany si è fermato invece nel secondo con la monoposto della DAMS.

Come detto, Lundgaard si è confermato il più rapido anche nel turno pomeridiano, ma non è stato in grado di migliorare il crono che aveva realizzato in mattinata, fermandosi a 1'29"827.

In questo caso però ha fatto una bella differenza, perché nessun altro è stato capace di andare sotto all'1'30" e il più vicino degli inseguitori è Richard Verschoor, che ha pagato 338 millesimi con la vettura della MP Motorsport, precedendo Theo Pourchaire della ART Grand Prix.

Marcus Armstrong si è piazzato quarto per la DAMS, seguito da Lawson, Ralph Boschung e Zendeli, che ha causato anche una bandiera rossa dopo appena 15 minuti dall'inizio della sessione.

Sono un po' mancati all'appello i campioni in carica della Prema, con il rookie Oscar Piastri che è risultato 12esimo in entrambi i turni e Robert Schwartzman che è andato peggio, chiudendo rispettivamente 21esimo e 13esimo. Nel pomeriggio è andato male anche Zhou, solamente 18esimo.

Curiosamente, Nissany ha provocato un'altra bandiera rossa, rimanendo sempre fermo lungo il secondo settore del tracciato alle porte di Barcellona.

Il test continuerà domani con altre due sessioni di tre ore, programma che poi sarà replicato anche nella giornata conclusiva di domenica.

Cla Pilota Team Mattina Pomeriggio
1 Christian Lundgaard ART Grand Prix 1m29.594

1m29.827
2 Felipe Drugovich UNI-Virtuosi 1m29.772 1m31.075
3 Juri Vips Hitech Grand Prix 1m29.988 1m30.956
4 Liam Lawson Hitech Grand Prix 1m30.006 1m30.739
5 Lirim Zendeli MP Motorsport 1m30.078 1m30.767
6 Guanyu Zhou UNI-Virtuosi 1m30.083 1m34.783
7 Marcus Armstrong DAMS 1m30.158 1m30.617
8 Richard Verschoor MP Motorsport 1m30.519 1m30.165
9 Theo Pourchaire ART Grand Prix 1m30.738 1m30.167
10 Ralph Boschung Campos Racing 1m30.259 1m30.755
11 Oscar Piastri Prema Racing 1m30.425 1m31.350
12 Dan Ticktum Carlin 1m30.598 1m35.865
13 Jehan Daruvala Carlin 1m30.674 1m35.511
14 Roy Nissany DAMS 1m30.723 1m36.166
15 Bent Viscaal Trident 1m30.727 1m31.198
16 Marino Sato Trident 1m30.727 1m34.503
17 David Beckmann Charouz Racing System 1m30.973 1m30.824
18 Gianluca Petecof Campos Racing 1m30.882 1m31.532
19 Matteo Nannini HWA Racelab 1m30.953 1m35.787
20 Guilherme Samaia Charouz Racing System 1m31.305 1m31.575
21 Robert Shwartzman Prema Racing 1m31.435 1m31.440
22 Alessio Deledda HWA Racelab 1m37.100 1m34.629

 

condivisioni
commenti
F2, Bahrain: Zhou mette la firma sulla Feature Race

Articolo precedente

F2, Bahrain: Zhou mette la firma sulla Feature Race

Prossimo Articolo

Test F2 Barcellona, Giorno 2: Verschoor si mette in mostra

Test F2 Barcellona, Giorno 2: Verschoor si mette in mostra
Carica commenti

Riguardo questo articolo

Serie FIA F2
Evento Test di Aprile a Barcellona
Piloti Christian Lundgaard
Team ART Grand Prix
Autore Tom Howard