La safety car regala a Sette Camara il successo nella Sprint Race

condivisioni
commenti
La safety car regala a Sette Camara il successo nella Sprint Race
Di:
27 ago 2017, 09:24

Il brasiliano della MP Motorsport comanda le operazioni dall'inizio sino all'ingresso della safety car resosi necessario per lo schianto di Matsushita. De Vries e Ghiotto completano il podio, mentre Leclerc rimonta dal fondo ed è quinto.

Nyck De Vries, Racing Engineering
Sergio Sette Camara, MP Motorsport
Nyck De Vries, Racing Engineering
Luca Ghiotto, RUSSIAN TIME
Luca Ghiotto, RUSSIAN TIME
Il vincitore della gara Charles Leclerc, PREMA Powerteam
Nyck De Vries, Racing Engineering
Luca Ghiotto, RUSSIAN TIME
Sergio Sette Camara, MP Motorsport
Sergio Sette Camara, MP Motorsport
Nyck De Vries, Racing Engineering
Sergio Sette Camara, MP Motorsport
Luca Ghiotto, RUSSIAN TIME
Sergio Sette Camara, MP Motorsport
Sergio Sette Camara, MP Motorsport
Sergio Sette Camara, MP Motorsport
Charles Leclerc, PREMA Powerteam conquista la vittoria

La seconda gara del weekend della Formula 2 ha visto Sergio Sette Camara cogliere il primo successo stagionale sullo splendido tracciato di Spa-Francorchamps, ma la performance del brasiliano, bravo a comandare le operazioni grazie ad una ottima partenza, sono state limitate a tre giri dal termine dall'ingresso della safety car a seguito della violenta uscita di pista di Matsushita all'Eau Rouge.

Il giapponese della ART Grand Prix, giunto allo scollinamento in scia a Malja, ha perso il posteriore della propria vettura andando ad impattare violentemente con il lato destro contro le barriere di protezione.

Matsushita, fortunatamente, è uscito immediatamente con le proprie gambe, anche se zoppicante, dai resti della Dallara, e le operazioni in pista sono subito state neutralizzate con l'ingresso della medical car e della safety car che ha guidato il gruppo sino alla bandiera a scacchi.

Sette Camara ha così potuto gioire per una vittoria ampiamente meritata, mentre il podio ha visto Nick De Vries cogliere il secondo posto, e regalare finalmente una soddisfazione al Racing Engineering, davanti a Luca Ghiotto bravo a rimontare dalla settima casella in griglia ereditata a seguito della rivoluzione della classifica di Gara 1 giunta nella notte di ieri.

Il pilota del Russian Time, al secondo podio del weekend, non si è fatto pregare quando si è trattato di avere la meglio su Merhi al dodicesimo passaggio e su Nato al quindicesimo e può certamente recriminare per l'ingresso della safety car che lo ha privato della possibilità di insidiare De Vries.

Nato ha ottenuto il quarto posto conclusivo precedendo il grande protagonista di giornata, Charles Leclerc.

Il monegasco, dopo aver perso la vittoria in Gara 1, si è avviato dal fondo dello schieramento e si è prodotto in una rimonta furiosa, fatta di sorpassi decisi, che gli ha consentito di risalire sino al quinto posto finale ed allungare ulteriormente in classifica su Rowland.

Anche il britannico della DAMS ha regalato spettacolo sul tracciato belga ma, a differenza di Leclerc, ha perso parecchio tempo alle spalle di Ferrucci restando bloccato per qualche giro in dodicesima posizione.

Una volta liberatosi dell'americano della Trident, Rowland ha potuto impostare nuovamente il proprio ritmo sino a giungere alle spalle di Fuoco e Merhi in ottava posizione conquistando così un punto.

Lo spagnolo della Rapax, giunto nel team italiano in questo appuntamento per sostituire l'indisponibile Canamasas, ha lottato con i denti per resistere alla rimonta di Leclerc, accompagnando il monegasco all'esterno di Les Combes, ma non ha potuto nulla contro la furia Charles, mentre Fuoco, ha regalato il sorpasso più bello della gara, se non della stagione, al giro numero 9.

