Formula 1
28 nov
-
01 dic
Evento concluso
12 mar
-
15 mar
Prossimo evento tra
89 giorni
MotoGP
01 nov
-
03 nov
Evento concluso
15 nov
-
17 nov
Evento concluso
WRC
24 ott
-
27 ott
Evento concluso
14 nov
-
17 nov
Evento concluso
WSBK
24 ott
-
26 ott
Evento concluso
Formula E
23 nov
-
23 nov
Evento concluso
G
Santiago ePrix
17 gen
-
18 gen
Prossimo evento tra
34 giorni
WEC
08 nov
-
10 nov
Evento concluso
12 dic
-
14 dic
Q1 in
03 Ore
:
39 Minuti
:
25 Secondi

Rosin: "Lotteremo per il titolo in F.2, ma non sottovalutiamo Russell"

condivisioni
commenti
Rosin: "Lotteremo per il titolo in F.2, ma non sottovalutiamo Russell"
Di:
31 gen 2018, 11:45

René Rosin, team principal della Prema, ha parlato delle aspettative per stagione che sta per iniziare indicando in Russell uno dei più seri candidati per il titolo in F.2 ed in Armstrong e Shwartzman le sorprese nella F.3 Europea.

Nyck De Vries, PREMA Racing
Nyck De Vries, PREMA Racing
Rene Rosin, Team manager Prema Powerteam
Nyck de Vries, Prema Racing
Nyck De Vries, PREMA Racing
Sean Gelael, PREMA Racing
Sean Gelael, PREMA Racing
Sean Gelael, PREMA Racing
Sean Gelael, PREMA Racing
Sean Gelael, PREMA Racing
Guan Yu Zhou, Prema Powerteam, Dallara F317 - Mercedes-Benz
Prema Racing Team Manager, Rene Rosin
Guan Yu Zhou, Prema Powerteam, Dallara F317 - Mercedes-Benz
Guan Yu Zhou, Prema Powerteam, Dallara F317 - Mercedes-Benz
Guan Yu Zhou, Prema Powerteam, Dallara F317 - Mercedes-Benz
Guan Yu Zhou, Prema Powerteam, Dallara F317 - Mercedes-Benz

Dopo aver conquistato il titolo piloti in Formula 2 con Charles Leclerc, perdendo per un soffio la lotta per quello riservato ai team nell’ultimo round di Abu Dhabi, ed aver mantenuto lo scettro di migliore squadra nella Formula 3 Europea, in casa Prema è tutto pronto per iniziare la stagione 2018 con una immutata fame di vittorie.

Prima che le vetture del team di Grisignano di Zocco tornino a mordere l’asfalto dei circuiti, Motorsport.com ha incontrato René Rosin per fare il punto della situazione della stagione ormai alle porte.

René, come procede la conoscenza della nuova vettura di F.2?
"Naturalmente è tutto nuovo e siamo ancora in attesa di ulteriori particolari. Scenderemo in pista per la prima volta in occasione dello shake down di Magny Cours, ma in quella occasione non saranno divulgati i tempi né verranno rilasciati comunicati ufficiali".

La line up per la stagione 2018 ha destato parecchie perplessità soprattutto per quel che riguarda Gelael visti i suoi risultati non propriamente brillanti...
"Ritengo che la line up che abbiamo possa portare degli ottimi risultati. Sono convinto che Sean possa far meglio di quanto visto sino ad ora, mentre sono certo che Nyck farà molto bene. Sono fiducioso. Dovremo svolgere un lavoro diverso rispetto al passato cercando di far migliorare Gelael. Siamo tutti motivati per fare il nostro lavoro al meglio, non vedo alcun problema".

L’arrivo di Gelael è stato dettato da ragioni di sponsor e di conseguenza economiche per finanziare l’acquisto delle nuove monoposto?
"Ovviamente l’investimento per l’acquisto della nuova Formula 2 è importante, ma abbiamo valutato ogni minimo particolare. Abbiamo scelto il miglior compromesso per avere una buona line up".

