Latifi sbaglia, Matsushita ringrazia e coglie la vittoria in Gara 2 a Barcellona

Incredibile errore del canadese del team DAMS a tre giri dal termine quando aveva la gara in pugno. Matsushita approfitta dello sbaglio e vince precedendo Rowland. Ghiotto soffre ed è 7°, mentre Fuoco è costretto al ritiro.

Latifi sbaglia, Matsushita ringrazia e coglie la vittoria in Gara 2 a Barcellona
Nyck De Vries, Rapax, Nicholas Latifi, DAMS
Nyck De Vries, Rapax, Oliver Rowland, DAMS, Norman Nato, Pertamina Arden, Nobuharu Matsushita, ART G
Nobuharu Matsushita, ART Grand Prix
Nicholas Latifi, DAMS
Nicholas Latifi, DAMS
Nobuharu Matsushita, ART Grand Prix
Alexander Albon, ART Grand Prix
Alexander Albon, ART Grand Prix
Oliver Rowland, DAMS
Nobuharu Matsushita, ART Grand Prix
Oliver Rowland, DAMS
Nicholas Latifi, DAMS
Oliver Rowland, DAMS

Suona l'inno giapponese sul podio di Barcellona per celebrare la vittoria di Nobuharu Matsushita, ma il pilota del team ART Grand Prix deve ringraziare Nicholas Latifi per un regalo inatteso.

Il canadese della DAMS, infatti, dopo aver effettuato una partenza perfetta che l'ha proiettato dalla terza alla prima posizione, ed aver dominato senza problemi l'intera gara, si è reso protagonista di un errore incredibile al giro numero 23 sbagliando il punto di frenata alla Curva 10, andando nella ghia, e perdendo così un successo apparso ormai certo.

Dell'errore non ne ha approfittato solamente Matsushita ma anche Oliver Rowland. Il britannico, al terzo podio stagionale, è stato ancora una volta protagonista di una gara decisamente convincente che l'ha visto rimontare dalla sesta casella di partenza sino al secondo posto dopo un duello duro proprio con il compagno di team nelle battute finali della corsa.

Chiude ai piedi del podio il leader del campionato Charles Leclerc. Il monegasco della Prema ha corso con la consueta intelligenza nella gestione gomme che gli ha consentito di poter disporre di pneumatici in buone condizioni nel finale. Leclerc, tuttavia, ha dovuto faticare non poco per avere la meglio su Albon, ma una volta che il tailandese non ha potuto più sfruttare il DRS in scia a Malja, è riuscito a superarlo agevolmente.

Da applausi la rimonta di Jordan King, protagonista silenzioso di Gara 2. Il britannico della MP Motorsport, scattato dalla nona posizione, ha messo in mostra tutta la sua esperienza nella gestione gomme ed il quinto posto conclusivo ripaga ampiamente gli sforzi prodotti.

A differenza del britannico, Malja ha accusato un brusco calo di performance degli pneumatici nel finale e, dopo aver occupato la seconda posizione nelle battute iniziali, ha concluso in sesta posizione precedendo per un soffio Luca Ghiotto.

L'italiano del Russian Time è stato protagonista di una gara opaca che l'ha visto precipitare dalla quarta posizone occupata al quinto giro alla settima conclusiva. A metà corsa Luca ha patito un ritmo non all'altezza dei rivali ed è stato agevolmente sopravanzato da Leclerc, Rowland ed Albon, ma ha poi mostrato un ritmo convincente nei giri conclusivi ed ha conquistato due punti preziosi.

Albon ha ottenuto l'ottavo posto finale patendo ancora una volta la gestione gomme. Il tailandese della ART Grand Prix, infatti, ha ben figurato sino a pochi giri dal termine quando le sue Pirelli sono crollate impedendogli di difendersi dagli attacchi dei rivali.

Completano la top ten Artem Markelov e Johnny Cecotto, ma il russo deve certemante fare mea culpa per una pessima partenza dalla pole che l'ha visto subito retrocedere nelle fasi iniziali sino alla settima posizione.

Decisamente sfortunato il weekend spagnolo per Fuoco. Dopo i problemi patiti in Gara 1, il rookie della Prema è stato messo subito fuori gioco da un sorpasso avventato da parte di De Vries ed è stato costretto ad un mesto ritiro.

Al termine del secondo round stagionale Leclerc guida la classifica piloti con 73 punti, seguito da Rowland a quota 47 e Ghiotto, terzo, con 38 punti.

Cla #PilotaTeamGiriTempoGapDistaccoMphPitsRitiratoPuntiBonus
1   7 japan Nobuharu Matsushita france ART Grand Prix 26 -           15  
2   9 united_kingdom Oliver Rowland  france DAMS 26 3.3 3.300 3.300       12  
3   10 canada Nicholas Latifi  france DAMS 26 4.6 4.600 1.300       10  
4   1 monaco Charles Leclerc  italy Prema Powerteam 26 9.1 9.100 4.500       8  
5   15 united_kingdom Jordan King  netherlands MP Motorsport 26 15.3 15.300 6.200       6  
6   4 sweden Gustav Malja  spain Racing Engineering 26 17.9 17.900 2.600       4  
7   5 italy Luca Ghiotto  russia RUSSIAN TIME 26 18.0 18.000 0.100       2  
8   8 thailand Alexander Albon  france ART Grand Prix 26 21.1 21.100 3.100       1  
9   6 russia Artem Markelov  russia RUSSIAN TIME 26 21.5 21.500 0.400          
10   19 venezuela Johnny Cecotto  italy Rapax 26 30.7 30.700 9.200          
11   17 spain Sergio Canamasas  italy Trident 26 31.5 31.500 0.800          
12   12 spain Roberto Merhi  spain Campos Racing 26 34.4 34.400 2.900          
13   20 france Norman Nato  united_kingdom Arden International 26 35.2 35.200 0.800          
14   3 switzerland Louis Délétraz  spain Racing Engineering 26 38.0 38.000 2.800          
15   14 brazil Sergio Sette Camara  netherlands MP Motorsport 26 39.4 39.400 1.400          
16   21 india Sean Gelael  united_kingdom Arden International 26 46.9 46.900 7.500          
17   11 switzerland Ralph Boschung  spain Campos Racing 26 50.2 50.200 3.300          
18   16 malaysia Nabil Jeffri  italy Trident 26 59.9 59.900 9.700          
  dnf 2 italy Antonio Fuoco  italy Prema Powerteam 0 26 laps 26 giri 26 giri     Ritirato    
  dnf 18 netherlands Nick de Vries  italy Rapax 0 26 laps 26 giri 0.000     Ritirato
condivisioni
commenti
Boschung, Cecotto e Sette Camara penalizzati al termine di Gara 1

Articolo precedente

Boschung, Cecotto e Sette Camara penalizzati al termine di Gara 1

Prossimo Articolo

Nick De Vries punito per l'incidente con Antonio Fuoco in Gara 2

Nick De Vries punito per l'incidente con Antonio Fuoco in Gara 2
Carica commenti