Formula 1
14 nov
-
17 nov
Evento concluso
MotoGP
01 nov
-
03 nov
Evento concluso
15 nov
-
17 nov
Evento concluso
WRC
24 ott
-
27 ott
Evento concluso
14 nov
-
17 nov
Evento concluso
WSBK
11 ott
-
13 ott
Evento concluso
24 ott
-
26 ott
Evento concluso
Formula E
22 nov
-
22 nov
Libere 2 in
00 Ore
:
52 Minuti
:
57 Secondi
G
Ad Diriyah E-prix II
23 nov
-
23 nov
Libere 3 in
1 giorno
WEC
08 nov
-
10 nov
Evento concluso

Markelov sorprende tutti e trionfa nella Sprint Race di Jerez

condivisioni
commenti
Markelov sorprende tutti e trionfa nella Sprint Race di Jerez
Di:
8 ott 2017, 13:32

Il pilota del Russian Time gestisce perfettamente le gomme e trionfa in solitaria davanti a Latifi e Rowland. Ghiotto è autore di una grande rimonta ed è 4, mentre Fuoco e Leclerc, dopo la sosta, chiudono in quinta e settima piazza.

Artem Markelov, RUSSIAN TIME
Oliver Rowland, DAMS
Oliver Rowland, DAMS
Oliver Rowland, DAMS
Nicholas Latifi, DAMS
Nyck De Vries, Racing Engineering
Nicholas Latifi, DAMS
Sergio Sette Camara, MP Motorsport
Charles Leclerc, PREMA Powerteam
Sergio Sette Camara, MP Motorsport
Oliver Rowland, DAMS sul podio
Artem Markelov, RUSSIAN TIME
Rene Binder, Rapax
Louis Deletraz, Rapax
Alex Palou, Campos Racing
Gustav Malja, Racing Engineering

Con i giochi per il titolo piloti ormai decisi nella Feature Race, i piloti dei tre principali team, Prema, Dams e Russian Time, hanno regalato spettacolo nella seconda gara del weekend di Jerez per consentire alle rispettive squadre di giocarsi il tutto per tutto nella classifica riservata alle scuderie nell'appuntamento finale di Abu Dhabi.

A trionfare, grazie ad una gestione gomme sapiente, è stato Artem Markelov. Il russo è stato bravissimo nel non forzare nelle fasi iniziali di gara, mantenendosi alle spalle di Latifi e lasciando sfogare il poleman Palou, per poi piazzare la zampata decisiva al ventitreesimo passaggio per poi involarsi indisturbato sino alla bandiera a scacchi.

Il via dell'ultimo appuntamento del weekend spagnolo è stato posticipato di 15 minuti a causa di un imprevisto problema tecnico riscontrato sulla safety car. Allo spegnersi dei semafori, Palou ha sfruttato al meglio la pole ottenuta grazie all'inversione della griglia ed ha subito creato il vuoto sui diretti inseguitori, mentre alle sue spalle una dura lotta tra Ghiotto e King per la seconda posizione ha visto il pilota del Russian Time finire fuori pista in Curva 3 per evitare il contatto con la monoposto del britannico.

Il degrado delle Pirelli medie è stato l'elemento chiave di questa Sprint Race. Palou ha pagato l'inesperienza nella gestione gomme ed ha vanificato un risultato di prestigio, mentre in casa Prema i problemi di set up riscontrati al sabato non sono stati risolti nel corso della notte.

Il team italiano ha optato per una strategia simile a quella vista con Leclerc in Barhain, richiamando ai box Fuoco al tredicesimo giro e Leclerc una tornata dopo. I due rookie della FDA, una volta montate gomme soft, hanno iniziato una rimonta pazzesca a suon di giri veloci e sono stati imitati nella strategia da Luca Ghiotto.

Il pilota del Russian Time, dopo l'uscita di pista provocata da King, ha rimontato come una furia dall'ultima posizione ed ha poi optato per il cambio gomme al diciannovesimo giro indovinando perfettamente il momento in cui adottare le coperture soft.

Leclerc, infatti, ha accusato un calo drastico degli pneumatici al penultimo passaggio e, dopo essere riuscito a portarsi sino in quarta piazza, ha subito inizialmente i sorpassi di Fuoco e Ghiotto e poi di de Vries sulla linea del traguardo, concludendo in settima posizione, mentre il calabrese della Prema non è riuscito a resistere alla pressione di Ghiotto, agevolato da gomme più fresche, ed ha visto il connazionale del Russian Time transitare davanti a lui in quarta posizione.