In questa stagione vedremo gli stessi valori in campo o potrà esserci qualche sorpresa?
"Secondo me sarà importante il modo in cui i vari team si approcceranno alla nuova vettura, tuttavia credo che le squadre con un certa esperienza potranno fare ancora la differenza. Capiremo meglio i valori in campo una volta che tutte le vetture saranno in pista. Inoltre credo che il livello delle squadre in questa stagione sia davvero elevato vista la selezione effettuata dall’organizzatore. Sono state fatte delle scelte che faranno bene alla F.2".

C’è amarezza per aver perso il titolo riservato ai team nell’ultima gara a seguito della penalità inflitta a Fuoco?
"L’amarezza c’è sicuramente, ma il titolo non l’abbiamo perso solo in quella occasione. Abbiamo compiuto una serie di errori che non devono accadere e sui quali ci siamo concentrati nella pausa invernale per evitare che si ripetano. Questi errori, come la squalifica di Charles in Ungheria ed a Spa, oltre ad alcune occasioni in cui i nostri piloti non sono riusciti ad andare a punti, si sono rivelati decisivi nella lotta per il titolo. E’ stato semplicemente commesso qualche errore di troppo, la penalità di Abu Dhabi è stata il colpo di grazia".

Per quel che riguarda la Formula 3 il motore Mercedes in questa stagione riuscirà ad essere all’altezza del Volkswagen o ci sarà ancora un deficit di potenza?
"Mercedes, da quando è entrata in F.3, ha vinto tutti gli anni tranne nel 2003, nel 2010 e nella passata stagione. In tutti questi anni ha sempre fornito un prodotto di altissimo livello e lo abbiamo visto anche nell’ultimo appuntamento di Macao, gara dove il motore ha un ruolo fondamentale. Anche se ha vinto una vettura motorizzata Volkswagen il propulsore più competitivo era un Mercedes. Siamo riusciti ad avere 4 vetture in top ten, risultato eccellente per Macao. Per me non c’è un deficit così grande da influenzare le prestazioni".

Avete modificato notevolmente la line up con l’arrivo di Armstrong e Shwartzman oltre al ritorno di Aron ed alla conferma di Zhou. Puoi dirci come avete deciso questa formazione?
"Zhou avrebbe dovuto fare il salto in Formula 2 ma poi non se n’è fatto più nulla. E’ un pilota FDA, ed in considerazione del rapporto che abbiamo sia con Ferrari che con Zhou, la scelta di proseguire con noi è stata naturale. Shwartzman ed Armostrong sono entrambi molto veloci. Abbiamo fatto due giorni di test con loro e sono andati molto bene quindi non avrebbe avuto senso non prenderli. Per quanto riguarda il ritorno di Aron, eravamo in cerca di un pilota di esperienza e sono certo che farà bene in questa stagione".

Oltre ai tuoi piloti, chi pensi possa far parte della lotta per il titolo in questa stagione?
"Penso sicuramente Ticktum ed anche Fenestraz. Come outsider metterei Habsburg che tra l’altro è andato molto bene anche a Daytona e meritava di vincere a Macao. Ticktum è un buon pilota e va forte, ma lo voglio vedere all’opera nel corso dell’anno. Nella scorsa stagione in Eurocup ha avuto troppi alti e bassi. Tuttavia è ancora presto per poter indicare con certezza dei favoriti, questa sarà una stagione di cambiamento in previsione del 2019".

Chi credi sia da tenere d’occhio per il campionato in Formula 2 ed in GP3?
"In F.2 dico Russell, è uno tra i piloti più forti in circolazione. In GP3 vedo bene Ilott, d’altra parte lo conosco bene…".

Prossimo Articolo
Luca Ghiotto correrà ancora in F.2. Lo farà per il team Campos Racing

Articolo precedente

Luca Ghiotto correrà ancora in F.2. Lo farà per il team Campos Racing

Prossimo Articolo

Racing Engineering abbandona la FIA F.2 con effetto immediato!

Racing Engineering abbandona la FIA F.2 con effetto immediato!
Carica commenti