Il rookie calabrese è stato bravo a prendere la scia a Markelov per poi superare il russo con una manovra capolavoro all'esterno di Blanchimont.

Il driver del Russian Time non ha accettato la retrocessione al settimo posto e, giunto in scia a Fuoco nel rettilineo del Kemmel, ha nuovamente passato il pilota della Prema per poi vedersi costretto ad alzare bandiera bianca a causa di un problema al motore.

Il ritiro del russo, vincitore di Gara 1 dopo la decisione dei commissari, gioca ancora una volta a favore di Leclerc.

Charles, infatti, al termine del round belga mantiene la leadership in classifica con 220 punti, mentre Rowland mette in cascina un solo punto e sale a quota 159 precedendo di 9 lunghezze Markelov con Ghiotto salito in quarta posizione con 123 punti.

Cla #PilotaTeamGiriTempoGapDistaccoMphPitsRitiratoPuntiBonus
1   14 brazil Sergio Sette Camara  netherlands MP Motorsport 18 39'40.215     190.492     15  
2   3 netherlands Nick de Vries  spain Racing Engineering 18 39'40.838 0.623 0.623 190.442     12  
3   5 italy Luca Ghiotto  russia RUSSIAN TIME 18 39'42.618 2.403 1.780 190.300     10  
4   20 france Norman Nato  united_kingdom Arden International 18 39'43.324 3.109 0.706 190.243     8  
5   1 monaco Charles Leclerc  italy Prema Powerteam 18 39'44.035 3.820 0.711 190.187     6 2
6   19 spain Roberto Merhi  italy Rapax 18 39'45.109 4.894 1.074 190.101     4  
7   2 italy Antonio Fuoco  italy Prema Powerteam 18 39'45.663 5.448 0.554 190.057     2  
8   9 united_kingdom Oliver Rowland  france DAMS 18 39'46.043 5.828 0.380 190.027     1  
9   10 canada Nicholas Latifi  france DAMS 18 39'46.905 6.690 0.862 189.958        
10   17 united_states Santino Ferrucci  italy Trident 18 39'49.417 9.202 2.512 189.758        
11   4 sweden Gustav Malja  spain Racing Engineering 18 39'49.844 9.629 0.427 189.724        
12   18 switzerland Louis Délétraz  italy Rapax 18 39'50.771 10.556 0.927 189.651        
13   11 switzerland Ralph Boschung  spain Campos Racing 18 39'51.080 10.865 0.309 189.626        
14   15 united_kingdom Jordan King  netherlands MP Motorsport 18 39'51.310 11.095 0.230 189.608 1      
15   16 malaysia Nabil Jeffri  italy Trident 18 39'52.285 12.070 0.975 189.531        
16   12 romania Robert Visoiu  spain Campos Racing 18 39'53.924 13.709 1.639 189.401 1      
17   21 india Sean Gelael  united_kingdom Arden International 18 39'54.336 14.121 0.412 189.368 1      
18   8 thailand Alexander Albon  france ART Grand Prix 18 39'57.758 17.543 3.422 189.098        
  dnf 7 japan Nobuharu Matsushita france ART Grand Prix 14 29'06.152 4 giri 4 giri 201.903   Ritirato    
  dnf 6 russia Artem Markelov  russia RUSSIAN TIME 12 24'42.832 6 giri 2 giri 203.749   Ritirato

Prossimo Articolo
Leclerc e Rowland squalificati, Markelov eredita la vittoria in Gara 1

Articolo precedente

Leclerc e Rowland squalificati, Markelov eredita la vittoria in Gara 1

Prossimo Articolo

Merhi correrà anche a Monza rimpiazzando l'indisponibile Canamasas

Merhi correrà anche a Monza rimpiazzando l'indisponibile Canamasas
Carica commenti