Giovinazzi da urlo: trionfa in Gara 1 e conquista la leadership in classifica

Quinto successo stagionale per il pilota del team Prema che, grazie ad una gara decisamente opaca di Pierre Gasly, sale in testa alla classifica piloti per la prima volta in stagione. Il team Prema conquista il titolo riservato ai team.

Non finisce di stupire Antonio Giovinazzi. Il pilota del team Prema, al primo anno in GP2, ha conquistato il quinto successo stagionale in occasione di Gara 1 sul tracciato di Sepang e, grazie ad una gara decisamente sottotono del compagno di squadra Pierre Gasly, è riuscito a prendere il comando della classifica piloti sopravanzando proprio il francese.

Fondamentale nel decidere le sorti della gara è stata la partenza ed il giro extra di formazione resosi necessario per consentire ai commissari di rimuovere la vettura di Markelov. Riposizionatesi le vetture sullo schieramento, allo spegnersi dei semafori Gasly ha totalmente sbagliato l'avvio retrocedendo dalla prima alla decima posizione, mentre fenomenale è stato lo start di Marciello, abile a superare il francese e portarsi in prima posizione con alle spalle Giovinazzi.

Il pilota di Martina Franca non ha impiegato molto tempo nel sopravanzare l'alfiere del Russian Time e prendere la leadership, mentre Sergey Sirotkin, già nel corso del primo giro, è riuscito a conquistare la seconda posizione costringendo Marciello alla retrocessione in terza.

I pit obbligatori sono stati inaugurati al settimo giro da Rowland e Gasly con il francese alla ricerca di una strategia alternativa per recuperare terreno, mentre nelle tornate successive sono tornati in pit lane Nato, Sirotkin e Lynn.

Marciello, tornato in seconda posizione grazie alla sosta del russo della ART, ha optato per la sosta al decimo giro ma il suo pit è stato decisamente lento ed è costato un podio meritatissimo. Giovinazzi ha effettuato la sosta al giro numero 11 e, uscito dalla pit lane con gomme dure, si è ritrovato in terza posizione alle spalle di Luca Ghiotto e di un Sirotkin apparso finalmente ritrovato.

Il pilota del team Prema ha iniziato una rimonta decisa grazie anche al crollo delle prestazioni degli pneumatici del russo ed al giro numero 26 ha attaccato il driver del team ART. Sirotkin ha tentato di resistere ed è quasi entrato in contatto con la vettura di Giovinazzi, ma nulla ha potuto contro lo strapotere della Prema #20.

Il pilota di Martina Franca è così riuscito a transitare sotto la bandiera a scacchi con un vantaggio di oltre cinque secondi sul russo, mentre Norman Nato ha conquistato il terzo gradino del podio.

Alex Lynn, dopo aver duellato a lungo con Oliver Rowland, ha chiuso in quarta posizione precedendo Jordan King e Raffaele Marciello. L'italiano del Russian Time, certamente danneggiato dal pit lento, era riuscito a risalire in quinta posizione ma ha dovuto cedere nel finale al pressing del pilota del Racing Engineering.

Luca Ghiotto, dopo una qualifica resa complicata da una bandiera rossa e dalla gialla causata nel finale da Matsushita, è stato bravo nel risalire sino in settima posizione e domani scatterà dalla prima fila in seconda casella alle spalle di Evans, oggi ottavo.

Chiudono la top ten Malja e Canamasas mentre clamorosamente fuori dalla zona punti ha chiuso Gasly, undicesimo. Il francese, fermo a quota 178 punti, è stato scavalcato in classifica piloti proprio da Giovinazzi salito adesso a 189, subendo così un sorpasso decisamente inatteso.

Il successo di Giovinazzi ha poi consentito al team Prema di conquistare il titolo riservato ai team. Un risultato straordinario per una squadra al debutto nella categoria ma certamente frutto di un lavoro e di una pianificazione semplicemente perfetti.

Cla #PilotaTeamGiriTempoGapDistaccoMphPitsRitiratoPuntiBonus
1   20  Antonio Giovinazzi   Prema Powerteam 29 52'18.049     184.410 1   25  
2   2  Sergey Sirotkin   ART Grand Prix 29 52'23.907 5.858 5.858 184.066 1   18 2
3   3  Norman Nato   Racing Engineering 29 52'26.064 8.015 2.157 183.940 1   15  
4   5  Alex Lynn   DAMS 29 52'34.263 16.214 8.199 183.462 1   12  
5   4  Jordan King   Racing Engineering 29 52'36.791 18.742 2.528 183.315 1   10  
6   9  Raffaele Marciello   RUSSIAN TIME 29 52'38.743 20.694 1.952 183.202 1   8  
7   15  Luca Ghiotto   Trident 29 52'43.013 24.964 4.270 182.955 1   6  
8   7  Mitch Evans   Campos Racing 29 52'46.599 28.550 3.586 182.747 1   4  
9   11  Gustav Malja   Rapax 29 52'46.790 28.741 0.191 182.736 1   2  
10   18  Sergio Canamasas   Carlin 29 52'51.258 33.209 4.468 182.479 1   1  
11   21  Pierre Gasly   Prema Powerteam 29 52'53.587 35.538 2.329 182.345 1     4
12   22  Oliver Rowland   MP Motorsport 29 52'53.599 35.550 0.012 182.344 1      
13   12  Johnny Cecotto   Rapax 29 52'53.752 35.703 0.153 182.335 1      
14   6  Nicholas Latifi   DAMS 29 52'59.218 41.169 5.466 182.022 1      
15   19  Marvin Kirchhofer   Carlin 29 52'59.337 41.288 0.119 182.015 1      
16   8  Sean Gelael   Campos Racing 29 53'01.018 42.969 1.681 181.919 1      
17   23  Daniel De Jong   MP Motorsport 29 53'05.257 47.208 4.239 181.677 1      
18   24  Nabil Jeffri   Arden International 29 53'21.118 1'03.069 15.861 180.777 1      
19   14  Philo Paz Armand   Trident 29 53'24.513 1'06.464 3.395 180.585 1      
  dnf 1  Nobuharu Matsushita  ART Grand Prix 22 49'47.426 7 giri 7 giri 146.951 3 Ritirato    
  dns 10  Artem Markelov   RUSSIAN TIME 0    
Scrivi un commento
Mostra commenti
A proposito di questo articolo
Campionati FIA F2
Evento Sepang
Circuito Sepang International Circuit
Piloti Sergey Sirotkin , Antonio Giovinazzi , Norman Nato
Team Prema Powerteam
Articolo di tipo Gara