La lotta per il successo si è invece decisa al ventitreesimo giro, quando Markelov, dopo aver trattato le proprie Pirelli con estrema gentilezza, ha rotto gli indugi andando ad attaccare Latifi e Palou per poi pestare pesantemente sull'acceleratore e creare un gap di ben 11 secondi sul canadese della DAMS.

Latifi, dopo la delusione vissuta ieri per un podio sfuggito a causa del comportamento incredibile dei doppiati, non è riuscito a replicare ai tempi di Markelov e si è dovuto così accontentare di chiudere sul secondo gradino del podio precedendo il compagno di team Rowland.

Palou, dopo un avvio incandescente, ha patito una totale assenza di grip dei propri pneumatici ed è velocemente scivolato in classifica sino a chiudere alle spalle di Leclerc in ottava posizione ed ottenere l'ultimo punto disponibile.

Leclerc, ormai matematicamente campione, ha aggiunto ulteriori due punti in classifica portandosi a quota 249, mentre Rowland consolida il secondo posto con 189 punti davanti a Markelov a quota 177 e Ghiotto con 164 punti.

Decisamente avvincente la situazione relativa alla classifica dei team. In casa Prema, nonostante le difficoltà odierne, si mantiene la vetta della graduatoria con 347 punti, ma il team DAMS insegue a sole due lunghezze di distacco ed il Russian Time è terzo a quota 341.

Cla #PilotaTeamGiriTempoGapDistaccoMphPitsRitiratoPuntiBonus
1   6 russia Artem Markelov  russia RUSSIAN TIME 28 43'01.086           15  
2   10 canada Nicholas Latifi  france DAMS 28 43'12.926 11.840 11.840       12  
3   9 united_kingdom Oliver Rowland  france DAMS 28 43'14.372 13.286 1.446       10  
4   5 italy Luca Ghiotto  russia RUSSIAN TIME 28 43'15.777 14.691 1.405       8  
5   2 italy Antonio Fuoco  italy Prema Powerteam 28 43'17.583 16.497 1.806       6  
6   3 netherlands Nick de Vries  spain Racing Engineering 28 43'21.287 20.201 3.704       4  
7   1 monaco Charles Leclerc  italy Prema Powerteam 28 43'21.596 20.510 0.309       2  
8   12 spain Álex Palou  spain Campos Racing 28 43'26.113 25.027 4.517       1  
9   8 thailand Alexander Albon  france ART Grand Prix 28 43'26.699 25.613 0.586          
10   20 france Norman Nato  united_kingdom Arden International 28 43'31.497 30.411 4.798          
11   7 japan Nobuharu Matsushita france ART Grand Prix 28 43'35.145 34.059 3.648          
12   18 switzerland Louis Délétraz  italy Rapax 28 43'39.160 38.074 4.015          
13   17 united_states Santino Ferrucci  italy Trident 28 43'45.343 44.257 6.183          
14   14 brazil Sergio Sette Camara  netherlands MP Motorsport 28 43'53.122 52.036 7.779          
15   16 malaysia Nabil Jeffri  italy Trident 28 43'53.481 52.395 0.359          
16   21 india Sean Gelael  united_kingdom Arden International 28 43'53.602 52.516 0.121          
17   19 austria Rene Binder  italy Rapax 28 43'53.744 52.658 0.142         2
18   4 sweden Gustav Malja  spain Racing Engineering 28 44'05.922 1'04.836 12.178          
19   11 switzerland Ralph Boschung  spain Campos Racing 27 1 lap 1 giro 1 giro          
    15 united_kingdom Jordan King  netherlands MP Motorsport 3 25 laps 25 giri 24 giri
Prossimo Articolo
Leclerc dedica il titolo di Formula 2 al padre recentemente scomparso

Articolo precedente

Leclerc dedica il titolo di Formula 2 al padre recentemente scomparso

Prossimo Articolo

Boschung si separa da Campos prima del finale di stagione

Boschung si separa da Campos prima del finale di stagione
Carica commenti

Riguardo questo articolo

Serie FIA F2
Evento Jerez
Location Circuito de Jerez
Piloti Nicholas Latifi , Oliver Rowland , Artem Markelov
Team UNI-Virtuosi
Autore Marco Di Marco