Evans batte Pic all'ultimo giro in gara 2 a Monza

Decisivi l'attacco alla Prima Variante e la resistenza alla Roggia. Vandoorne completa il podio, Marciello settimo

Si è decisa all'ultimo giro gara 2 del weekend di Monza della GP2 e bisogna dire che il risultato finale ha un po' il sapore della beffa per Arthur Pic. Scattato dalla prima fila in virtù dell'inversione della griglia, il francese del Campos Racing è riuscito a condurre le operazioni per ben 20 dei 21 giri in programma, ma proprio all'ultima tornata si è dovuto arrendere all'attacco di Mitch Evans.

Il pilota della Russian Time lo ha attaccato con grinta alla Prima Variante, trovando un bellissimo sorpasso, al quale Pic ha provato a replicare incrociando la traiettoria sull'allungo che conduce alla Roggia. Tuttavia, il neozelandese ha saputo rispondergli con determinazione e in questo modo si è involato verso la sua prima vittoria stagionale.

Il tutto in un weekend che era iniziato male, con l'esclusione dalla classifica delle qualifiche per un'irregolarità riscontrata sulle gomme in fase di verifica, ma che poi si è decisamente raddrizzato con il terzo posto di ieri e la bellissima affermazione odierna.

Detto del secondo posto di Pic, sul gradino più basso del podio è salito Stoffel Vandoorne, che quindi ha fatto un altro passo importante verso la meritata conquista della corona di campione, portandosi a casa dei punti pesanti. Ai piedi del podio c'è invece l'altro neozelandese Richie Stanaway, che nelle prime fasi era stato addirittura secondo, dovendo però poi arrendersi al miglior ritmo evidenziato da Evans e da Vandoorne.

Nonostante abbia chiuso quinto, sicuramente Sergey Sirotkin è stato uno dei grandi protagonisti di questa corsa: costretto al ritiro ieri per un contatto innescato da Alex Lynn, il russo scattava dal fondo dello schieramento, ma ha dato vita ad una bellissima rimonta, coronata proprio all'ultimo giro dal sorpasso ai danni di un Sergio Canamasas parso in evidente difficoltà con i freni anteriori.

Alle spalle dello spagnolo della Lazarus troviamo poi Raffaele Marciello, a sua volta autore di una gara tutta d'attacco che lo ha visto risalire dal 15esimo al settimo posto con una bella serie di manovre d'attacco. L'ultima è stata quella su Rene Binder, che comunque ha regalato l'ultimo punticino di giornata alla MP Motorsport.

Come avrete notato, nelle prime posizioni manca il nome del vincitore di gara 1 Alexander Rossi: il pilota americano è stato costretto alla resa dopo 7 giri a causa di un contatto alla Roggia con Robert Visoiu. Incidente senza conseguenze che però ha costretto la direzione gara a mandare in pista la safety car.

E' durata anche meno la gara del suo compagno di squadra Jordan King che, dopo essere scattato male dalla pole position, ha centrato Norman Nato alla Prima Variante escludendo entrambi dalla corsa. Attardato anche il duo della Dams, costretto a partire dalla pitlane dopo le penalità di ieri.

Scrivi un commento
Mostra commenti
A proposito di questo articolo
Campionati FIA F2
Evento Monza
Circuito Monza
Piloti Arthur Pic , Mitch Evans , Stoffel Vandoorne
Team Campos Racing , RUSSIAN TIME
Articolo di tipo Gara