Gara 2: Lynn si riscatta ma che paura per Giovinazzi

Il britannico del team DAMS coglie il successo in una Gara 2 conclusa in regime di Safety Car a seguito del tremendo incidente di Giovinazzi. Il podio si completa con Gasly e King. Marciello conclude in quinta posizione, Ghiotto undicesimo.

E' arrivato subito il riscatto per Alex Lynn. Il britannico del team DAMS, dopo aver concluso in sesta posizione Gara 1, ha colto una vittoria perentoria nell'appuntamento domenicale seppure agevolata nelle fasi finali dalla neutralizzazione dovuta all'ingresso in pista la safety car.

La direzione gara, infatti, si è vita costretta a fare intervenire al safety car al giro numero 22 a seguito del bruttissimo incidente che ha visto coinvolto Antonio Giovinazzi. L'italiano del team Prema, nel momento in cui si accingeva a superare Gelael, è stato chiuso dall'indonesiano. L'anteriore destra della vettura di Giovinazzi ha colpito la posteriore sinistra di Gelael, decollando e andando a sbattere violentemente con la fiancata sinistra contro le protezioni.

Giovinazzi ha subito provato ad uscire con le proprie gambe dalla monoposto, ma la botta ricevuta è stata davvero forte e sono intervenuti subito i commissari di pista. L'italiano è stato subito portato al centro medico e, stando agli ultimi aggiornamenti, sembrerebbe non aver riportato nulla di grave.

La gara si è così conclusa in regime di safety car ed ha visto Lynn cogliere il successo davanti a Gasly e King. Il britannico è stato abile a sopravanzare il poleman Marciello nei primi giri di gara e ad imporre il proprio ritmo. L'italiano del Russian Time ha tentato di resistere alla manovra di Lynn, ma ha spiattellato l'anteriore sinistra in frenata, compromettendo così la sua gara chiudendo in quinta posizione alle spalle del compagno di team Markelov.

Gasly ha colto l'ennesimo piazzamento nel weekend inaugurale della serie, accumulando ulteriori punti pesanti in ottica campionato, specie considerando la pessima performance mostrata dal vincitore di Gara 1 Norman Nato, giunto sedicesimo dopo una partenza da dimenticare che l'ha visto precipitare dall'ottava alla ventesima posizione.

Buona la prestazione fornita da Oliver Rowland, giunto in sesta posizione davanti a Latifi, ieri secondo in Gara 1, e Matsushita. La Top Ten si è completata con Canamasas e Malja in nona e decima posizione davanti ad uno strepitoso Sirotkin autore di una rimonta di cattiveria ed al nostro Luca Ghiotto abile a trasformare in grinta e sorpassi la sfortuna patita nell'appuntamento inaugurale del sabato. 

Pos. Driver Team Time/Gap
1  Alex Lynn DAMS 43:50.241
2  Pierre Gasly Prema Racing 0.377
3  Jordan King Racing Engineering 1.120
4  Artem Markelov Russian Time 2.168
5  Raffaele Marciello Russian Time 3.382
6  Oliver Rowland MP Motorsport 3.990
7  Nicholas Latifi DAMS 4.584
8  Nobuharu Matsushita ART Grand Prix 5.647
9  Sergio Canamasas Carlin 8.115
10  Gustav Malja Rapax 8.419
11  Sergey Sirotkin ART Grand Prix 8.698
12  Luca Ghiotto Trident 8.828
13  Sean Gelael Pertamina Campos Racing 9.178
14  Mitch Evans Pertamina Campos Racing 9.650
15  Marvin Kirchhofer Carlin 10.152
16  Norman Nato Racing Engineering 10.430
17  Daniel de Jong MP Motorsport 10.726
18  Nabil Jeffri Arden International 11.672
19  Jimmy Eriksson Arden International 1 Lap
Ret  Arthur Pic Rapax  
Ret  Antonio Giovinazzi Prema Racing  
Ret  Philo Paz Armand Trident

 

Scrivi un commento
Mostra commenti
A proposito di questo articolo
Campionati FIA F2
Evento Barcellona
Circuito Circuit de Barcelona-Catalunya
Piloti Jordan King , Alex Lynn , Pierre Gasly
Team DAMS
Articolo di tipo Gara