GT World Challenge Europe Endurance
17 apr
-
19 apr
Prossimo evento tra
81 giorni
09 mag
-
10 mag
Prossimo evento tra
103 giorni
Formula 1
12 mar
-
15 mar
Prossimo evento tra
45 giorni
G
GP del Bahrain
19 mar
-
22 mar
Prossimo evento tra
52 giorni
MotoGP
G
GP del Qatar
05 mar
-
08 mar
Prossimo evento tra
38 giorni
G
GP della Thailandia
19 mar
-
22 mar
Prossimo evento tra
52 giorni
WRC
22 gen
-
26 gen
Evento concluso
13 feb
-
16 feb
Prossimo evento tra
17 giorni
WSBK
G
Phillip Island
28 feb
-
01 mar
Prossimo evento tra
32 giorni
G
Losail
13 mar
-
15 mar
Prossimo evento tra
46 giorni
Formula E
17 gen
-
18 gen
Evento concluso
14 feb
-
15 feb
Prossimo evento tra
18 giorni
WEC
12 dic
-
14 dic
Evento concluso
22 feb
-
23 feb
Prossimo evento tra
26 giorni

Leclerc chiude una stagione da record vincendo la Sprint Race

condivisioni
commenti
Leclerc chiude una stagione da record vincendo la Sprint Race
Di:
26 nov 2017, 11:31

Il monegasco rimonta alla grande e nel finale lotta ruota a ruota con Albon per centrare l'ultimo successo dell'anno. Nicholas Latifi completa il podio. Belle le rimonte di Ghiotto e Fuoco. Russian Time abbandona la serie con il titolo team.

Nicholas Latifi, DAMS
Alexander Albon, ART Grand Prix, Nobuharu Matsushita, ART Grand Prix
Oliver Rowland, DAMS, Nyck De Vries, Racing Engineering, Alexander Albon, ART Grand Prix
Norman Nato, Pertamina Arden, Charles Leclerc, PREMA Powerteam, Antonio Fuoco, PREMA Powerteam
Charles Leclerc, PREMA Powerteam
Nicholas Latifi, DAMS
Charles Leclerc, PREMA Powerteam
Charles Leclerc, PREMA Powerteam
Nicholas Latifi, DAMS
Sean Gelael, Pertamina Arden
Artem Markelov, RUSSIAN TIME
Luca Ghiotto, RUSSIAN TIME
Nicholas Latifi, DAMS
Alexander Albon, ART Grand Prix
Charles Leclerc, PREMA Powerteam
Nicholas Latifi, DAMS
Antonio Fuoco, PREMA Powerteam
Il terzo classificato Antonio Fuoco, PREMA Powerteam, nella conferenza stampa
Charles Leclerc, PREMA Powerteam

Charles Leclerc ha voluto mettere il sigillo ad una stagione semplicemente eccezionale andando a vincere in rimonta l'ultima gara dell'anno andata in scena sul tracciato di Abu Dhabi.

Il monegasco, scattato dalla settima casella, ha subito messo le cose in chiaro sin dalla partenza quando ha avuto la meglio sul poleman Jordan King autore di un avvio decisamente infelice, per poi gestire le Pirelli soft come sempre da veterano nel primo stint di gara e dare la frustata decisiva nella seconda frazione riuscendo ad avere la meglio nell'ordine su de Vries, Matsushita ed Albon.

Proprio il duello con l'ex compagno di team in GP3 ha entusiasmato e, probabilmente, potrebbe finire nel mirino dei commissari.

Quando mancavano due giri al termine, Leclerc si è messo negli scarichi della ART ma non ha potuto utilizzare il DRS, disabilitato dalla direzione gara, per avere la meglio a causa della monoposto di Deletraz rimasta ferma nella via di fuga nel terzo settore.

Charles non si è lasciato scoraggiare dalla difficoltà di superare semplicemente grazie alla scia, ed ha impostato la traiettoria del primo tornante in modo differente da Albon. L'anglo tailandese, più largo nell'affrontare la curva, ha frenato decisamente prima rispetto al pilota della Prema e Leclerc ha colpito col muso della propria monoposto la posteriore sinistra della ART facendo scomporre Albon e danneggiando leggermente il baffo anteriore destro della propria ala anteriore.

Albon ha così perso trazione in uscita e Leclerc ha potuto affiancare il pilota della ART nel lungo rettilineo successivo andando a sfiorare le barriere a seguito della dura chiusura di Alex per poi riuscire a passare alla staccata ed andare a conquistare con una fame ed una cattiveria incredibile l'ultima vittoria di questa stagione incredibile.

Albon è apparso decisamente deluso sul secondo gradino del podio, ma questo risultato, qualora i commissari non dovessero rivoluzionare ancora una volta la classifica, ripaga il pilota della ART Grand Prix di una stagione decisamente opaca.

Nicholas Latifi ha completato il podio dopo una gara lineare e priva di sbavature riuscendo ad avere la meglio della seconda vettura della ART affidata a Nobuharu Matsushita.

Bella la rimonta compiuta da Luca Ghiotto che ha visto il pilota veneto chiudere in quinta posizione. Dopo essersi avviato dalla sesta casella, Luca ha ancora una volta gestito in modo magistrale il degrado delle gomme nelle fasi iniziali per poi piazzare la zampata decisiva su Markelov al settimo passaggio e su de Vries al tredicesimo replicando, tuttavia, la manovra che nella gara di GP3 è costata a Ticktum una penalità di 5 secondi.

