George Russell detta legge al Red Bull Ring e conquista una grande pole!

condivisioni
commenti
George Russell detta legge al Red Bull Ring e conquista una grande pole!
Marco Di Marco
Di: Marco Di Marco
29 giu 2018, 15:47

Il pilota della ART Grand Prix ha confermato l'ottimo stato di forma visto al mattino ed ha centrato la seconda pole consecutiva precedendo Norris. Ghiotto e Fuoco solamente 11° e 13°.

E' un George Russell in grandissimo stato di forma quello che sta affrontando la parte centrale della stagione della Formula 2. L'inglese della ART Grand Prix, dopo aver conquistato la pole nello scorso appuntamento del Paul Ricard, si è ripetuto anche sul tracciato del Red Bull Ring mostrando una forza impressionante sul giro secco.

Il campione 2017 della GP3 Series, dopo aver chiuso al comando le Libere del mattino, ha subito trovato un ottimo set up con la sua vettura ed ha presto occupato la vetta della classifica nella prima metà della sessione per poi ritoccare ulteriormente il suo tempo e fermare il cronometro sul tempo di 1'13''541.

Russell rosicchia in questo modo altri 4 punti al leader del campionato Lando Norris e proprio il pilota del team Carlin domani scatterà al fianco del connazionale.

Norris ha dovuto combattere contro una vettura non perfettamente bilanciata, a differenza della Dallara di Russell, e si è dovuto accontentare di chiudere alle spalle del pilota del vivaio Mercedes con un gap di poco superiore ai due decimi.

Lando avrebbe potuto ridurre ulteriormente il distacco dalla vetta, ma con un errore alla penultima curva ha vanificato ogni possibilità di miglioramento. 

Grazie a questo risultato domani si potrà finalmente assistere al duello tanto atteso tra i due principali protagonisti della serie, frizioni permettendo...

Anche la seconda fila della Feature Race vedrà presenti una monoposto del team Carlin ed una della ART Grand Prix. In questo caso sarà Sergio Sette Camara a precedere Jack Aitken. Il brasiliano si è dovuto accontentare del terzo tempo per appena 44 millesimi di ritardo da Norris, mentre l'inglese ha perso ancora una volta il duello interno con Russell pagando un gap dalla pole di ben 420 millesimi.

La terza fila vedrà scattare dalla quinta casella un ritrovato Arjun Maini. L'indiano del team Trident ha certamente beneficiato della sostituzione del propulsore avvenuta subito dopo le Libere del mattino ed ha subito mostrato di avere ragione in merito ai cali di potenza lamentati già nella passata Sprint Race del Paul Ricard.

Dietro Maini prenderà il via Maximilian Gunther, primo pilota a non infrangere la barriera del minuto e quattordici secondi, mentre la quarta fila vedrà affiancati Louis Deletraz ed Alexander Albon.

Il pilota della DAMS non è sembrato incisivo come nelle prime qualifiche stagionali ed è stato protagonista anche di una escursione in ghiaia, mentre lo svizzero può recriminare di aver mancato la terza fila per appena 90 millesimi di ritardo da Gunther.

Ci si attendeva qualcosa di più da Nyck de Vries. Il pilota della Prema, dopo la sfortunata qualifica in Francia, non è riuscito ad esprimersi al meglio, complice anche il traffico, ed ha colto solamente il nono riferimento di giornata in 1'14''171 precedendo Tadasuke Makino.

In questa sessione sono mancati numerosi protagonisti. Luca Ghiotto, dopo i due terzi posti del Paul Ricard, ha centrato l'undicesimo crono, mentre Fuoco non è riuscito ad andare oltre il tredicesimo tempo.

Peggio ancora ha fatto Markelov. Il russo ha ripetuto lo stesso errore del mattino con una violenta escursione fuori pista ed ha chiuso le qualifiche con il diciottesimo e terzultimo crono.

Cla # Pilota Team Giri Tempo Gap Distacco Mph
1 8 United Kingdom George Russell  France ART Grand Prix 14 1'13.541     211.767
2 19 United Kingdom Lando Norris  United Kingdom Carlin 14 1'13.779 0.238 0.238 211.084
3 18 Sérgio Sette  United Kingdom Carlin 13 1'13.823 0.282 0.044 210.958
4 7 United Kingdom Jack Aitken  France ART Grand Prix 14 1'13.961 0.420 0.138 210.565
5 16 India Arjun Maini  Italy Trident 14 1'13.999 0.458 0.038 210.456
6 11 Maximilian Günther  United Kingdom Arden International 13 1'14.014 0.473 0.015 210.414
7 20 Switzerland Louis Délétraz  Charouz Racing System 14 1'14.104 0.563 0.090 210.158
8 5 Thailand Alexander Albon  France DAMS 14 1'14.115 0.574 0.011 210.127
9 4 Netherlands Nick de Vries  Italy Prema Powerteam 14 1'14.171 0.630 0.056 209.968
10 2 Tadasuke Makino  Russian Federation RUSSIAN TIME 14 1'14.201 0.660 0.030 209.883
11 14 Italy Luca Ghiotto  Spain Campos Racing 16 1'14.309 0.768 0.108 209.578
12 9 Spain Roberto Merhi  Netherlands MP Motorsport 14 1'14.323 0.782 0.014 209.539
13 21 Italy Antonio Fuoco  Charouz Racing System 14 1'14.330 0.789 0.007 209.519
14 17 United States Santino Ferrucci  Italy Trident 14 1'14.334 0.793 0.004 209.508
15 3 Indonesia Sean Gelael  Italy Prema Powerteam 16 1'14.363 0.822 0.029 209.426
16 10 Switzerland Ralph Boschung  Netherlands MP Motorsport 14 1'14.389 0.848 0.026 209.353
17 12 Japan Nirei Fukuzumi  United Kingdom Arden International 14 1'14.400 0.859 0.011 209.322
18 1 Russian Federation Artem Markelov  Russian Federation RUSSIAN TIME 15 1'14.589 1.048 0.189 208.792
19 6 Canada Nicholas Latifi  France DAMS 14 1'14.700 1.159 0.111 208.481
20 15 Israel Roy Nissany  Spain Campos Racing 16 1'15.436 1.895 0.736 206.447
Prossimo Articolo
George Russell chiude al top le Libere del Red Bull Ring

Articolo precedente

George Russell chiude al top le Libere del Red Bull Ring

Prossimo Articolo

F2: in Austria e Inghilterra la partenza avverrà dietro la safety car

F2: in Austria e Inghilterra la partenza avverrà dietro la safety car
Carica commenti