Gara 2: Jordan King si impone su uno strepitoso Luca Ghiotto

Il britannico della Racing Engineering coglie il successo sul tracciato di casa e regola un Ghiotto autore di una splendida rimonta. Terzo gradino del podio per Rowland che vola in vetta alla classifica piloti. Giovinazzi è quarto, Marciello sesto.

E' Jordan King il vincitore di Gara 2 a Silverstone. Il pilota della Racing Engineering è riuscito ad imporsi nella seconda corsa del weekend riuscendo a domare un Luca Ghiotto scatenato, autore di una rimonta strepitosa che l'ha portato sino in seconda posizione ad un soffio dalla monoposto #4.

Allo spegnersi dei semafori, King è stato autore di una partenza perfetta mettendo alle proprie spalle Matsushita, Nato e Rowland. Ghiotto ha leggermente faticato allo start, venendp affiancato da Giovinazzi, ma è stato bravo a manentere la posizione.

Giovinazzi si è trovato subito in battaglia con Evans per la conquista della sesta posizione, riuscendo a sopravanzare il pilota del team Campos al giro numero 8. Alla medesima tornata Ghiotto ha rotto gli indugi andando a superare Norman Nato, per poi ripetersi al giro successivo ed effettuare un sorpasso magistrale ai danni di Oliver Rowland e conquistare così la terza posizione.

Il pilota Trident ha dato il massimo per conquistare il miglior risultato possibile ed all'undicesimo giro è riuscito a sopravanzare Matsushita e cogliere così la seconda posizione.

Ghiotto ha messo successivamente nel mirino il leader della gara King, ma il britannico, dopo aver risparmiato le gomme nella prima fase, ha iniziata a girare sugli stessi ottimi tempi di Ghiotto una volta che l'italiano si è fatto minaccioso alle sue spalle.

King ha rischiato tuttavia di dover dire addio ai sogni di gloria nel corso dell'ultimo giro, quando la pioggia ha iniziato a bagnare il tracciato. Il pilota britannico ha faticato non poco nel mantenere la propria vettura sul tracciato, mentre alle sue spalle Ghiotto ha guidato in modo impeccabile giungendo a mezzo secondo dal vincitore e conquistando, finalmente, il primo meritato podio in GP2.

Terzo gradino del podio per Oliver Rowland. Il pilota del team MP Motorsport, così come Giovinazzi, ha approfittato dell'errore commesso nel finale da Matsusthita, arrivato lungo, ed ha colto la terza posizione riuscendo precedere di un soffio proprio l'italiano del team Prema.

Anche oggi Giovinazzi è stato autore di una rimonta da applausi condita da un grandissimo sorpasso ai danni di Evans. Il pilota di Martina Franca ha portato il sorriso in casa Prema vista la prestazione opaca di Gasly, nelle retrovie per buona parte della gara e poi giunto in settima posizione.

L'errore finale è costato il podio a Matsushita che ha concluso in quinta posizione precedendo Raffaele Marciello. L'italiano del Russian Time ha faticato per buona parte della gara dietro Mitch Evans e questo l'ha penalizzato nel risultato finale che lo avrebbe potuto vedere decisamente più avanti in classifica.

Gasly, dopo essere retrocesso inizialmente in dodicesima posizione a seguito di una partenza infelice, ha lottato nelle prime fasi con Canamasas, nono al termine, per cogliere i punti della settima piazza precedendo Kirchhofer, ottimo ottavo, e Latifi decimo.

Con i risultati odierni, Rowland balza al comando di una classifica piloti cortissima con 79 punti, precedendo Giovinazzi a quota 78, mentre Gasly e Marciello seguono a 74 e 72.

Cla #PilotaTeamGiriTempoGapDistaccoMphPitsRitiratoPuntiBonus
1   4  Jordan King   Racing Engineering 21 37'35.325     197.256     15  
2   15  Luca Ghiotto   Trident 21 37'35.905 0.580 0.580 197.205     12 2
3   22  Oliver Rowland   MP Motorsport 21 37'46.989 11.664 11.084 196.241     10  
4   20  Antonio Giovinazzi   Prema Powerteam 21 37'47.111 11.786 0.122 196.230     8  
5   1  Nobuharu Matsushita  ART Grand Prix 21 37'52.843 17.518 5.732 195.735     6  
6   9  Raffaele Marciello   RUSSIAN TIME 21 37'55.792 20.467 2.949 195.482     4  
7   21  Pierre Gasly   Prema Powerteam 21 37'58.451 23.126 2.659 195.254     2  
8   19  Marvin Kirchhofer   Carlin 21 38'01.198 25.873 2.747 195.019     1  
9   18  Sergio Canamasas   Carlin 21 38'02.046 26.721 0.848 194.946        
10   6  Nicholas Latifi   DAMS 21 38'02.695 27.370 0.649 194.891        
11   12  Arthur Pic   Rapax 21 38'03.386 28.061 0.691 194.832        
12   10  Artem Markelov   RUSSIAN TIME 21 38'03.957 28.632 0.571 194.783        
13   7  Mitch Evans   Campos Racing 21 38'04.169 28.844 0.212 194.765        
14   5  Alex Lynn   DAMS 21 38'04.923 29.598 0.754 194.701        
15   24  Nabil Jeffri   Arden International 21 38'06.609 31.284 1.686 194.557        
16   23  Daniel De Jong   MP Motorsport 21 38'07.574 32.249 0.965 194.475        
17   25  Jimmy Eriksson   Arden International 21 38'10.737 35.412 3.163 194.206        
18   8  Sean Gelael   Campos Racing 21 38'15.383 40.058 4.646 193.813        
19   11  Gustav Malja   Rapax 21 38'22.289 46.964 6.906 193.232        
20   14  Philo Paz Armand   Trident 21 39'05.353 1'30.028 43.064 189.684        
21   2  Sergey Sirotkin   ART Grand Prix 21 39'05.949 1'30.624 0.596 189.636 1      
  dnf 3  Norman Nato   Racing Engineering 19 33'50.311 2 Laps 2 Laps 198.226

 

Scrivi un commento
Mostra commenti
A proposito di questo articolo
Campionati FIA F2
Evento Silverstone
Circuito Silverstone
Piloti Jordan King , Oliver Rowland , Luca Ghiotto
Team Racing Engineering
Articolo di tipo Gara