Markelov, dopo la vittoria a tavolino giunta in serata, non è riuscito ad andare oltre il sesto posto precedendo un Oliver Rowland protagonista di una grande rimonta dal fondo della griglia.

L'inglese, nonostante un taglio in partenza, ha mostrato un feeling incredibile con il tracciato di Yas Marina ed ha regalato al pubblico una progressione incredibile sin dai primi giri che ha avuto un riflesso negativo sulle proprie Pirelli nello stint finale.

Oliver, infatti, una volta giunto in scia a Markelov, non ha più avuto il passo per mettere pressione al russo e si è dovuto così accontentare di chiudere in scia al russo con soli sei decimi di distacco.

Dopo aver firmato per la prossima stagione con il team Carlin, Sergio Sette Camara ha concluso la stagione con l'ottava piazza precedendo un de Vries ancora una volta in grande difficoltà nella gestione gomme e Roberto Merhi.

Sfiora la top ten Antonio Fuoco che termina la Sprint Race in undicesima posizione. Il pilota della Prema ha dovuto affrontare una gara complicata dopo la partenza dalle retrovie a seguito della squalifica giunta ieri, ma il calabrese non si è lasciato scoraggiare e, dopo un primo stint accorto, ha regalato spettacolo nelle battute conclusive.

Merita, infine, una menzione la gara compiuta da Lando Norris. Il britannico, alla seconda corsa in Formula 2, ha potuto beneficiare del motore nuovo montato sulla sua Campos dopo il guasto patito nella Feature Race ed era riuscito a risalire sino alla nona piazza.

Il risultato eccellente, tuttavia, è stato cancellato dai commissari a seguito di una penalità di 5 secondi di tempo inflitta per aver tagliato una curva.

Al termine dell'ultimo round stagionale la classifica piloti vede Leclerc campione con un bottino di 282 punti, seguito da Markelov a quota 210, Rowland con 191 e Ghiotto a 185.

La classifica riservata ai team è stata invece pesantemente decisa ieri dopo le squalifiche arrivate in serata. Il Russian Time abbandona la serie conquistando il titolo con 395 punti, mentre Prema cede lo scettro chiudendo in seconda posizione a quota 380 precedendo DAMS, terza con 369 punti.

Cla #PilotaTeamGiriTempoGapDistaccoMphPitsRitiratoPuntiBonus
1   1 monaco Charles Leclerc  italy Prema Powerteam 22 41'36.188     176.053     15  
2   8 thailand Alexander Albon  france ART Grand Prix 22 41'37.481 1.293 1.293 175.962     12  
3   10 canada Nicholas Latifi  france DAMS 22 41'39.395 3.207 1.914 175.827     10 2
4   7 japan Nobuharu Matsushita france ART Grand Prix 22 41'40.293 4.105 0.898 175.764     8  
5   5 italy Luca Ghiotto  russia RUSSIAN TIME 22 41'41.140 4.952 0.847 175.704     6  
6   6 russia Artem Markelov  russia RUSSIAN TIME 22 41'50.946 14.758 9.806 175.018     4  
7   9 united_kingdom Oliver Rowland  france DAMS 22 41'51.634 15.446 0.688 174.970     2  
8   14 brazil Sergio Sette Camara  netherlands MP Motorsport 22 42'00.983 24.795 9.349 174.321     1  
9   3 netherlands Nick de Vries  spain Racing Engineering 22 42'05.449 29.261 4.466 174.013        
10   19 spain Roberto Merhi  italy Rapax 22 42'05.877 29.689 0.428 173.984        
11   2 italy Antonio Fuoco  italy Prema Powerteam 22 42'06.100 29.912 0.223 173.968        
12   12 spain Álex Palou  spain Campos Racing 22 42'07.187 30.999 1.087 173.894        
13   11 united_kingdom Lando Norris  spain Campos Racing 22 42'07.752 31.564 0.565 173.855        
14   21 india Sean Gelael  united_kingdom Arden International 22 42'14.902 38.714 7.150 173.364        
15   17 united_states Santino Ferrucci  italy Trident 22 42'15.793 39.605 0.891 173.303        
16   16 malaysia Nabil Jeffri  italy Trident 22 42'19.498 43.310 3.705 173.051        
17   4 sweden Gustav Malja  spain Racing Engineering 22 42'25.847 49.659 6.349 172.619        
  dnf 20 france Norman Nato  united_kingdom Arden International 19 36'42.542 3 giri 3 giri 172.291   Ritirato    
  dnf 18 switzerland Louis Délétraz  italy Rapax 18 34'21.671 4 giri 1 giro 174.365   Ritirato    
  dnf 15 united_kingdom Jordan King  netherlands MP Motorsport 11 22'03.538 11 giri 7 giri 165.861 2
Prossimo Articolo
Norris e Sette Camara nuovi piloti del team Carlin in F.2 nel 2018

Articolo precedente

Norris e Sette Camara nuovi piloti del team Carlin in F.2 nel 2018

Prossimo Articolo

Nyck de Vries completa la formazione 2018 della Prema in F.2

Nyck de Vries completa la formazione 2018 della Prema in F.2
Carica commenti