Ecclestone: "Un team di GP2 per talenti senza soldi"

L'obiettivo di Mister E è quello di aiutare piloti di prospettiva ma sprovvisti di soldi per avanzare in F1

Negli ultimi anni le categorie minori del Motorsport a ruote scoperte hanno visto affermarsi una buona quantità di talenti che, per un motivo spesso strettamente legato alle sponsorizzazioni, hanno dovuto rinunciare a salire in Formula 1 o, addirittura, a dover dimenticarsi anche della GP2.

Per cercare di mettere un freno a questa dispersione di talento - che a volte trova casa nelle serie turismo o nelle categorie del World Endurance Championship - Bernie Ecclestone ha lanciato un'interessante proposta da valutare con i promotori della GP2 nel corso dei prossimi mesi.

L'idea sarebbe la seguente: creare un team apposito in GP2 per permettere a due ragazzi di talento di potersi cimentare in GP2, mettendosi così in vetrina per il Circus iridato.

"Sono sicuro che nelle varie categorie del Motorsport ci siano davvero molti piloti di talento che non avranno mai alcuna opportunità di cimentarsi in Formula 1, né in vetture di mezza classifica e nemmeno nei top team a causa della mancanza di budget. I team che hanno un sedile libero spesso prediligono piloti che possano portare soldi. Sto pensando a una possibile soluzione in GP2, ad esempio creare una squadra per piloti che riteniamo talentuosi e che potrebbero avere futuro in F.1, ma non dispongono di denaro", ha dichiarato Ecclestone a Motorsport.com.

Se l'idea del team non dovesse prendere piede, Ecclestone ha spiegato che alcuni team potrebbero mettere in pista una terza vettura per dare la possibilità a qualche pilota di poter mettersi in mostra. "Alcune delle squadre più forti potrebbero far gareggiare una terza monoposto da affidare a questi piloti di talento, che però potrebbero poi ruotare nel corso dell'anno".

Scrivi un commento
Mostra commenti
A proposito di questo articolo
Campionati FIA F2
Articolo di tipo Ultime notizie